Italia ancora di rimonta, chiude Belinelli: "Il tiro finale? Prenderò sempre le mie responsabilità"

La guardia bolognese ha analizzato ai microfoni di Sky Sport la gara vinta dall'Italia contro la Germania, che regala all'ItalBasket il pass per volare agli ottavi di Lilla. Queste le parole di Beli.

Italia ancora di rimonta, chiude Belinelli: "Il tiro finale? Prenderò sempre le mie responsabilità"
Italia ancora di rimonta, chiude Belinelli: "Il tiro finale? Prenderò sempre le mie responsabilità"

Decisivo contro la Spagna, ieri. Decisivo contro la Germania, oggi. Marco Stefano Belinelli è una delle icone di questa ItalBasket che vola verso Lilla con il biglietto per gli ottavi di finale in mano. Classe, corraggio, attributi da vendere: Belinelli divide lo Stivale cestistico, ma quando c'è da prendere un tiro, decisivo o meno, lui c'è sempre. Nba o Nazionale Italiana non fa differenza, lui quel tiro lo prenderà sempre, e va giudicato a prescindere dall'esito dello stesso. 

Belinelli, così come ieri, fa fatica, però ci mette la faccia, sul parquet, sempre. Gioca anche contro la Germania, nonostante la stanchezza della sfida contro gli iberici della sera prima. E' inevitabile. Fisiologico Tuttavia, nel post partita ai microfoni di Sky Sport, Belinelli si dice soddisfatto della prestazione, sottolineando e guardando soprattutto al risultato: "Se vinciamo va sempre bene così. Oggi l'importante era vincere e così è stato, non abbiamo mai mollato fino alla fine. C'erano diverse situazioni in campo che non giocavano a favore, ma siamo stati bravi in difesa e aggressivi il giusto in attacco".

La seconda partita di seguito vinta in due giorni, la terza di fila in quattro giorni, la terza di rimonta. Aspetto non da poco, che da ancor più importanza al carattere della squadra azzurra: "Sappiamo di essere un ottimo collettivo, lo abbiamo dimostrato contro l'Islanda e soprattutto ieri con la Spagna e stasera. Bisogna avere fiducia nell'Italia". Dall'aspetto motivazionale, a quello tecnico. Anche stasera, come 22 ore or sono, una tripla pazza di Belinelli è stata decisiva per chiudere il match: "Mi prendo le mie responsabilità, a volte vanno bene altre no, ma oggi devo ringraziare Pietro (Aradori, ndr) e Dani (Hackett, ndr) per gli assist al bacio". 

La chiusura è per la sfida alla Serbia di domani, valevole per il primato nel girone B: "Ci aspetta un altro match importante, ma ora è fondamentale riposare, siamo distrutti: io ho un problema all'inguine e il Gallo al ginocchio. Tuttavia ci crediamo, ce la giocheremo alla pari contro tutti quanti ed è importante ottenere un piazzamento sempre migliore".