Eurolega, Top 16: big match Fenerbahce - Panathinaikos, il Bamberg di Melli fa visita al Real

Seconda parte della prima giornata di queste Top 16, spicca il big match tra Fenerbahce e Panathinaikos, mentre il Bamberg di Melli va a Madrid.

Eurolega, Top 16: big match Fenerbahce - Panathinaikos, il Bamberg di Melli fa visita al Real
Eurolega, Top 16: Fenerbahce-Panathinaikos big match, il Bamberg di Melli fa visita al Real

Nella seconda parte della prima giornata delle Top 16 (quest'anno senza squadre a rappresentare il nostro paese), il big match è quello tra il Fenerbahce di Gigi Datome e il Panathinaikos dell'eterno Diamantidis, mentre il sorprendente Bamberg di Melli fa visita al Real Madrid.

Ovviamente la nostra preview parte dalla grande sfida di Istanbul, dove si scontreranno due delle migliori difese dell'intero torneo (i Turchi sono i migliori con soli 70.7 punti concessi a partita) nonché le favorite per il primo posto nel girone. I Greci sono reduci da una strisica di quattro vittorie consecutive e si affideranno nuovamente all'apporto di Nick Calathes in regia e della leggenda Diamantidis per espugnare Istanbul. Dall'altra parte i Turchi, oltre a contare sul fattore casalingo, dovranno puntare parecchio sull'atletismo del trio sottocanestro Vesely-Antic-Udoh e sull'estro del proprio backcourt formato da gente come Hickman e Sloukas, anche perché i Greci sono la migliore organizzazione difensiva sul perimetro e per Datome, Bogdanovic e Kalinic sarà parecchio difficile prendere tiri facili ed aperti da dietro l'arco.

Prima impegnativa anche per il Bamberg di Nicolò Melli, che avrà il compito di rompere lo storico 0-20 nelle Top 16 contro i campioni in carica del Real Madrid, in netta ripresa dopo l'inizio davvero negativo e l'eliminazione quasi sfiorata. La chiave per la prima storica vittoria tedesca nella seconda fase di Eurolega passerà sicuramente dal tiro da 3, infatti i tedeschi sono i migliori tiratori da tre punti della competizione (39,3%) mentre i Blancos sono un po' carenti nel difendere il perimetro. Ma la vera sfida per il Bamberg sarà a livello difensivo, dove la truppa di Andrea Trinchieri sarà chiamata ad arginare la strapotenza offensiva di Sergio Llull, Jaycee Carroll, del tuttofare Jonas Maciulis e di Gustavo Ayon. A livello offensivo, invece, i tedeschi si affideranno alla grinta di Melli (MVP del mese di Novembre) e alla versatile frontline formata da  Daniel Theis, Darius Miller e Leon Radosevic.

Le altre partite del Gruppo del Bamberg in programma sono Cedevita Zagabria-Lokomotiv Kuban e Anadolu Efes-Stella Rossa. Nella prima partita i Croati del Cedevita ospiteranno i Russi del Lokomotiv Kuban per la loro prima volta in una Top 16 di Eurolega. A tenere banco sarà il grande ritorno di Dontaye Draper, che torna in Croazia dopo aver guidato, da MVP della competizione, il Cedevita alle finali di Eurocup del 2011. La seconda sfida, invece, offre davvero parecchi spunti interessanti, infatti, oltre alla sfida speciale per Dusan Ivkovic, si potranno vedere le sfide tra Marko Jovic (record di assist con i 19 messi a referto lo scorso Novembre) e Thomas Heurtel (apice di 15 assist in una partita per lui) in regia o quella tra Maik Zirbes ("top big-scoring man" della competizione con circa 16 punti di media) e Bryant Dunston (miglior difensore per due anni consecutivi). Insomma un match che regalerà sicuramente tanto spettacolo e che varrà sicuramente il prezzo del biglietto. Infine l'ultimo match in programma è quello tra Zalgiris Kaunas e Laboral Kutxa, dove andrà in scena la sfida tra il miglior team offensivo (gli spagnoli con 85 punti per partita) e quello peggiore (i lituani con appena 67 punti per partita); nonostante ciò questo dato è poco rilevante, infatti il Laboral viene comunque da una striscia negativa di 1 vinta e 4 perse. La gara, per gli spagnoli, potrebbe decidersi soprattutto sotto-canestro, dove a far la differenza potrebbe essere il gigante greco Ioannis Borousis, leader per rimbalzi (9.6 a partita) e performance index rating (23.6 per gara). Per i lituani, invece, la tattica vincente potrebbe essere quella di tenere bassi i ritmi di gara ed affidarsi al proprio frontcourt (Paulius Jankunas, Brock Motum, Ian Vougioukas e Robertas Javtokas) per risolvere la pratica Laboral.