Basket Champions League - La Reyer ritorna a vincere in casa, battendo il Maccabi Rishon (73-61)

Importante vittoria casalinga dei veneti, che ritrovano, per ora, il sorriso, grazie ad una buona prova di McGee ed Ejim con l'apporto di Peric e si rimettono in carreggiata nella FIBA Champions League

Basket Champions League - La Reyer ritorna a vincere in casa, battendo il Maccabi Rishon (73-61)
http://www.reyer.it/
Umana Reyer Venezia
73 61
Maccabi Rishon
Umana Reyer Venezia: Haynes 11, Ejim 17, Peric 10, Bramos 3, Visconti, Filloy 3, Ress, Ortner 8, Criconia ne, Viggiano 5, McGee 16. All. De Raffaele.
Maccabi Rishon: Richard 4, Hilliard 5, Hanochi, Dawson 7, Ben Chimol 13, Nekrashevich ne, Zalmanson 9, Thomas 16, McCrea 4, Baloul ne, Kadir 3. All. Shivek
SCORE: Parziali: 16-18; 33-32; 56-54

La Reyer c’è e ottiene una vittoria fondamentale per il cammino europeo, battendo meritatamente il Maccabi Rishon sul parquet del Taliercio, con lo score di 73-61. Protagonisti della serata McGee ed Ejim, con l’aiuto di un ritrovato Peric. 

La Reyer, orfana di Tonut e Jamelle Hagins, scende in campo per dare una sterzata in un momento negativo, dopo la bruciante sconfitta esterna a Pesaro, maturata nell’ultimo minuto di gara, alla ricerca della seconda vittoria, dopo il passo falso in Ucraina. Venezia si affida al tiro pesante, ma va a segno solo una volta su cinque tentativi, con l’ellenico Bramos, ma gli ospiti non riescono ad incidere e nasce un avvio di gara condizionato da molti errori al tiro e falli. Dopo quattro minuti, sono gli ospiti a condurre di una lunghezza (5-6), mentre Thomas tenta l’allungo, con la tripla del +4, prima della controrisposta di Peric, seguito da una penetrazione di un funambolico McGee, che realizza il 10-9. Negli ultimi minuti, la musica non cambia, Ejim tiene a freno le volontà di fuga degli israeliani, chiudendo il primo parziale sul 16-18. Nel secondo periodo, Ejim trova il sorpasso, con una tripla su rimbalzo offensivo, replicando nell’azione successiva e Venezia si porta sul 21-18, dopo meno di due minuti di gara. Il timeout degli ospiti non porta gli effetti sperati e i veneti alimentano il primo break della partita, con dieci punti consecutivi, con la firma di Haynes (26-18). Il Maccabi Rishon resta a contatto, andando a segno solo in lunetta per sei minuti, con i punti di Kadir, portandosi sul -4 (29-25). Nel finale, i lagunari non concretizzano in attacco, permettendo il recupero degli ospiti, che si portano sul -1 all’intervallo (33-32). 


Di ritorno sul parquet, l’Umana trova sei punti, firmati dal duo americano Haynes-McGee, tuttavia Dawson non fallisce dall’arco, mantenendo il Maccabi in carreggiata (41-40), con sei minuti da giocare. La Reyer arranca nei minuti successivi, l’antisportivo di Peric permette al Maccabi di riportarsi in vantaggio sul 46-48 a tre minuti dalla sirena, ma Filloy realizza l’immediato controsorpasso, dall’angolo. Negli ultimi giri di lancetta, Ejim porta la Reyer sul +2, mentre McGee trova una tripla dall’alto coefficiente di difficoltà a 17 secondi, ma arriva la pronta risposta degli ospiti, con la tripla sulla sirena di Thomas, sul 56-54. Dopo due minuti di magra, Ortner apre con un canestro e fallo, portando la Reyer sul 58-54, gli fa eco Peric, che sigla una pesante tripla. Ben Chimol prova a mettere paura a Venezia, ma Ejim e Ortner rispondono presente, realizzando il +6 a due minuti e mezzo dalla fine. Haynes prova a mettere fine, con una tripla dall’angolo destro per il più nove a un minuto e cinquanta dalla sirena finale (69-60). Sul finale McGee e Haynes allargano il tabellino, chiudendo sul 73-61 e si mettono alle spalle, per ora, le critiche.