FIBA Champions League - Il Banvitspor risorge nella ripresa ed elimina l'AS Monaco

Dopo un primo tempo in chiaroscuro, Jordan Theodore si carica la squadra sulle spalle e la porta in finale eliminando i francesi. Sicuramente le sirene dell'Eurolega aumenteranno ancora dopo questa prestazione.

FIBA Champions League - Il Banvitspor risorge nella ripresa ed elimina l'AS Monaco
Jordan Theodore ringrazia i tifosi a fine match (basketballcl.com)
Banvispor
83 74T
AS Monaco
Banvispor: Theodore 21 - Orelik 16 - Korkmaz 13 - Vidmar 12 - Chappell 10 - Kulig 7 - Gecim 4 - Muric 0 - Gokalp 0 - Akyel NE - Sonmez NE - Mutlu NE Coach Sasa Filipovski
AS Monaco: Shuler 20 - Ouattara 11 - Bost 10 - Caner-Medley 9 - Gladyr 8 - Wright 7 - Davies 5 - Fofana 2 - Sy 2 - Rigot 0 - Aboudou 0 Coach Zvezdan Mitrovic
SCORE: Parziali: 14-23, 23-22, 18-8, 28-21 Aggregati: 14-23, 37-45, 55-53, 83-74
NOTE: Semifinale di Champions League, Pabellon de Deportes di Tenerife

Prima semifinale disputata sul campo neutro di Tenerife tra i turchi del Banvitspor e i francesi dell'AS Monaco. Una partita che ha visto partir forte i francesi, dominati però nel secondo tempo dal gioco corale dei detentori della coppa di Turchia. 37-45 il parziale dei primi venti minuti, ribaltato a 83-74 a fine match.
Ora i turchi si giocheranno il trofeo contro la vincente della seconda semifinale, che vede impegnati i padroni di casa dell'Iberostar Tenerife e l'italiana Umana Reyer Venezia. La finale assegnerà la prima coppa della prima Champions League, oltre ad un cospicuo bonus monetario.

MVP del match è la stella Jordan Theodore, che chiude con una doppia doppia da 21 punti e 11 assist. Ottime anche le prestazioni di Gediminas Orelik (16 punti e 5 rimbalzi) e del diciannovenne Furkan Korkmaz (13 punti con 4/6 da tre). Il migliore dei francesi è invece Jamal Shuler (20 punti), che era appena stato recuperato da un infortunio che lo teneva out da settimane. Bene anche Dee Bost, che nell'ultimo quarto ha provato a trascinare i suoi (10+7 alla fine), mentre hanno deluso il giustiziere della Dinamo Sassari Sergi Gladyr (8 punti ma solo 1/5 da tre) e l'americano naturalizzato bosniaco Zach Wright ( 7 punti con 3/12 al tiro).

CRONACA - La partenza del Monaco è bruciante, con la doppia cifra di vantaggio raggiunta dopo solo 8 minuti di gioco (6-18). I turchi hanno reagito grazie al suo miglior giocatore Theodore, che ha permesso di contenere il vantaggio alla fine dei primi dieci minuti (14-23). Nel secondo quarto il Banvitspor riesce a rientrare fino ad un possesso di distanza dopo 18 minuti di gioco (36-39), ma negli ultimi 120 secondi subisce una serie di canestri che riampliano il distacco (37-45).
Le difese la fanno da padrona in apertura di secondo tempo, infatti dopo ben sei minuti solo 7 punti vengono segnati (42-47).  La squadra turca ha maggior intensità e nel minuto finale riesce prima a pareggiare e poi sorpassare i francesi, concludendo un ottimo parziale di 18-8 (55-53). Nell'ultimo quarto il Banvit prova subito la fuga (60-55), ma Monaco ritrova Bost (prestazione in chiaroscuro) e impatta (60-60). Entrambe le squadre iniziano a rispondersi a suo di triple (Chappell, Orelik e Korkmaz da un lato, l'ottimo Shuler, Ouattara e Gladyr dall'altro).  Sono il 2+1 del lituano Orelik,seguito immediatamente da un altro 2+1 di Theodore a spaccare il match (75-69). Bost fa 0/2 dalla lunetta ma cattura due importanti rimbalzi offensivi che tengono in vita i francesi, fino all'ennesima tripla di Korkmaz con 40 secondi da giocare che mette la pietra sul match (80-74). Alla routine dei tiri liberi i turchi incrementano ancora il vantaggio e conquistano la finale (83-74).