Risultato Italia - Israele Basket, ottavi di finale EuroBasket 2015 (82-52)

Risultato Italia - Israele Basket, ottavi di finale EuroBasket 2015 (82-52)
Italia
82 52
Israele
Italia: #00 AMEDEO DELLA VALLE, #3 MARCO BELINELLI, #4 PIETRO ARADORI, #5 ALESSANDRO GENTILE, #8 DANILO GALLINARI, #9 ANDREA BARGNANI, #12 MARCO CUSIN, #13 LUIGI DATOME, #17 NICOLÒ MELLI, #20 ANDREA CINCIARINI, #23 DANIEL HACKETT, #33 ACHILLE POLONARA
Israele: #5 Dagan Yivzori, #6 Shawn Dawson, #7 Gal Mekel, #8 Lior Eliyahu, #9 Omri Casspi, #10 Raviv Limonad, #11 Elishay Kadir, #12 Yogev Ohayon, #14 Yaniv Green, #15 D’or Fisher, #16 Boris Rothbart, #23 Bar Timor.
NOTE: Diretta dell'incontro valevole per gli ottavi di finale di EuroBasket2015. Lilla, Francia. Palla a due ore 18.30.

20.20 - La nostra diretta termina qui. L'Italia travolge Israele e vola ai quarti, grazie per aver seguito la partita in compagnia di VAVEL Italia. 

Notizie riguardanti Bargnani. Problema al polpaccio, all'apparenza non gravissimo, con il giocatore bravo ad uscire al primo sentore. Si attendono le analisi prima di una decisione definitiva.

Gentile "Siamo pronti a qualunque avversario". 

Belinelli "Sapevamo che giocavamo contro una squadra forte, l'abbiamo preparata bene, abbiamo iniziato molto aggressivi, siamo stati bravi nel tenere l'uno contro uno, a non concedere canestri facili. Continuiamo così"

Italia - Israele 82-52

Gentile in azione:

20 per Mekel, l'unico ad alzare la testa tra le fila di Israele, delude Casspi, a sprazzi Eliyahu, con la partita già in ghiaccio. 

20.00 - Nei 10 minuti finali, Pianigiani concede la scena a Della Valle e Polonara. Buone risposte da entrambi, ma è da sottolineare la lucida prova di Cinciarini, così come l'orgogliosa "battaglia" di Melli.

27, per la serata in ufficio del professor Gentile. Alessandro predica sui due lati del campo, un ghepardo dietro, un leader davanti. Gallinari spende il giusto, in attesa di esami più probanti. Si ferma Bargnani, nelle prossime ore la sentenza sull'Europeo del mago. 

Vittoria mai in discussione, con l'Italia che arriva all'intervallo con un confortevole +10. La spallata decisiva ad inizio terzo quarta. Gli azzurri inceneriscono le marce alte e spazzano via la tenue resistenza israeliana. 

Kadir sbaglia l'ultimo tiro, finisce 82-52, l'Italia rifila 30 punti a Israele e decolla verso i quarti, in attesa di conoscere i prossimi rivali. 

4° Quarto, -1'10 - Aradori, un leone! Piccole cose, segnali che indicano la forza azzurra.

Mekel prende la via centrale, ma l'Italia dietro è sontuosa, fino al 40!

Tiene palla Gentile, poi prende il fallo di Kadir, l'Italia è ai quarti e attende Lituania o Georgia. 

4° Quarto, -4'10 - Della Valle, dall'angolo, si muove la retina. 

Bravo Hackett a punire le braccia alte di Dawson. Dentro anche Gentile, Pianigiani mantiene alta la tensione. 

Gallinari!! Cancella il contropiede!!

4° Quarto, -5'50 - Scende la qualità del gioco, tre attacchi modesti dell'Italia. Cusin sulla panca del cambio. Grande dedizione di Melli, il primo su ogni palla vagante.

Eliyahu, bel perno, ma la sensazione netta è che sia questione di tempo. Partita chiusa dalla scarica azzurra nel terzo. 

4° Quarto, -8'40 - Mekel addosso a Hackett, fallo del play israeliano, poi tripla di Della Valle!

Esordio per Della Valle, in campo Aradori, Hackett, Polonara, Pianigiani richiama le prime stelle. 

28 a 9! Questo il clamoroso parziale del terzo quarto azzurro. Un concerto che suona una musica suadente, un'Italia che gioca, difende e diverte. Quarti ora veramente a un'incollatura. 

