Eurocup e FIBA Europe Cup: La sera della verità

Tante italiane oggi si giocheranno le loro ultime speranze. Venezia si presenta rimaneggiata in Russia, Milano, Varese e Trento possono assicurarsi il primo posto nel girone, Reggio Emilia affronta proprio Trento in un derby di vitale importanza, Sassari e Cantù vedono lontana la qualificazione ma non possono mollare.

Eurocup e FIBA Europe Cup: La sera della verità
Eurocup e FIBA Europe Cup: La serata della verità

EUROCUP

SAN PIETROBURGO - L'Umana Reyer Venezia (2-2) apre la giornata delle italiane in Russia contro lo Zenit San Pietroburgo (3-1). Una sfida molto complicata che i veneti affronteranno senza tre importanti giocatori. Infatti Hrvoje Peric, Mike Green e Tomas Ress sono rimasti in Italia per recuperare i rispettivi infortuni, lasciando coach Recalcati con una squadra molto corta. I russi con una vittoria si assicurerebbero il primo posto e per l'occasione dovrebbe esordire il nuovo centro Kaspars Berzins, che aveva iniziato la stagione al Nizhny Novgorod. Probabilmente Venezia farà il possibile per restare nel match e nel caso non riuscisse a vincere proverà il tutto per tutto settimana prossima contro lo Stelmet Zielona Gora (2-2), che ospita i tedeschi del Ludwigsburg (1-3) oramai quasi eliminati.


 

MILANO - L'EA7 Emporio Armani Milano (3-1) ha l'occasione per assicurarsi il primo posto davanti al suo pubblico contro l'Alba Berlino (2-2), con la quale aveva perso all'andata. I lombardi recuperano Rakim Sanders, MVP delle scorse finali scudetto, che esordirà finalmente in maglia Olimpia. I tedeschi si presentano con il nuovo ingaggiato Robert Lowery, messo sotto contratto per via degli infortuni di Niels Giffey e Jordan Taylor. Milano deve vincere per chiudere la pratica del girone e non rischiare nella prossima settimana in Grecia contro l'Aris Salonicco (2-1), che questa settimana sarà impegnato contro il Neptunas Klaipeda (1-2) in Lituania.


 

REGGIO EMILIA - E' nuovamente tempo di derby europeo al PalaBigi, la Grissin Bon Reggio Emilia (2-2) affronta nuovamente la Dolomiti Energia Trento (3-1) che all'andata aveva vinto 82-63. Molto complicato per i padroni di casa ribaltare lo scarto subito, soprattutto vista la persistente assenza di Rimantas Kaukenas (incerti i tempi di recupero) e i dolori di Vladimir Veeremenko (ancora in dubbio dopo aver saltato la partita contro Cantù). Trento si presenta con i recuperati Trent Lockett e Jamarr Sanders, che hanno superato i problemi fisici delle scorse settimane, e cercherà di chiudere la pratica qualificazione prendendosi il primo posto. A tenere a galla ancora Reggio Emilia ci ha pensato ieri il Pinar Karsiyaka (2-3) che ha battuto a domicilio i connazionali del Trabzonspor (2-3) con un perentorio 76-43. Mentre Trento nell'ultima partita sarà impegnata davanti al proprio pubblico contro il Trabzonspor, Reggio Emilia dovrà volare in Turchia per affrontare il Pinar Karsiyaka. Una sconfitta oggi per gli emiliani sarebbe molto difficile da digerire e potrebbe costare il prossimo turno, assicurando però a Trento una inaspettata prima posizione nel girone.


 

SASSARI - Tutto pronto al PalaSerradiMigni dove i padroni di casa del Banco di Sardegna Sassari (2-2) affronteranno gli ungheresi dello Szolnoki Olaj (1-3) che gli avevano sorpresi nella gara di andata. I sardi cercheranno sicuramente di vincere, sperando in una contemporanea vittoria del Galatasaray (3-1) in Spagna contro il CAI Zaragoza (2-2). I turchi sarebbero cosi sicuri della qualificazione, lasciando qualche spiraglio in più per Sassari che non ha ribaltato la differenza punti contro Zaragoza. Sarà necessaria una vittoria anche in Turchia probabilmente per essere sicuri della qualificazione. Sarà anche la prima partita senza MarQuez Haynes, che ha lasciato la squadra passando al Panathinaikos. Non saranno presenti probabilmente invece nè Kenny Kadji, di ritorno a casa dopo 6 mesi a Brindisi, nè il nuovo play Josh Akognon, che finirà la stagione in Cina solo nel weekend.


 

FIBA EUROPE CUP

VARESE - Ultima partita del girone per la Openjobmetis Varese (4-1) che si sposta nel piccolo abitato di Gussing (solo 3900 abitanti) in Austria per guadagnarsi il primo posto nel girone contro i locali Knights (1-4). I lombardi hanno acquisito la qualificazione vincendo contro i ciprioti dell'AEK Larnaka (3-2) all'ultimo secondo con un buzzer beater di Varanauskas, il primo posto però non è ancora blindato. Nell'attesa dell'arrivo di Chris Wright, Varese si presenta ancora senza Daniele Cavaliero, ancora out, e Ramon Galloway, che ha salutato il team passando ad Omegna. Il primo posto potrebbe essere blindato grazie ad una sconfitta dei ciprioti che saranno impegnati in Bielorussia contro il Tsmoki Minsk (2-3), squadra che è ancora in lotta per la qualificazione proprio con loro.


 

CANTU' - Purtroppo servirà un'impresa alla Foxtown Cantù (2-3) per passare il girone dopo la brutta sconfitta rimediata contro il Tartu Rock (1-5) la scorsa settimana in casa. Infatti gli estoni hanno perso malamente ieri in casa contro l'Enisey Krasnoyarsk (3-3) 70-96 e a Cantù serve una vittoria con almeno 28 punti di scarto contro lo Chalon Saone (5-0), squadra già qualificata al primo posto ma temibile. I francesi però si presentano senza il loro centro titolare Devin Booker, infortunatosi nella partita di campionato giocata lunedi, e senza preparare il match. Si può allora sperare in una vittoria larga, ma bisognerà realizzare almeno 90 punti e i francesi dovranno uscire completamente dal match. Situazione complicata ma bisogna provarci, essendo la FIBA Europe Cup un dichiarato obiettivo societario.