EuroBasket 2015, le pagelle di Italia - Germania (89-82)

L’Italia, vincendo 89-82 contro la Germania, si è qualificata agli ottavi di finale di EuroBasket 2015. Ecco le pagelle di Vavel.com.

EuroBasket 2015, le pagelle di Italia - Germania (89-82)
EuroBasket 2015, le pagelle di Italia – Germania (89-82)

Siamo agli ottavi di finale di EuroBasket 2015! Soffrendo, sì, ma con la piena consapevolezza che questo Europeo è ancora tutto da giocare. Poco fa è arrivata la terza vittoria in quattro partite dei nostri azzurri nel torneo contro i padroni di casa della Germania, a cui non è bastata una super prestazione del playmaker degli Atlanta Hawks Dennis Schroder per evitare la sconfitta (82-89). Ecco le pagelle di Vavel.com del match.

Italia                                                   

Belinelli 7,5 – Eroe ieri contro la Spagna, eroe oggi contro la Germania. Seppur non ripetendo la prestazione balistica di meno di 24 ore fa contro le ‘furie rosse’, Belinelli risulta decisivo prima nella rimonta di fine quarto periodo con due triple, poi in uno degli ultimi possessi del tempo supplementare con un’altra tripla, quella che spacca la partita. Mr. Clutch.

Aradori 7 – In uscita dalla panchina, piano piano sta diventando il suo Europeo. 6 punti e 9 rimbalzi con ben +22 di plus minus, un dato incredibile che, non a caso, è il più consistente tra i giocatori in campo.

Gentile 7 – Nonostante la giovane età si dimostra uno dei giocatori con più carattere della spedizione azzurra, segnando 15 punti, prestazione che lo mantiene in media con quanto fatto nelle altre tre uscite dell’Italia.  Pianigiani se lo gode.

Gallinari 8 – 25 punti, 9 rimbalzi e 2 assist. Cosa aggiungere? Continua a incantare ogni volta che scende in campo, oggi ci regala prima i supplementari con il tiro del pareggio a fine quarto quarto e poi la vittoria con un overtime giocato in modo spettacolare. Fenomeno.

Bargnani 7 – Altra prova molto convincente del nuovo lungo dei Nets, che gioca una partita di sacrificio in difesa (5 rimbalzi e 2 stoppate) e da fuoriclasse in attacco (17 punti).  

Cusin 6,5 – Il tipico esempio di come le statistiche non sempre dicano la verità. Nei suoi sette minuti in campo non va a segno, ma porta un’infinità di blocchi ai compagni, che ne giovano e non poco. Il ‘Pandino’ colpisce ancora.

Melli 6 – Gioca pochissimo, ma porta il suo contributo (2 punti e 1 assist). Domani avrà più spazio.

Cinciarini 6 – Un tiro di importanza capitale nel quarto periodo e una buona regia nei 23 minuti in cui è in campo. Comincia a ingranare. Per andare avanti abbiamo bisogno di lui.

Hackett 5,5 – Un passo indietro rispetto a ieri, ma è giustificato dalle tante botte che continua a prendere. Anche da lui, però, ci aspettiamo di più.

Polonara s.v. – 2 minuti in campo e 2 falli commessi su Nowitzki. Troppo poco per essere valutato.

Germania

Lo 5,5 – Non è la sua serata e lo si capisce da subito. Se ne accorge anche coach Fleming che lo fa giocare pochissimo. Da rivedere.

King 5 – Se la deve vedere per tutto il match con Gallinari, che lo attacca sempre costringendolo a spendere  tutti e 5 i falli a sua disposizione. In calo.

Schaffartzik 6 – Porta tanta esperienza in campo, ma non brilla come al solito. Paga le poche ore di recupero tra un match e un altro.

Tadda 6 – Parte fortissimo in attacco, poi si spegne pian piano. Quando è in campo, però, la sua presenza si sente.

Pleiss 6 – Anche per lui non la miglior partita. Tuttavia mette a referto 10 punti e 5 assist. Domani ci si aspetta la sua vendetta.

Benzing 5,5 – Può e deve fare di più. 3 punti per un giocatore con il suo potenziale sono molto pochi. In affanno.

Nowitzki 6,5 – Non sarà quello del primo titolo di Dallas, ma la sua doppia doppia (14 punti e 10 rimbalzi) se la porta a casa. Nei momenti fondamentali ci si aspettava di più.

Schroder 8 – 29 punti e 7 assist per il giocatore degli Hawks. Un rebus irrisolvibile per Cinciarini e Hackett, nel finale perde qualche palla di troppo per inesperienza. Uomo solo al comando.

Zipser 6,5 – Ottimo giocatore di sistema, crea diversi guai alla difesa azzurra con i suoi tiri. Alla fine, per lui, 11 punti.

Gavel 5,5 – Per lunghi tratti impalpabile. Può fare meglio, magari domani, quando la Germania si giocherà un vero e proprio spareggio con la Spagna per passare il turno.