Serie A2, Scafati terra fertile: Tortona raccoglie la vittoria al PalaMangano

Una gran bella Tortona trova di nuovo il successo dopo la sconfitta infrasettimanale a Siena. Scafati perde ancora e lascia il campo tra i fischi dei propri tifosi.

Serie A2, Scafati terra fertile: Tortona raccoglie la vittoria al PalaMangano
Johnson e Fischer
Givova Scafati
68 75
Orsi Tortona
Givova Scafati: Fischer 25, Crow 6, Fantoni 13, Baldassarre 4, Ammannato 6, Panzini 5, Perez 0, Matrone n.e., Santiangeli 2, Johnson 7. Allenatore: Perdichizzi.
Orsi Tortona: Greene 15, Cosey 16, Alviti 0, Ricci 6, Sanna 0, Reati 15, Conti n.e., Mascherpa 5, Garri 13, Cucci 5. Allenatore: Cavina.
SCORE: (24-17, 33-37, 47-56)

Arriva un altro passo falso per Scafati, che è alla quarta sconfitta consecutiva. Nonostante ci siano stati diversi miglioramenti dall'ultimo match casalingo con Ferentino, la cura Perdichizzi ancora non sortisce effetto e la Givova resta ultima in classifica a quota 4. Vittoria importante, invece, per la Orsi Tortona che non perde il passo delle prime e resta nella zona calda della classifica. La squadra di Cavina dimostra grande compatezza per larghi tratti del match anche se a volte ha dei black out che permettono agli avversari di piazzare dei preoccupanti parziali; tuttavia, nei momenti chiave del match, i bianconeri hanno trovato bene la bussola del gioco che gli ha permesso di portare i due punti a casa.

LA CRONACA - Tortona parte con una difesa iper-aggressiva e propizia subito due palle recuperate a metà campo. Scafati, però, si trova un Fischer caldissimo che realizza due triple consecutive e porta avanti (8-5) i giallo-blu. Pian piano i padroni di casa prendono le misure alla difesa avversaria e, ancora grazie a Fischer (16 punti dopo 10’), si portano a +11 (19-8) a 2’30” dalla fine del periodo. Dal canto proprio, Cosey prova a rispondere con 6 punti di fila ma la Givova, alla prima pausa, è avanti 24-17. 

Gli ospiti faticano non poco a trovare la via del canestro e sono fortunati perché Scafati non ne riesce ad approfittare più di tanto: dopo 14’, infatti, si è solo sul 27-17. La prima realizzazione bianconera nel quarto arriva dopo quasi 5’ di gioco con Garri. Ed è proprio il lungo ex Biella a dare una scossa ai suoi che riescono a piazzare un mini-break di 6-3 (30-23); coach Perdichizzi, preoccupato di un rientro ospite, corre ai ripari con un timeout che, però, non ha l’esito desiderato: la Orsi continua il suo parziale e si spinge fino al +3 (31-34) al 19’. Il primo tempo termina come meglio non avrebbe potuto per Tortona: vantaggio sul 33-37 ed un’inerzia di gioco tutta dalla propria parte.

La Orsi riprende il discorso da dove la aveva interrotto pochi minuti prima: in avvio di periodo schiaccia il piede sull’acceleratore e vola a +15 (35-50) dopo 4’30” dall’inizio della ripresa. L’ingresso in campo di Johnson rivitalizza un po’ i giallo-blu che tornano a -8 (42-50). La gara si inasprisce sempre di più e nell’ultima parte del quarto il gioco si spezzetta molto. I bianconeri, però, tengono bene a bada la reazione di Scafati e al 30’ si è sul 47-56.

I padroni di casa hanno bisogno di una scossa in avvio di periodo, ma Tortona riesce a tenere bene botta ed amplia ancora il suo vantaggio (49-63 al 33’). Un 11-0 (60-65) scafatese – frutto anche di un fallo antisportivo – a 3’ dalla fine, rimette in partita la squadra di casa ed il PalaMangano. La squadra di Cavina fatica a trovare tiri puliti e Scafati, spinta dal proprio pubblico, ha tutta l’inerzia dalla propria parte. A meno di 1’ dal termine, però, la Givova spreca un attacco che l’avrebbe riportata ad un possesso di distanza dagli avversari e dice addio alla possibilità di vincere: Tortona passa al PalaMangano con il risultato di 68-75.

MVP Vavel: Garri.