NCAA - La scuola italiana non mente!

Impresa dei giovani talenti italiani Mussini e Alibegovic, la sfiorano solo invece Akele e Oliva.

NCAA - La scuola italiana non mente!
Federico Mussini esulta dopo l'ennesima tripla andata a buon fine

Magnifica impresa al Madison Square Garden davanti a oltre 13.000 spettatori per Federico Mussini (cresciuto nella Reggiana) e Amar Alibegovic (scuola Stella Azzurra, fratello di Mirza Alibegovic che gioca a Brescia in A2). I St. John's Red Storms battono la più quotata Syracuse Orange 84-72 al termine di una partita giocata ad altissimi livelli. Fino a settimana scorsa Syracuse stazionava nella Top 25, ma la sospensione del loro coach Boeheim da parte della NCAA e qualche sconfitta gli ha fatti precipitare fuori.

Federico Mussini è il vero trascinatore dei suoi, decide di tirare solo da tre punti e realizza 17 punti (5/7 dall'arco e 2/2 ai liberi) con 3 rimbalzi, 3 assist e 1 palla rubata. Amar Alibegovic parte invece dalla panchina ma si inserisce al meglio mettendo a referto 15 punti (5/6 al tiro, 3/4 da tre) sfiorando la doppia doppia con 9 rimbalzi e 3 assist. Il solito Michael Gbinije cerca di salvare Syracuse con 21 punti e 7 rimbalzi, ma non bastano e per cui i Red Storms possono festeggiare questa impresa.



Ricordiamo anche le prestazioni degli altri due ragazzi cresciuti in Italia che giocano in NCAA. Nicola Akele (scuola Venezia) partendo dalla panchina ha realizzato 2 punti e 1 rimbalzo nella sconfitta dei suoi Rhode Island Rams contro i Nebraska Cornhuskers

Pierfrancesco Oliva (scuola Siena) invece ha anche lui sfiorato l'impresa come Mussini e Alibegovic, realizzando 4 punti con 4 rimbalzi nella sconfitta all'ultimo secondo dei suoi Saint Joseph's Hawks contro i più quotati Temple Owls.