EuroBasket 2015, day 6: il giorno dei verdetti. Spagna-Germania col fiato sospeso

Molti verdetti già emessi, con dieci squadre già qualificate (Tutto il gruppo A, Serbia, Italia, Grecia e Croazia nel terzo gruppo e Lituania e Cechi nell'ultimo di Riga). L'ultima giornata della prima fase di EuroBasket 2015 regalerà ancora molte emozioni e sorprese, con iberici e tedeschi, battuti recentemente dall'Italia, si giocano il passaggio del turno nel gruppo B.

EuroBasket 2015, day 6: il giorno dei verdetti. Spagna-Germania col fiato sospeso
EuroBasket 2015, day 6: il giorno dei verdetti. Spagna-Germania col fiato sospeso

Giornata di verdetti, l'ultima, ad EuroBasket 2015. Dopo le mille e più emozioni di questi cinque giorni trascorsi, l'ultima sfida della prima fase, quella a gironi, sancirà il passaggio alla fase ad eliminazione diretta delle sedici migliori squadre, che avranno il privilegio di giocare la fase finale del torneo a Lilla. Dieci quelle con il biglietto aereo in tasca: Francia, Israele, Finlandia e Polonia nel gruppo A, oltre a Serbia, Italia, Grecia, Croazia, Repubblica Ceca e Lituania. Sei quelle che devono ancora staccare il pass per la Francia (tre ci resteranno, invece, dal gruppo A). 

Moltissime emozioni dunque ci attendono dalle dodici gare che chiuderanno i quattro raggruppamenti, così come molteplici sono state quelle alle quali abbiamo assistito fino a questo momento. Andiamo a vedere, ed analizzare, il programma di gare odierno. 

Gruppo A

Foto: Fiba

Gerarchie che sono oramai definite nel primo girone, quello francese che si sta disputando a Montpellier. Le gare di oggi serviranno, di fatto, soltanto a stabilire i posizionamenti finali. La Francia di Parker è matematicamente agli ottavi, e nella gara di oggi, quella che chiuderà il programma, sfiderà il sorprendente Israele per il primato. La prima sfida di giornata tra Finlandia e Polonia, decreterà chi arriverà terza e chi, invece, quarta. Partita ininfluente tra Bosnia e Russia, che sono entrambe sull'aereo che le riporterà a casa. 

La classifica: Francia 8, Israele 7, Finlandia 6, Polonia 6, Bosnia 5, Russia 4. 

Gruppo B

Foto: Fiba

Con Serbia ed Italia matematicamente qualificate, e con l'Islanda che torna sull'isola, da giocarsi nello scontro diretto delle 17.45 il passaggio agli ottavi tra Germania e Spagna. I padroni di casa, dopo aver perso ieri contro l'Italia, sono costretti a vincere se vogliono andare a Lilla. Stesso discorso da fare per Gasol e soci, per evitare una eliminazione che avrebbe del clamoroso. Discorsi tutti da fare e sorprattutto da conteggiare (in termini numerici e di differenza canestri), per il posizionamento finale. L'Italia potrebbe arrivare prima come terza, Serbia che invece sarà prima oppure mal che vada a Djordjevic, seconda. La classifica avulsa influirà, probabilmente così come gli scontri diretti, per determinare le posizioni di Turchia (che dovrebbe battere Islanda), Spagna e/o Germania (potrebbero anche arrivare tutte e tre a 7 punti. Turchia e Spagna ovviamente favorite, ma occhio all'orgoglio dei padroni di casa. 

La classifica: Serbia 8, Italia 7, Turchia 6, Spagna 6, Germania 5, Islanda 4

Gruppo C

Foto: Fiba

Situazione ingarbugliata ma non troppo nel terzo girone, quello di Zagabria. In questo caso, però, c'è da considerare, nel valutare le partita, che sia Grecia che Croazia sono già qualificate alla seconda fase ed hanno già il primo ed il secondo posto in tasca. Discorso diametralmente opposto per Olanda e Georgia che sfideranno le due suddette. I giochi di numeri e di possibilità sono a dir poco infiniti ed enigmatici. Sta di fatto che la Slovenia di Dragic in apertura di giornata sfiderà la Macedonia: partita da dentro o fuori per questi ultimi, mentre la Slovenia anche perdendo potrebbe restare aggrappata alla qualificazione. Tuttavia, sembra alquanto probabile uno sforzo massimale per gli sloveni, chiamati a riscattare delle prove alquanto altalenanti nelle quattro gare precedenti. La Georgia affronta nel secondo match la Croazia, che è già seconda. Chiude la giornata l'Olanda, che a sua volta affronterà una Grecia già paga di quanto fatto nelle quattro girornate fin qui disputate. Qualora dovessero arrivare Georgia ed Olanda a quota 7 a pari punti a spuntarla sarebbero gli uomini dei paesi bassi. 

La classifica: Grecia 8, Croazia 7, Slovenia 6, Georgia 5, Olanda 5, Macedonia 5. 

Gruppo D

Foto: Fiba

Equilibrio e caos regnano sovrani nel girone di Riga. Due scontri diretti per la qualificazione, ovviamente legati tra di loro, ed una possibilità di un clamoroso arrivo a pari punti per quattro squadre. Si parte dalla gara della sera, che vedrà Repubblica Ceca e Lituania sfidarsi per il primo posto. Ad aprire la giornata ci sarà Ucraina-Belgio, mentre alle 18 l'altra delicatissima sfida tra Lettonia ed Estonia decreterà le altre due squadre che voleranno verso Lilla. Questi tutti i possibili accoppiamenti: 

LETTONIA passa se vince con l'Estonia e il Belgio batte l'Ucraina. ESTONIA passa se vince con la Lettonia e il Belgio batte l'Ucraina. BELGIO passa se vince contro l'Ucraina.
UCRAINA passa se vince contro il Belgio e la Lettonia batte l'Estonia; se vince di 20 contro il Belgio e l'Estonia batte la Lettonia.

La classifica: Repubblica Ceca 7, Lituania 7, Belgio 6, Lettonia 6, Estonia 5, Ucraina 5.