Obiettivo Lavoro Bologna, alla scoperta della Bondi Ferrara

VAVEL Italia vi porta alla scoperta della Pallacanestro Ferrara 2011 (detta anche Bondi Ferrara per motivi di sponsor), prossima avversaria dell'Obiettivo Lavoro Bologna nella prima uscita stagionale.

Obiettivo Lavoro Bologna, alla scoperta della Bondi Ferrara
Obiettivo Lavoro Bologna, alla scoperta della Bondi Ferrara

Dopo aver fatto il punto sul raduno estivo dell'Obiettivo Lavoro Bologna (clicca qui per maggiori dettagli), VAVEL Italia vi porta alla scoperta della Bondi Ferrara, primo avversario stagionale della truppa di Coach Valli.

STORIA- La Pallacanestro Ferrara 2011, come suggerisce anche il nome, è stata fondata nel medesimo anno in sostitutizione del Basket Club Ferrara, club fallito poco prima e che aveva ceduto i diritti di partecipazione al campionato di Legadue alla Biancoblu basket Bologna (oggi tornata Fortitudo Bologna). L'avventura cestistica della società ferrarese ha inizio dalla Divisione Nazionale B grazie all'acquisizione dei diritti dalla Pallacanestro Budrio. Una prima stagione trionfale quella disputata dalla Pallacanestro Ferrara, che conquista il primo posto e, vincendo i seguenti playoff (battuta in finale il Calligaris Corno di Rosazzo), ottiene la promozione nella Divisione Nazionale A. Nella stagione successiva, all'esordio nella terza divisione della pallacanestro italiana, ottiene una grande salvezza attraverso i play-out, dove sconfigge per 3-1 l'EnoAgrimm San Severo. Durante l'estate del 2013 la società apre una bella collaborazione con alcune società estensi (una su tutte la Spal) e compone un roster di tutto rispetto per il campionato: tra tutti spiccano i nomi dei due americani Milton Jennings (12.5 punti, 7.7 rimbalzi e 1.1 assist di media in 39 partite) e Julius Mays (ritiratosi dal basket e tornato in Kentucky). La stagione, però, non finisce con il lieto fine, infatti la squadra si qualifica ai play-off promozione ma viene eliminata nel corso delle semifinali dalla Dinamica Generale Mantova (poi vincitrice) con il punteggio di 3-1. Nella scorsa stagione la truppa, allenata da mister Adriano Furlani prima e Alberto Martelossi poi, è arrivata seconda nel proprio girone grazie all'immenso talento di Kenny Hasbrouck (acquistato dalla Pallacanestro Cantù per la prossima stagione) ma ha visto la propria avventura terminare nel primo turno dei playoff per mano della Pallacanestro Trieste. Nonostante ciò la società è stata comunque ammessa al campionato della A2 unica.

Kenny Hasbrouck, grande protagonista nella scorsa stagione in maglia Mobyt. Fonte foto: lanuovaferrara.gelocal.it

ROSA- La società ferrarese ha deciso di ripartire da zero e ricostruire interamente la rosa in vista della prossima stagione in A2. Dopo la partenza di Kenny Hasbrouck per Cantù, i due nuovi volti americani per la Bondi Ferrara sono Erik Rush (visto in Serie A con la maglia della Cimberio Varese e reduce dall'ultima esperienza tra le fila della Viola Reggio Calabria) e MJ Rhett (ala forte classe 1992 e reduce dal suo "senior year" con gli Ole Miss Rebels di Mississippi viaggiando a 7.4 punti e 4.6 rimbalzi in 22 minuti di media). A completare il quintetto titolare saranno il play argentino Matias Ibarra (intravisto con la maglia della Pallacanestro Reggiana tra il 2009-10 e chiamato a continuare la grande tradizione argentina nel ferrarese dopo Leandro Masieri e Daniel Farabello, ex storico capitano estense) e i due italiani Ryan Bucci (uomo di indubbia esperienza abituato al palcoscenico della A2 e reduce da due anni da protagonista in quel di Ferentino). e David Brkic (passato a Ferrara nel 2005 e lanciato tra i Pro dalla Virtus Bologna, club con cui ha vinto una Serie A ed una coppa Italia). Le altre facce nuove del roster, invece, sono Jordan Losi (reduce dall'ottima stagione in quel di Tortona chiusa con 9 punti di media e che ritrova coach Merea dopo la promozione di Mantova), Federico Lestini (altro "figliol prodigo" dopo l'esperienza in maglia estense nella stagione 2005-06, e reduce dall'esperienza in maglia Scafati), Antonio Guma (ex Pivot di Potenza) e il neo-aggregato Lucio Salafia (centro ragusano ancora in prova e reduce dall'esperienza al Francavilla in Serie B con 7.3 punti e 6.7 rimbalzi di media). Da segnalare anche i cinque under (a cui se ne aggiungeranno altri due a partire da domenica) del settore giovanile ferrarese: Gianmarco Ebeling (1996), Matteo Ghirelli (1996), Edoardo Verrigni (1997), Filippo Guerra (1997)Francesco Guerra (2000). Infine c'è stato un avvicendamento anche in panchina, dove è stato scelto Coach Alberto Morea per il nuovo della pallacanestro ferrarese; una sorta di figliol prodigo, infatti l'allenatore torna a casa dopo la breve esperienza del 2012 e i grandi risultati ottenuti a Mantova dal 2013 ad oggi (il primo anno è arrivata la promozione in A2 Gold, mentre nel secondo sfiora i playoff per quella in Serie A).

L'Unica annotazione importante per il match contro Bologna è l'assenza dell'americano Mj Rhett, che si unirà al gruppo a partire dal 27 Agosto prossimo.

QUINTETTO TITOLARE: Ibarra, Bucci, Rush, Rhett, Brkic.