EuroBasket, il programma degli ottavi di finale odierni: c'è subito Francia-Turchia

Iniziano oggi gli ottavi di finale di Eurobasket 2015: quattro gli incontri in programma oggi, tra cui spicca Francia-Turchia. Da seguire anche Lettonia-Slovenia, mentre sembrano già più orientate Spagna-Polonia e Grecia-Belgio

EuroBasket, il programma degli ottavi di finale odierni: c'è subito Francia-Turchia
EuroBasket, il programma degli ottavi di finale odierni: c'è subito Francia-Turchia

Prende il via oggi a Lille la fase ad eliminazione diretta del torneo di EuroBasket 2015. I risultati delle gare dei gironi disputate tra Montpellier, Berlino, Riga e Zagabria hanno dunque allineato il tabellone degli Europei agli ottavi di finale, in programma tra oggi e domani a Lille, cittadina francese al confine con il Belgio. Tra gli incontri odierni spicca sicuramente il match tra i padroni di casa dei Bleus e la Turchia giunta quarta nel raggruppamento dell'Italia. Ma andiamo a vedere nel dettaglio il programma di questo secondo sabato europeo.

Lettonia-Slovenia (ore 12)

A mezzogiorno si parte con la palla due del primo ottavo di finale, quello tra lettoni e sloveni, con i secondi grandi favoriti per il passaggio del turno. La Lettonia ha faticato per qualificarsi alla seconda fase provenendo dal gruppo D, in cui ha perso contro Lituania e Ucraina, prima di aggiudicarsi una sorta di spareggio contro gli altri baltici dell'Estonia, mentre la Slovenia di Zoran Dragic, fratello del più noto Goran (ora ai Miami Heat) ha ceduto all'esordio davanti ai più solidi croati, per poi riscattarsi contro Georgia e Olanda. La successiva sconfitta contro la Grecia ha poi costretto Omic e compagni a giocarsi il passaggio del turno contro la Macedonia, battuta per 62-51. Il pronostico è tutto dalla parte della Slovenia, già rodata a questi livelli e dotata di maggior talento rispetto ai rivali lettoni, privi di una vera e propria stella ma tra le migliori difese della prima fase.

Grecia-Belgio (ore 14.30)

Il secondo ottavo odierno a Lille dovrebbe essere il più scontato di tutti, con in campo la Grecia, una delle principali favorite per la conquista del titolo continentale. Gli ellenici giungono in Francia dopo un percorso netto, avendo battuto in sequenza Macedonia, Croazia, Georgia, Slovenia e Olanda. Il Belgio è invece una delle sorprese del torneo, quarto nel gruppo D in cui è stato capace di sconfiggere avversarie più quotate come Lituania e Ucraina. Greci grandi favoriti dunque, anche in virtù di un roster di altissimo livello: Spanoulis, Zisis, Antetokounmpo, Calathes, Koufos, Printezis, Papanikolaou e Perperoglou costituiscono infatti una rosa profonda ed esperta, tra le migliori del continente.

Spagna-Polonia (ore 18.30)

La Spagna di Sergio Scariolo è sopravvissuta al girone infernale di Berlino, a un passo dall'eliminazione nell'ultima gara contro la Germania. Le precedenti sconfitte contro Serbia e Italia potrebbero aver minato le certezze degli iberici, apparsi lontani dai fasti del passato, ma comunque favoriti sulla Polonia di Marcin Gortat, giunta terza nel gruppo A dietro Francia e Israele, e capace di vincere contro Russia e Finlandia. Nel tardo pomeriggio di Lille Scariolo spera di poter contare ancora sullo splendido Gasol di questi Europei, e di ricevere segnali di risveglio da giocatori fondamentali come Nikola Mirotic e Sergio Llull.

Francia-Turchia (ore 21)

Alle 21 i padroni di casa sfidano la Turchia nell'ottavo più avvincente della prima giornata della fase ad eliminazione. Ancora imbattuti, i transalpini attendono ancora la miglior versione di Tony Parker per accelerare nel loro cammino verso la finale. Dovranno però fare attenzione all'ostica Turchia di coach Ataman, reduce dagli alti e bassi del girone berlinese, e sempre pericolosa grazie a un gioco semplice ed essenziale che si basa sul talento di Ilyasova e del giovane Osman, sulla brillantezza di Guler e sulla potenza di Erden. I galletti rimangono tuttavia favoriti, potendo contare su giocatori del calibro di Diaw, Batum, Fournier, Pietrus, Gelabale, Gobert, Lauvergne e De Colo, in un mix di gioventù ed esperienza con il quale cercare di difendere il titolo.