3° Quarto - Belinelli!!!! Che roba è????? Tripla totalmente fuori equilibrio!!!

25 signori, 25 di Ale Gentile! +28!

Polonara attacca il recupero e si iscrive alla partita. Palleggio - arresto e tiro educatissimo!

3° Quarto, -2'20 - Mette a referto i due liberi Gentile, nuovamente +24 per gli azzurri. 

Dentro Polonara sul finire del terzo quarto, Gentile, nel frattempo, impazza in area. Fallo, questa volta, di Eliyahu.

Brutto fallo subito da Cinciarini, si scaldano gli animi, Israele alza l'intensità fisica. 

Secondo di Melli per fermare la ripartenza di Israele, dopo l'errore di Danilo Gallinari. 

3° Quarto, -3'00 - Melli! Finta, tripla!! 

Rovesciata Belinelli!!! L'Italia scappa via!!

3° Quarto, -4'00 - Il pugno alto di Melli, l'urlo della folla, +20 Italia!

Senza senso!!! Gentile!! Senza ritmo, senza niente!!! Un pugno al cuore israeliano, tre che fanno malissimo!!

Fa saltare la difesa, giro sul perno, due del Gallo da sotto. 

3° Quarto, -6'40 - Cinciariniiiiii!! +17!! Gentile sfonda, apre per Belinelli, passaggio extra e tripla del play dalla zona centrale!

Terzo pesante di Cusin, aggredito da Casspi. Senza Bargnani, un problema per l'Italia.

3° Quarto, -7'50 - Gentile, in post basso! Guadagna spazio, si butta indietro, segna, subisce il fallo e mette il libero aggiuntivo! Il padrone della partita!

Gentile, senza paura, da tre!! 

3° Quarto, -8'55 - Blocco esagerato di Cusin, secondo fallo gratuito. 

Super Belinelli su Eliyahu! Partenza lenta davanti per l'Italia, con Cusin che non raccoglie il gioiello di Gentile. 

19.22 - Bargnani con qualche problema a polpaccio e caviglia, è fuori dalla partita. Confermato Cusin. 

Si torna in campo, squadre a colloquio con i due tecnici. 20 minuti dividono Italia e Israele da quarti e addio. Chi sale sul carro della gloria?

Situazione falli sotto controllo. Solo Hackett, nei 12 di Pianigiani, con due "penalità". Tre, dall'altra parte, per Fischer, due per Casspi e Kadir. 

19.10 - In casa Israele, 13 di un ottimo Mekel, 8 di Casspi. 

12-5-2 di un fenomenale Ale Gentile, 9, tutti nel primo quarto per Belinelli. Gallinari, al momento, silente, 2/5, in attesa degli eventi. 

Aradori è nel posto giusto al momento giusto! Due, sotto canestro, sulla sirena! Più 10 Italia all'intervallo lungo! Permane il dubbio sulle condizioni di Bargnani, in panchina e al momento sottoposto a cure mediche. 

Gentile a rimbalzo d'attacco, dopo il passo indietro e tiro di Gallinari. Aiuto perfetto di Cusin, con stoppata, canestro valido per la terna, così non è dalle immagini. 

2° Quarto, -1'07 - Mekel beffa Cusin, due rapidi per Israele. 

Kadir lotta e strappa il rimbalzo, dopo la buona giocata di Casspi. Grande difesa di Gentile però e dall'altra parte è il n.1 dell'Olimpia a sfondare per l'ennesima volta!

Si abbassa Israele, è Kadir ora a riempire l'area.

2° Quarto, -2'05 - Terzo di Fischer, ubriacato da Gentile! Italia in bonus.

Problemino per Bargnani. Zoppica ricadendo sul parquet dopo una conclusione fuori misura. 

Il momento di Gentile. L'Italia si affida a lui per uscire dal momento difficile. Altra penetrazione, 1/2 ai liberi.

2° Quarto, -3'50 - Gentile! Dentro centralmente, devastante!

Mekel! 5 in fila! Israele a meno 4, a contatto. Prima sfortunato Gentile, tripla sputata dal ferro. 

Fischio generoso. Casspi scivola e c'è contatto con Aradori. Per la terna è fallo dell'azzurro.

2° Quarto, -6'10 - Gioco a due Mekel - Fischer e schiacciata a due mani. Momento difficile, ecco il numero 8. Gallinari toglie le castagne dal fuoco, canestro da fuoriclasse. 

