Eurobasket 2017- Slovenia, buona la prima! (90-81)

Gli uomini di Kokoskov, guidati da un super Goran Dragic, conquistano agevolmente il primo match del gruppo A di Eurobasket. La Polonia insegue per tutta la durata del match e tenta un improbabile rientro nel finale salvo poi inchinarsi agli avversari.

Eurobasket 2017- Slovenia, buona la prima! (90-81)
Dragic, Slovenia. Fonte foto: http://www.fiba.basketball/eurobasket/2017.
Slovenia
90 81
Polonia
Slovenia: randolph 7, rebec, dragic 30, nikolic 3, prepelic 10, muric 4, blazic 5, vidmar 11, zagorac, dimec 6, cancar 3, doncic 11. all: kokoskov.
Polonia: sokolowski 3, cel 8, slaughter 12, kulig 4, zamojski 7, ponitka 22, waczynski 7, koszarek, gielo 3, karnowski 11, gruszecki, hrycaniuk 4. all: taylor.
SCORE: 1Q: 24-22; 2Q: 29-24; 3Q: 21-12; 4Q: 16-23;
ARBITRO: Cristiano MARANHO (BRA), Apostolos KALPAKAS (SWE), Arnis OZOLS (LAT).
NOTE: INCONTRO VALEVOLE PER LA FASE A GRUPPI DI EUROBASKET 2017. SI GIOCA ALLA Helsinki Arena DI HELSINKI. INIZIO ORE 12.45.

La Slovenia si aggiudica alla Helsinki Arena il match inaugurale di Eurobasket 2017, battendo senza troppi problemi la Polonia di coach Taylor e portandosi subito al comando del gruppo A della competizione. Prestazione eccellente di Dragic, autore in totale di trenta punti, due rimbalzi catturati e quattro assist. I polacchi, nonostante l’ottima prova di Ponitka, autore di ventidue punti e tredici rimbalzi, subiscono la prima sconfitta europea in altrettanti match, pagando le troppe palle perse in attacco e una difesa decisamente rivedibile. Tra le file degli sloveni degna di nota anche la prestazione di Doncic, con valutazione complessiva di diciassette.

Slovenia. Fonte foto: http://www.fiba.basketball/eurobasket/2017.
Slovenia. Fonte foto: http://www.fiba.basketball/eurobasket/2017.

Coach Kokoskov schiera Dragic in regia con Nikolic e Doncic sul perimetro. Muric e Vidmar completano il quintetto titolare. Risponde Taylor con Ponitka a guidare la squadra, Cel e Karnowski sotto canestro. Esternamente agiscono Koszarek e Waczynski.

Ad inizio match avanzano a braccetto le due squadre, Cel e Ponitka refertano i primi punti per i polacchi, Dragic è incontenibile in transizione e mette cinque punti consecutivi. Gli attacchi continuano ad avere la meglio sulle difese e si segna molto, Karnowski comanda nel pitturato, la Slovenia risponde sfruttando la rapidità delle proprie guardie. Il primo allungo lo provano gli uomini di Kokoskov, Vidmar lotta sotto le plance e trova due canestri, replicano Waczynski e Ponitka ma Doncic e Blazic infilano un rapido parziale di 5-0. L’inserimento di Slaughter si rivela un’arma in più per Taylor, sei punti ravvicinati del naturalizzato riportano sotto la Polonia, con la tripla di Nikolic e il canestro di Ponitka, il primo quarto si chiude sul 24-22.

Super avvio di secondo periodo della Slovenia, due triple consecutive di Prepelic e Cancar costringono Taylor al time-out immediato. Al rientro i polacchi appaiono ancora distratti e con qualche palla persa di troppo servono a Dragic due facili layup, il divario si allarga a dodici punti. L’unico a reagire ancora è Ponitka, l’ala di Tenerife segna e riduce più volte lo scarto. Dragic non ci sta, segna cinque punti con bomba dall’arco riportando saldamente davanti i suoi. A poco più di tre minuti dall’intervallo lungo l’attacco sloveno s’inceppa, il parziale di 0-8, con il neo entrato Hrycaniuk sugli scudi, riporta a -3 la Polonia. Nell’ultimo minuto, il solito Dragic riprende in mano le redini del gioco, a fine primo tempo la Slovenia è in vantaggio di sette punti (53-46).

Randolph, Slovenia. Fonte foto: http://www.fiba.basketball/eurobasket/2017.
Randolph, Slovenia. Fonte foto: http://www.fiba.basketball/eurobasket/2017.

Altro avvio shock per la Polonia ad inizio terzo periodo. Per oltre tre minuti Ponitka e compagni, complice l’ottima difesa slovena, non trovano la via del canestro, i punti di Dragic, Prepelic e Muric spingono fino al +15 la compagine di Kokoskov. La tripla di Cel smuove finalmente il punteggio per i polacchi, Vidmar e Kulig si alternano a canestro dal pitturato, Dimec e Blazic refertano l’ennesimo parziale sloveno superando i venti punti di vantaggio. A fine quarto la Polonia ha finalmente una reazione di orgoglio, i canestri di Kulig, Ponitka e Gielo, intervallati dai due liberi di Randolph, fermano il punteggio sul 74-58.

La tripla di Sokolowski dopo pochi secondi dall’inizio dell’ultima frazione di gioco ridà qualche speranza di rientro alla Polonia. Dragic e Doncic tengono alta l’intensità, segnano ancora sette punti e respingono i nuovi tentativi di rientro di Zamojski. Gli uomini di Taylor non mollano mai, nella fase centrale del quarto l’unico a trovare un canestro per la Slovenia è Randolph, Karnowski e Ponitka segnano a ripetizione e si riportano a otto lunghezze. Nel finale Slaughter e Ponitka provano ancora un disperato rientro ma gli sloveni, con il cronometro dalla loro, gestiscono e vincono 90-81.