Cavs e Thompson, parla James: "Si deve risolvere, è una distrazione"

Il numero 23 della franchigia dell'Ohio si è detto perplesso per la mancanza del raggiungimento di un accordo, a training camp ormai cominciato.

Cavs e Thompson, parla James: "Si deve risolvere, è una distrazione"
Cavs e Thompson, parla James: "Si deve risolvere, è una distrazione"

I Cleveland Cavaliers e Tristan Thompson non sono ancora riusciti a raggiungere un accordo per il nuovo contratto. L'ala forte, che ha disputato l'anno passato le Finals con LeBron e compagnia, è l'ultimo free agent di spessore rimasto libero. Eppure nessuno sta provando a prenderlo perché tutti sanno che è già dei Cavs. Ma il contratto, ad oggi, tarda ad essere firmato.

E proprio LeBron James, che ha sempre elogiato il compagno di squadra, ha parlato della faccenda: “Io credo che questa stia diventando una distrazione per tutti noi. Una squadra che punta al titolo, e quindi ad una stagione lunga, non può permettersi di dover ancora risolvere certe situazioni durante il training camp".

Sappiamo tutti che Tristan (Thompson, ndr) è un giocatore di primissimo livello e non ci vogliono di certo le statistiche per capire che l'anno scorso ci è stato fondamentale.”

Insomma, il Re non le ha mandate a dire. Vuole fortemente che il numero 13 sia riconfermato ma, come detto, ancora non lo è stato.

La differenza tra domanda ed offerta, come si suol dire, è però ancora molto elevata. Thompson ha già rifiutato un contratto da 52 milioni in 5 anni e, al momento, richiede il massimo salariale, ovvero attorno ai 94 milioni di dollari. I Cavs si sono invece fermati ad 80.

Riusciranno a mettersi d'accordo o alla fine, Philadelphia e Portland, le uniche altre con spazio per pagarlo, strapperanno il giocatore a James?