Legabasket, semifinali - Milano non la chiude, Sassari rimonta e vince all'overtime (101-112)
https://twitter.com/OlimpiaMI1936

Una partita a due facce, ma quello che conta alla fine è il risultato: la Dinamo vince 101-112 e si porta sul 2-0 contro Milano. Partita incredibile al forum di Assago dove i padroni di casa toccano anche il più 14, ma non stacca mai Sassari. Finale drammatico per i meneghini che sciupano il vantaggio e si fanno prendere a 15 secondi dalla fine. Il mattatore di serata è sicuramente Achille Polonara autore di 29 punti, dall'altra parte non bastano i 32 di James. Ora si va in Sardegna dove la Dinamo avrà ben due match point.

Un primo tempo dove da una parte c'è un James super (18 per lui), ma dall'altra Polonara e Gentile li rispondono con 26 punti corali. Due quarti giocati alla pari, ma nel terzo l'Armani prova a scappare cavalcando un grande Micov e la coppia James - Nedovic, non ancora al top della forma, ma quasi, (81-67 al 28'), ma non spezza in due la partita lasciando agli uomini di Pozzecco la possibilità di rientrare e vincere all'overtime.

 I QUINTETTI 

A|X Armani Exchange Milano: Cinciarini, Micov, Nunnally, Brooks e Tarczewski

 Banco di Sardegna Sassari: Smith, Cooley, Carter, Pierre e Thomas

LA PARTITA

Un primo quarto vissuto in perfetta parità: Milano è poco attenta a rimbalzo e concede parecchie occasioni ma che la Dinamo sfrutta a metà, ma un ottimo Micov (11 punti per lui in dieci minuti) tengono i biancorossi avanti (9-8). 

Pianigiani deve cambiare sia Brooks e Tarczewski autori di due falli ciascuno, ma in generale al Forum si fischiano falli così così (impossibile non vedere i passi di Thomas solo per citarne uno ndr). Nunnally si sveglia sul finire del quarto con un gioco da tre (21-20 a 10'). 

Ad inizio secondo quarto l'Olimpia ritrova (finalmente) il suo Mike James: il play che tanto è mancato in queste settimane, va a referto con 7 punti in meno di un minuto (33-25) e Pozzecco è costretto a chiamare etime out per fermare il parziale 

L'Armani sbaglia troppo sotto canestro e così Sassari rientra complice anche dei falli molto al limite. James continua a segnare dalla lunga distanza (incredibile il canestro a fine tempo ndr) ma in difesa è poco attenta e così la Dinamo rimane in partita cavalcando ancora Polonara e Gentile (14 e 10 punti ciascuno) piazzando un parziale di 2-17. Le due squadre vanno all'intervallo lungo sul 53-52, Pianigiani deve ringraziare il proprio numero 2 tornato finalmente

Milano prova a scappare ad inizio terzo quarto: 66-58 senza aver in campo James, ma può contare su un Micov da 10 punti in cinque minuti. Pozzecco chiama minuto per fermare l'entusiasmo, ma l'Olimpia vola toccando anche il più 12 (75-63). 

Due triple consecutive di Nedovic ed un altra magia di James, danno il massimo vantaggio (81-67), ma l'Armani è in bonus così la Dinamo accorcia dalla lunetta chiudendo il terzo quarto sotto di 10 lunghezze, 81-71. 

Milano vuole mettere la parole fine ad inizio dell'ultimo quarto, ma la Dinamo non è morta, anzi piazza 8- 13 (due triple di Polonara ndr) restando ad appena due possessi di distanza (91-85).

Sassari torna fino a meno tre, ma una tripla James riporta l'Olimpia avanti di sei. Finita? No perchè l'Armani non riesce a mettere il punto esclamativo, lasciando gli uomini di Pozzecco sempre attaccati al risultato (95-92 a 14' secondi). I biancorossi non commettono fallo e così Pierre segna la tripla del pareggio a nove secondi dal termine. Il tiro di Nedovic non tocca neanche il ferro si va all'overtime dove però giocano solo i sardi: 20 zero di parziale (a cavallo tra i due quarti ndr) Milano non c’è più, (Il primo canestro biancorosso  lo segna James al 44' ndr)  gli ospiti vincono e vedono la finale ad un passo. 

IL TABELLINO 

A | X Armani Exchange Milano - Banco di Sardegna Sassari 101-112 (21-20, 53-52, 81-71, 95-95)

 A | X Armani Exchange Milano:   Nunnally 17, Burns 3, Brooks 8, Della Valle ne, james 32, Micov 21, Musumeci ne, Fontecchio, Tarczewski 5, Nedovic 9, Kuzminskas 4, Cinciarini 2. 

TABELLINO SASSARI:  Gentile 15, Thomas 14, Polonara 29, Diop ne, Cooley 13, Spissu 10, Smith 2, McGee 1, Carter 7, Devecchi ne, Magro ne, Pierre 2.

VAVEL Logo