Parziale di 4-0 per Israele, Pianigiani ferma la partita e rimette Gentile sul terreno di gioco. Time-out Italia. 

2° Quarto, -7'40 - Hackett e sono tre! Mekel spegne il fuoco, ma è comunque +11 Italia. 

Melli lotta a rimbalzo, Casspi commette il secondo fallo, buona notizia per Pianigiani. Dentro anche Aradori. Schiaccia, a seguire, Melli, al momento una squadra al comando.  

2° Quarto, -9'20 - Circolazione rapida, idee chiare. Hackett attacca e subisce il contatto. Fallo di Fischer. Poi Aradori, Belinelli e ancora Hackett, due d'autore. 

Sulla sirena!! Belinelli!! Tre triple che spaccano la partita!! Più nove Italia dopo 10 minuti di gioco. 7 di un chirurgico Bargnani, la difesa è in partita, ottavo azzurro al momento. L'ultimo mattone è di Cusin, perfetto nell'oscurare la vallata a Mekel. 

1° Quarto - 50 secondi al primo intervallo. Melli deraglia su Casspi. Tocca alla stella NBA sorreggere Israele. 

Dentro-fuori Melli da lontano. Pianigiani varia anche la regia, Hackett per Cinciarini. 

1° Quarto, -2'30 - Ancora! Ancora Belinelli!! Da tre!! 

Girandola di cambi in casa Israele, Green difende bene su Gallinari, ma la difesa azzurra risponde chiudendo la porta all'offensiva avversaria. 

Mano sinistra poetica di Gallinari, in sottomano a battere Fischer. 

1° Quarto, -4'22 - Casspi pesca Fischer, due più uno, Israele accorcia. 

Botta e risposta, da tre, Belinelli - Casspi, ma Bargnani punisce ancora Israele, più 6 Italia. 

1° Quarto, -5'35 - Si iscrive alla partita anche Casspi. Guadagna due liberi, trasforma il primo. 

1° Quarto, -5'40 - Meraviglioso Gentile! Annulla Mekel, va dentro dall'altra parte e gli azzurri alzano la voce nuovamente!

1° Quarto, -7'26 - Bargnani punisce da tre, Casspi esagera, si mette in partita la squadra di Pianigiani. Anche da due il Mago, più 5 Italia. 

1° Quarto, -8'45 - I primi due dell'Italia sono di Gentile, Mekel mette a ferro e fuoco la difesa azzurra. 

18.30 - Si salta per la palla a due, primo possesso per Israele. 

Cinciarini in regia, torna Belinelli, confermati Gentile, Gallinari e il Mago Bargnani. Pianigiani va con i migliori. 

18.28 - Fari su Casspi e Eliyahu, pericoli in casa Israele. Poca forza fisica, maggior propensione a un gioco rapido, queste le caratteristiche, in breve, dei nostri avversari. 

Risuona l'Inno di Mameli, volti che raccontano tensione e attesa. l'Italia si batte per entrare tra le migliori otto d'Europa. 

18.25 - La presentazione delle due squadre. Pianigiani batte il cinque ai suoi, è LA partita, dentro o fuori, dopo i ribaltoni, continui, di Berlino. 

18.15 Quindici minuti al match. Ultimi tiri di riscaldamento in vista della palla a due. Tra cinque minuti circa la presentazione delle squadre e gli inni nazionali. Tutto è pronto per la sfida !

18.05 Chiuderà la giornata la sfida tra Lituania e Georgia. Chi vince andrà ai quarti di finale e sfiderà la vincente della sfida che sta per iniziare tra Italia ed Israele. 

18.00 A mezz'ora dal match, una delle chiavi della sfida. Attenzione particolare alla partita, oltre all'Europeo in generale, di Andrea Bargnani. Il Mago è in palla come non mai in Nazionale, e stasera contro i non irresistibili lunghi israeliani potrebbe fare la differenza. Questa la partita del lungo dei Nets contro la Serbia. 

17.50 Questa, nel frattempo, una splendida panoramica del palazzetto di Lille. 

17.45 In attesa dell'inizio del match, i risultati dei primi sei incontri degli ottavi di finale. 

Lettonia-Slovenia 73-66
Grecia-Belgio 75-54
Spagna-Polonia 80-66
Francia-Turchia 76-53 
Croazia-Repubblica Ceca 59-80 
Serbia-Finlandia 94-81

17.35 Entriamo in diretta con le immagini degli azzurri che sono da pochi minuti sul parquet di Lille dove tra poco meno di un'ora iniziera il nostro ottavo di finale contro Israele. 

