Basket - Rio 2016, Venezuela alla seconda apparizione alle Olimpiadi

La squadra venezuelana, dopo aver vinto il "South America Championship", si presenta in Brasile con la volontà di riscattare la brutta figura fatta nell'unica apparizione ad un Olimpiade fino ad ora cioè quella in Spagna nel 1992.

Basket - Rio 2016, Venezuela alla seconda apparizione alle Olimpiadi
Rio 2016, Venezuela alla seconda apparizione alle Olimpiadi

Il Venezuela cerca il salto di qualità: dopo una serie di successi ottenuti nei tornei sudamericani, infatti, il roster di Nestor "El Chè" Garcia vuole sorprendere nell'appuntamento più importante, l'Olimpiade. Non sarà facile in quanto la "vinotinto" è capitata nel girone più difficile del torneo, quello A, con Serbia, USA, China, Francia ed Australia

L'obiettivo dei venezuelani però è quello di non sfigurare dinanzi a nazionali più strutturate e maggiormente favorite per la vittoria finale. I risultati raggiunti dalla "vinotinto" negli ultimi 20 anni stanno a dimostrarlo, infatti nel 1991 vincono il "South America Championship", ottenendo poi un 2° posto nel 1997, e tre terzi posti nel 1999, 2001 e 2004. L'anno successivo i venezuelani vincono una medaglia di bronzo nel "FIBA Americas Championship", mentre tre anni dopo arriva un 3° posto nel "South America Championship". Meglio va nel 2012 con il roster sudamericano che conclude al 2° posto, ma è con l'arrivo di Nestor Garcia in panchina che giungono le vittorie nel torneo sudamericano sia nel 2014 che nel 2016, mentre nel 2015 il 1° posto al "FIBA Americas Championship" ha garantito alla squadra venezuelana la qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016.

Nestor Garcia ha deciso di affidarsi a questi giocatori in vista del torneo olimpico:

Luis Bethelmy PF 14/10/1986 200 cm
Nestor Colmenares PF 5/9/1987 203 cm
Juan Coronado PF 11/10/1990 203 cm
John Cox SG 6/7/1981 196 cm
David Cubillan PG 27/7/1987 183 cm
Gregory Echenique C 23/11/1990 206 cm
Cesar Garcia SG 24/5/1990 192 cm
Windi Graterol PF 10/9/1986 205 cm
Heissler Guillent PG 17/12/1986 183 cm
Dwight Lewis SF 7/10/1987 198 cm
Miguel Marriaga C 6/6/1984 206 cm
Anthony Perez SF 29/9/1993 205 cm
Miguel Ruiz PF 20/12/1990 202 cm
Gregory Vargas PG 18/2/1986 182 cm
Javinger Vargas C 5/3/1990 206 cm
Jose Vargas SG 23/1/1982 196 cm
Greivis Vasquez SG 16/1/87 197 cm

Una squadra guidata, come dicevamo in precedenza, da Nestor "El Chè" Garcia, nato l'11/1/1965 a Bahia Blanca, Buenos Aires. Nel suo palmares vanta 4 titoli nazionali conquistati tra Argentina, Venezuela ed Uruguay. Nel 1994 il campionato argentino vinto con il Penarol de Mar del Plata, dodici anni dopo con i Trotamundos Carabobo la vittoria nell'ambito nazionale venezuelano. Dopodichè Garcia si trasferisce in Uruguay dove vince il campionato 2008/09 con il Club Bigua de Villa Biarritz. Il ritorno in Venezuela coincide con la vittoria del titolo nazionale nel 2011 con la squadra dei Marinos de Anzoategui. Non finisce qui perchè in ambito internazionale si aggiunge il titolo del "Campeonato Sudamericano de Clubes Campeones" nel 2008 con il Club Biguà de Villa Biarritz. Tra il 2012 ed il 2016 si susseguono ben 4 vittorie: la prima con l'Argentina che vince da padrona di casa il "South America Championship"; dopodichè nel 2014, coach Garcia ottiene lo stesso successo con il Venezuela; nel 2015 il 1° posto al "FIBA Americas Championship" garantisce ai venezuelani l'accesso alle Olimpiadi di Rio 2016. Proprio nell'anno seguente arrivano gli ultimi 2 trofei: la "Liga de las Americas" con il Club Guaros De Lara ed il "South America Championship" con il Venezuela.

Il segreto che ha portato Garcia ad ottenere tutti questi successi sta nell'aver saputo abbinare la fisicità dei propri lunghi con la qualità dei giocatori perimetrali: nel roster che il tecnico venezuelano si porterà in Brasile, sono presenti tanti elementi che faranno valere la propria presenza all'interno del pitturato e nello stesso tempo dovranno creare lo spazio giusto per permettere a giocatori come Guillent, Gregory Vargas e soprattutto Vasquez di poter esprimere tutto il proprio potenziale sia da oltre l'arco che nell'attacco al canestro.

L'esordio per la squadra, classificata come 22a nel ranking FIBA, non è affatto semplice: i venezuelani apriranno il loro torneo il 6/8 contro la Serbia, dopodichè arriveranno i temibili USA l'8/8, la Cina il 10/8, la Francia il 12/8 ed infine l'Australia il 14/8.