Quattro sconfitte in Eurocup, ma tre qualificate al prossimo round

Trento e Reggio Emilia si incontreranno in un suggestivo doppio derby nel prossimo girone, Venezia prende i temibili russi dello Zenit.

Quattro sconfitte in Eurocup, ma tre qualificate al prossimo round
Adrian Banks (Brindisi) applaude i compagni

GIRONE A

Dominion Bilbao Basket – Dolomiti Energia Trento 104-91
(34-22, 58-36, 82-63, 104-91)

Scappano nel primo tempo gli spagnoli, che segnano 58 punti e non vengono più recuperati. Trento gioca una partita di gran cuore non mollando mai il match e cercando di rimanerci dentro fino alla fine. MVP è Clevin Hannan di Bilbao autore di 22 punti (3/3 da tre) e 8 assist, il top scorer di Trento è Dominique Sutton autore di 20 punti (4/5 da tre). Trento passa alla prossima fase con il secondo posto, ora incontrerà Trazbonspor, Reggio Emilia e una tra Pinar Karsiyaka e Zielona Gora (provenienti dall’Eurolega).

Dominion Bilbao Basket Punti: Hannan 22, Bertans 16, Hervelle 13. Rimbalzi: Begic 4, Hannan 4. Assist: Hannan 8.
Dolomiti Energia Trento Punti: Sutton 20, Sanders 14, Pascolo 12. Rimbalzi: Wright 4, Sutton 4. Assist: Poeta 7.

Classifica Girone A: Bilbao 8-2, Trento 7-3, Union Olimpija 5-5, Nanterre 4-6, Oldenburg 4-6, Bonn 2-8



GIRONE B

Alba Berlino – Enel Basket Brindisi 80-79 (18-28, 42-41, 63-64, 80-79)

Rischia tantissimo l'Alba Berlino che, davanti al suo pubblico, rimane in silenzio fino all’ultimo secondo. Brindisi gioca infatti una partita di ottia fattura e mette il seria difficoltà i tedeschi. Quando Kadji segna il +1 Brindisi a 20 secondi dal termine, gli oltre 7000 della Mercedes Benz Arena sembrano scomparire. Milosavljevic cerca di segnare il canestro della vittoria ma lo sbaglia, Kresimir Loncar però è pronto sotto canestro, prende il rimbalzo offensivo e realizza il tap-in buzzer beater che regala la vittoria alla sua squadra. L'Alba era comunque qualificata al prossimo round vista la disfatta di Le Mans contro il Ludwigsburg  (90-49 per i tedeschi). Nonostante la sconfitta MVP del match è il brindisino Adrian Banks, che realizza 27 punti con 8 rimbalzi e 3 palle rubate.  Ottima prova anche di Scott Reynolds autore di 21 punti e del berlinese Jordan Taylor che conclude con 18 punti (5/6 dal campo, 2/3 da tre).

Alba Berlino Punti: Taylor 18, Milosavljevic 14, Loncar 13. Rimbalzi: Watt 7, Milosavljevic 7. Assist: Cherry 4.
Enel Basket Brindisi Punti: Banks 28, Reynolds 21, Kadji 13. Rimbalzi: Banks 8, Gagic 5. Assist: Reynolds 4.

Grissin Bon Reggio Emilia – Herbalife Gran Canaria Las Palmas 73-78 (22-16, 35-30, 56-56, 73-78)

Sfiora il primo posto del girone Reggio Emilia che per molti minuti conduce il match. Nel finale il talento di alcuni giocatori del Gran Canaria emerge e la Grissin Bon non riesce a contrastarlo. Vista la contemporanea disfatta del Le Mans, Reggio scivola al terzo posto, sopravanzata pure dal Ludwigsburg. I migliori in campo sono l’intramontabile Darjus Lavrinovic, che realizza 20 punti (7/7 dal campo, 6/7 ai liberi) e viene eletto MVP del match nonostante la sconfitta, e Pietro Aradori, autore anche lui di 20 punti. Il migliore di Gran Canaria è il playmaker scuola Gonzaga Kevin Pangos che realizza 15 punti e dispensa 7 assist. Importante l’apporto anche di Alen Omic, che conclude con 12 punti (9 realizzati negli ultimi 5 minuti sui 17 totali realizzati da Gran Canaria) e 7 rimbalzi. Ora Reggio Emilia incontrerà Trento nel derby tutto italiano. Gruppo che potrebbe vedere una sfida Turchia-Italia con due rappresentanti per nazione.

Grissin Bon Reggio Emilia Punti: Lavrinovic 20, Aradori 20, Veremeenko 11. Rimbalzi: Della Valle 6, Polonara 5. Assist: Pechacek 4.
Herbalife Gran Canaria Las Palmas Punti: Pangos 15, Omic 12, Salin 12. Rimbalzi: Omic 7, Newley 4. Assist: Pangos 7.

Classifica Girone B: Gran Canaria 8-2, Ludwigsburg 7-3, Reggio Emilia 6-4, Alba Berlino 5-5, Le Mans 3-7, Brindisi 1-9.



GIRONE C

CAI Zaragoza – Umana Reyer Venezia 82-72
(18-14, 36-35, 57-46, 82-72)

Perde Venezia che esce dal match a inizio secondo tempo senza riuscire più a chiudere il gap. Per fortuna Valencia batte il Charleroi, dopo un primo tempo tirato, grazie ad un parziale di 20-0 ad inizio secondo tempo. Il migliore dei veneti è Hrvoje Peric autore di 17 punti con 9 rimbalzi, ottima prova anche di Mike Green che realizza 16 punti con 7 assist e 4 rimbalzi. MVP del match è però il locale Norel Henk che conclude con 21 punti e 7 rimbalzi. Venezia conclude il proprio girone al quarto posto per via degli scontri diretti sfavorevoli con Ulm. Il suo prossimo girone sarà composto da Ludwigsburg (già presente nel girone di Brindisi e Reggio Emilia), Zenit San Pietroburgo (che ha perso uno dei migliori giocatori Kyle Landry per infortunio) e una tra Pinar Karsiyaka e Zielona Gora.

CAI Zaragoza Punti: Henk 21, Linhart 12, Jelovac 12. Rimbalzi: Jelovac 9, Linhart 8. Assist: Henry 6.
Umana Reyer Venezia Punti: Peric 17, Green 16, Tonut 11. Rimbalzi: Peric 9, Tonut 4. Assist: Green 7.

Classifica Girone C: Valencia 10-0, Zaragoza 7-3, Ulm 4-6, Venezia 4-6, Spirou Charleroi 3-7, Nancy 2-8.