17.30 Buonasera amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale, live ed, degli ottavi di finale di EuroBasket 2015. Il terzo match di giornata vedrà impegnata la squadra che teniamo maggiormente a cuore, l'Italia di Simone Pianigiani e di Gallinari e Belinelli, che a Lilla affronterà Israele di coach Edelstein. Da Andrea Bugno e da tutta la redazione basket di Vavel Italia, l'augurio di un piacevole pomeriggio in nostra compagnia. 

13 settembre, ore 18.30: è il momento dell'Italia agli ottavi di finale di EuroBasket 2015. Dopo le quattro partite di ieri e le due appena concluse, sul parquet dello splendido palazzetto di Lilla si troveranno di fronte la seconda classificata del gruppo A, Israele (3-2), e la terza del gruppo B, l’Italia (3-2). Gli israeliani vengono da un girone eliminatorio molto ben giocato, l’Italia dalle due imprese di quello che è stato definito come il “girone di ferro” di questi Europei. E' dentro o fuori. Win or go home, come direbbero dall'altra parte dell'Oceano. Avanti azzurri!

Come arrivano le squadre al match

I ragazzi di Coach Edelstein hanno esordito col botto, superando la Russia (grossa delusione della manifestazione continentale) e la Finlandia. Sconfitta indolore all’overtime contro la Bosnia, prima di superare nel confronto diretto la Polonia di Gortat, assicurandosi il secondo posto e lasciando a riposo i giocatori principali contro laFrancia, che ha spazzato via gli israeliani in una gara fra seconde linee dei rispettivi roster. 

L’Italia si presenta alla sfida nel miglior momento della nazionale azzurra da 10 anni a questa parte, ed ovviamente può giovarsi dei favori del pronostico. La pressione potrebbe sembrare tutta dalla parte di Gallinari e compagni, ma Israele non è una squadra che un occhio attento sottovaluterebbe. Un inizio a dir poco complicato, due partite da grandissima squadra, e infine la passerella finale contro quella che, dati numerici e tecnici alla mano, ha dimostrato di essere la squadra più forte in circolazione. Si può riassumere così l'andamento dell'Italia nel gruppo disputato a Berlino, ma ora bisogna mettersi alle spalle tutto questo, le cinque partite disputate in quello che, a detta di tutti, era il girone di ferro di questo Eurobasket 2015. Bisogna pensare alla prossima partita, al prossimo avversario e a un quarto di finale da raggiungere, per sentire un po' più forte l'odore di Olimpiadi.

Italia-Turchia
Italia-Islanda
Italia-Spagna
Italia-Germania
Italia-Serbia

Nonostante la presenza nel girone decisamente più difficile di tutta la competizione, le qualità, come i limiti e le difficoltà, degli azzurri sono emerse tutte nelle cinque gare fin qui disputate. Secondo miglior attacco del torneo con 87 punti segnati a gara, ma anche la terza peggior difesa con altrettanti punti subiti. L'Italia ha messo in mostra anche un discreto gioco di squadra, piazzando circa 18.5 assist di media a gara, ottava del torneo, ma ha tuttavia quasi sempre sofferto contro le squadre che vanno bene a rimbalzo (Israele per fortuna non lo è del tutto): 34 le carambole guadagnate dagli azzurri (17mi del lotto). 

Le parole di Pianigiani

“Israele è una squadra che gioca una pallacanestro particolare, diversa, di grande corsa e grande transizione. Il movimento continuo in attacco di uomini e palla crea situazioni anomale che ti fanno impazzire. Difensivamente, come da tradizione, mescolano e cambiano molto tenendo l’area sempre piena. E’ uno stile di gioco chiaro e diverso che nessuno è abituato a fronteggiare. E’ una squadra che ti fa aprire l’area e non ti da punti di riferimento. La difficoltà riguarda il fatto che in una partita da dentro o fuori, giochi contro una squadra da un'identità chiara ma anche dal gioco inusuale. Ci troveremo di fronte una squadra che fa degli scivolamenti molto veloci, che gioca tanti pick and roll persino tra guardie, ma anche finti pick and roll, con tanto contropiede nelle proprie vene e un movimento continuo che porta gli avversari a tenere l'area vuota. Dobbiamo evitare di subire canestri imbarazzanti, è successo a chi ha affrontato Israele e temo che potrà succedere anche a noi, visto che loro fanno tanto movimento”.

