FIBA Champions League - Esordio da dimenticare per Venezia, KO in Francia (68-49)

Pesante sconfitta a Le Mans per la Reyer Venezia, che crolla nel secondo tempo sotto i colpi di Pearson e Yeguete. Peric unico orogranata in doppia cifra, con undici punti.

FIBA Champions League - Esordio da dimenticare per Venezia, KO in Francia (68-49)
LE MANS
68 49
REYER VENEZIA

Pesante tonfo in terra francese per l’Umana Reyer Venezia, che crolla a Le Mans con il punteggio di 68-49, maturato dopo un pessimo secondo tempo, in particolare nel quarto periodo, con il parziale di 18-7 a favore di Le Mans, trascinata da un ottimo Yeguete, autore di una doppia doppia da 15 punti e undici rimbalzi.

Pessima giornata per i tiratori veneziani, che vanno a segno solo quattro volte su ventisei tentativi, con una percentuale del 15%, decisamente imbarazzante per una squadra che annovera buoni tiratori in ogni ruolo. Per i veneziani è il momento di voltare la pagina, in quanto domenica c'è lo scontro diretto a Bologna contro Reggio Emilia e martedì si torna al Taliercio per la FIBA Champions League, dovendo affrontare il Pinar Karsiyaka.

Twitter Le Mans
Twitter Le Mans

I transalpini partono con il piede giusto, aprendo con un 5-2, su firma di Yeguete, ma Peric permette alla Reyer di restare in scia, mentre McGee impedisce la fuga di Le Mans con la tripla del -3 (11-8) a quattro minuti dalla prima sirena. Salgono di colpi i lagunari nei minuti finali, grazie alla superiorità a rimbalzo e firmano il sorpasso con un 4-0 ad opera di Ejim e Ortner, chiudendo il primo quarto sul 13-14.

Nel secondo parziale, l’equilibrio regna sovrano a partire dai primi possessi: Tonut apre le danze, mentre Yarou e Gelabale rispondono colpo su colpo e i francesi vanno sul 19-16, prima della tripla di Ejim, che permette a Venezia di impattare dopo due minuti e mezzo di gioco. Un positivo Yeguete si rivela un rebus per la difesa orogranata, trovando due canestri che valgono il +3, ma Haynes pareggia a quota 25 con una bomba, a centottanta secondi dalla sirena. Nell’ultimo minuto, Peric trova il sorpasso, ma i francesi operano il controsorpasso e chiudono all’intervallo con lo score di 30-27, con McGee che non trova la preghiera dalla lunga distanza.

Al rientro in campo, Hagins trova quattro punti consecutivi, che valgono il sorpasso reyerino in avvio (30-31), mentre i padroni di casa non restano a guardare e reagiscono con le triple di Pearson e Konate, volando sul 39-34 in pochi minuti. Sul 43-34 per i francesi, Tonut e Peric evitano il tracollo dei veneziani, dopo una sfilza di triple mancate, con un parziale di 6-1, che permette ai lagunari di restare in gara, sul 44-40 a due minuti dalla terza sirena. Filloy chiude il parziale di 8-1, per il -2, ma Pearson ridà linfa e ossigeno ai compagni con la bomba del +5, mentre Cornelie gela gli ospiti con un tiro da tre allo scadere in angolo e Le Mans chiude il quarto sul 50-42.

Dopo tre minuti di caccia al piccione, con numerose triple andate a vuoto, sblocca per primo Haynes con una schiacciata bimane in traffico, ma Yarou risponde con un canestro+fallo, mantenendo invariato il +8. I veneti non concretizzano i viaggi in lunetta, mentre Le Mans prende il largo, volando sulla doppia cifra di scarto a cinque minuti dal termine, con un +11 (55-44), maturato ai tiri liberi. Negli ultimi minuti, gli orogranata gettano i remi in barca, che maturano la sconfitta all’esordio stagionale nella FIBA Basketball Champions League, con il punteggio di 68-49 sulla sirena.

REYER: Peric 11 punti, Hagins 10 rimbalzi, Haynes 3 assist

LE MANS: Pearson 20 punti, Yeguete 11 rimbalzi, Watson 9 assist