L'analisi di coach Dalmonte

Area
Israele è la squadra che ha, in tutto l’Europeo, più conclusioni da due. Il 70% dei tiri/punti da due li costruiscono dentro la cosiddetta “area pitturata”.
Contropiede, tagli back door, post basso e penetrazioni al ferro degli esterni sono le fonti principali che costruiscono il target offensivo israeliano. Dovremo negare tiri/punti da due in modo specifico dentro l’area sarà l’obiettivo primario della nostra partita. 

Uno contro uno
Importante per tutti contro tutti. Decisiva sarà la responsabilità individuale contro Mekel, Casspi ed Eliyahu, perché in tutte le voci la somma dei tre costituisce il 75% dell’attacco israeliano. Da monitorare l’impatto panchina di Ohayon, giocatore di primissimo livello come esperienza europea di club, e Fisher per l’apporto di tutto ciò che è gioco interno. 

Difesa
Storicamente Israele propone cambi sistematici su ogni pick&roll (eccetto i minuti in cui gioca Fisher) e difese molto zonate capaci di collassare l’area garantendo rotazioni in continuità. Sarà importante la nostra capacità di leggere le varie possibili difese che Israele può proporre con/senza Fisher), senza che le differenti proposte rompano il nostro senso e ritmo offensivo. 
Altrettanto importante come riusciremo ad ampliare il campo garantendoci spaziature larghe e un ritmo di passaggi per rispondere alle loro rotazioni. 

L'analisi di Vavel

Leader tecnico ed emotivo della squadra è l’ala dei Sacramento Kings Omri Casspi. Quest’ultimo viene impiegato con un minutaggio astronomico da coach Edelstein: nelle 4 partite giocate, viaggia ad una media di 37.8 minuti a partita, risultando il miglior marcatore dei suoi con 18.5 punti e il miglior rimbalzista con 7.5 carambole a partita, davanti all’americano naturalizzato D’or Fischer. L’ex Mavericks, il play Gal Mekel, è secondo nei punti con 14.8 e primo negli assist con 5 cioccolatini da scartare a partita. Il dato più interessante è però quello dell’ala grande Eliyahu, le cui 4 assistenze abbondanti a partita ne fanno un giocatore pericolosissimo quando riceve palla in post alto.

L’attacco tipo di Israele comincia dalle mani di Mekel, si sviluppa attraverso il gioco alto-basso tra Fischer ed Eliyahu, che in post alto controlla il piazzamento dei suoi. Limonad e Kadir si dividono equamente lo spot di guardia, cercando insieme a capitan Casspi di allargare il più possibile il campo. A questo punto, l’attacco viene finalizzato dopo una fitta rete di passaggi di ispirazione motion offense, ma che possono anche concludersi rapidamente se l’ala grande riesce a pescare il taglio degli esterni verso il canestro, secondo principi che ricordano molto la Princeton offense di Carriliana memoria.

Clicca qui per leggere l'analisi completa di Luca Sisto. 

Le ultime dai ritiri ed i probabili quintetti

Lo starting five azzurro dovrebbe essere quello visto contro Spagna e Germania, ovvero con Daniele Cinciarini in posizione di playmaker, Alessandro Gentile e Marco Belinelli in posizione di esterni, Danilo Gallinari da ala forte e Andrea Bargnani a lavorare in posizione di pivot.

Israele risponderà con Gal Mekel da playmaker, Raviv Limonad e Lior Eliyahu a completare il pacchetto degli esterni, Omri Casspi in posizione di ala forte e D'or Fischer da pivot. 

I roster

Italia

#00 Amedeo Della Valle (1993, 194, G, Grissin Bon Reggio Emilia)
#3 Marco Belinelli (1986, 196, A/G, Sacramento Kings – NBA)
#4 Pietro Aradori (1988, 194, G, Grissin Bon Reggio Emilia)
#5 Alessandro Gentile (1992, 201, G/A, EA7 Emporio Armani Milano)
#8 Danilo Gallinari (1988, 205, A, Denver Nuggets – NBA)
#9 Andrea Bargnani (1985, 213, C/A, Brooklyn Nets – NBA)
#12 Marco Cusin (1985, 211, C, Vanoli Cremona)
#13 Luigi Datome (1987, 201, A, Fenerbahce Ulker -TUR)
#17 Nicolò Melli (1991, 205, A, Brose Bamberg - GER)
#20 Andrea Cinciarini (1986, 193, P, EA7 Emporio Armani Milano)
#23 Daniel Hackett (1987, 197, P/G, Olympiacos - GRE)
#33 Achille Polonara (1991, 203, A, Grissin Bon Reggio Emilia)

Commissario Tecnico: Simone Pianigiani
Assistenti: Luca Dalmonte, Mario Fioretti, Marco Esposito

Israele

#5 Dagan Yivzori (’85, 190, G, Maccabi Tel-Aviv)
#6 Shawn Dawson (’93, 195, G, Maccabi Rishon-Lezion)
#7 Gal Mekel (’88, 190, P/G, Stella Rossa Belgrado – SRB)
#8 Lior Eliyahu (’85, 203, A, Hapoel Gerusalemme)
#9 Omri Casspi (’88, 204, A, Sacramento Kings – NBA)
#10 Raviv Limonad (’84, 191, P/G, Hapoel Tel-Aviv)
#11 Elishay Kadir (’87, 202, A, Hapoel Eilat)
#12 Yogev Ohayon (’87, 191, P/G, Maccabi Tel-Aviv)
#14 Yaniv Green (’80, 204, C, Hapoel Gerusalemme)
#15 D’or Fisher (’81, 211, C, Hapoel Gerusalemme)
#16 Boris Rothbart (’86, 217, C, Hapoel Tel-Aviv)
#23 Bar Timor (’92, 191, P/G, Hapoel Gerusalemme)

All: Erez Edelshtein
Ass: Lior Lubin, Alon Stein

L'analisi tattica

La chiave tattica della partita sarà nell’imposizione del pace, il ritmo della gara. L’Italia deve puntare ad aumentare il numero di possessi, facendo correre gli israeliani e sfruttando magari il proprio quintetto atipico con Gallinari da “4” tattico. Israele ha un gioco molto più tradizionale, con doppio lungo e gestione oculata dei possessi, senza attaccare il rimbalzo d’attacco ma puntando all’equilibrio e alla transizione difensiva dopo il tiro. L’Italia deve stare attenta a non concedere punti da palla persa, che potrebbero aumentare l’autostima degli avversari, nonché le percentuali. Sembra banale, non lo è: aumentando il ritmo della gara, il rischio di palla persa e di errori nella gestione dei possessi è più elevato. Un rischio al quale Israele si sottrae per principio, anche se le partite ad eliminazione diretta sono tutt’altra cosa rispetto al girone e provocano una maggiore pressione nelle giocate.

I precedenti

I precedenti contro Israele sorridono e non poco agli azzurri, che nelle 38 partite giocate fino ad oggi ne hanno portate a casa ben 29, a fronte delle 9 perse. 18 le partite giocate nelle fasi finali del Campionato Europeo, con gli azzurri sempre in netto vantaggio per 15 a 3. L'ultimo precedente risale all'amichevole del 18 agosto 2013 quando Israele vinse di 4. 

L'avvicinamento ad EuroBasket dell'Italia

Italia

La cartolina che l'Italia porta via con sè da Trieste contiene certamente un sole più splendente rispetto a quello che si è intravisto al termine dei quadrangolari disputati a Tbilisi, e soprattutto a Capodistria, con quest'ultima città che ha visto la versione peggiore della Nazionale azzurra dall'inizio del lungo cammino di preparazione ad Eurobasket 2015. E non ci facciamo illudere più di tanto dal fatto che tutte le gare disputate nello scorso weekend contro Georgia, Michigan State e Russia siano state vinte, due delle quali con il minimo scarto, ma dall'atteggiamento avuto dai ragazzi guidati da Simone Pianigiani, specialmente in una situazione di emergenza divenuta più chiara ed evidente proprio nel ritorno in patria per disputare l'ultimo torneo di preparazione.

Italia-Olanda 64-52
Italia-Austria 64-54
Italia-Germania 68-69
Italia-Lettonia 82-63
Italia-Estonia 85-61
Italia-Georgia 87-87-67
Italia-Finlandia 86-72
Italia-Ucraina 75-77
Italia-Slovenia 67-76
Italia-Georgia 91-90
Italia-Michigan State 90-69
Italia-Russia 68-63