Eurobasket 2017- Colpo Slovenia, anche la Grecia si inchina al duo Dragic-Doncic (78-72)

Gli uomini di Kokoskov vincono ancora e si tengono in testa nel gruppo A di Eurobasket. La Grecia riesce a rientrare ad inizio secondo tempo salvo poi cedere il passo agli avversari nel finale.

Eurobasket 2017- Colpo Slovenia, anche la Grecia si inchina al duo Dragic-Doncic (78-72)
Doncic, Slovenia. Fonte foto: http://www.fiba.basketball/eurobasket/2017.
Slovenia
78 72
Grecia
Slovenia: randolph 8, rebec, dragic 20, nikolic, prepelic 16, muric 6, blazic, vidmar 6, zagorac, dimec, cancar, doncic 22. all: kokoskov.
Grecia: calathes 6, bourousis 9, sloukas 18, pappas 10, papagiannis 10, printezis 10, papanikolaou 4, mantzaris, agravanis, papapetrou 5, bogris, antetokoumpo. all: missas.
SCORE: 1Q: 23-13; 2Q: 12-17; 3Q: 17-28; 4Q: 26-14;
ARBITRO: Cristiano MARANHO (BRA), Antonio CONDE (ESP), Martins KOZLOVSKIS (LAT).
NOTE: INCONTRO VALEVOLE PER LA FASE A GRUPPI DI EUROBASKET 2017. SI GIOCA ALLA Helsinki Arena DI HELSINKI. INIZIO ORE 15.30.

La Slovenia si aggiudica alla Helsinki Arena anche la terza gara di Eurobasket 2017, battendo una Grecia mai doma e confermandosi corazzata del gruppo A della competizione. Prestazione ottima di Doncic, autore in totale di ventidue punti, cinque rimbalzi catturati e tre assist. I greci, nonostante la positiva prova di Sloukas, autore di diciotto punti e sei assist, sprecano l’importante rientro di inizio secondo tempo e subiscono così la seconda sconfitta consecutiva dopo quella contro la Francia. Tra le file degli sloveni degna di nota anche la buona prestazione di Prepelic, con valutazione complessiva di tredici.

Coach Kokoskov schiera Dragic in regia con Nikolic e Doncic sul perimetro. Muric e Vidmar completano il quintetto titolare. Risponde Missas con Sloukas a guidare la squadra, Printezis e Papagiannis sotto canestro. Esternamente agiscono Calathes e Papanikolaou.

Ottima partenza della Slovenia, Vidmar e Dragic firmano i primi sei punti della gara. Sloukas e Calathes sono i primi a mettere un freno alla corsa slovena ma sale presto in cattedra Dragic e i greci rimangono sotto di sei lunghezze. A metà quarto Papagiannis e Papanikolaou accorciano le distanze nel punteggio, si vede finalmente nel match Doncic e arriva la replica immediata con due bei canestri in successione. Gli ultimi minuti sono tutti sloveni, Bourousis e Printezis provano a limitare i danni ma con le bombe dall’arco di Prepelic e Doncic il risultato alla fine del periodo è di 23-13.

Dopo il primo intervallo breve gli ellenici scendono in campo con un piglio differente. Dopo il botta e risposta di Randolph e Pappas arriva il primo vero break greco, Printezis e Bourousis guidano lo 0-6 complessivo. Dragic e Prepepelic sono gli ultimi ad arrendersi ma l’inerzia è ancora per i ragazzi di Missas e prima Papapetrou, dall’arco, e poi Pappas riducono le distanze a soli quattro punti. A fine primo tempo Papagiannis è il fattore in attacco per la Grecia, Doncic non si fa intimorire e risponde colpo su colpo tenendo a distanza gli avversari (35-30).

L’inizio di secondo tempo è scioccante per Dragic e compagni, la Grecia alza il ritmo e sull’onda del secondo quarto infila subito nove punti consecutivi con quasi tutto il quintetto in campo a referto. Randolph segna e prova a suonare la carica ma gli ellenici sembrano indiavolati, Sloukas guida il nuovo parziale di 0-6 e la Grecia è sul +7. Doncic e Prepelic tentano un rientro scrollandosi di dosso le paure degli ultimi minuti ma Sloukas e Papanikolaou replicano. A fine frazione di gioco la Slovenia sbaglia qualche libero di troppo e la Grecia torna sul +6 con i punti di Bourousis (52-58).

La Slovenia non è ancora doma e Dragic lo mostra subito con cinque punti dopo l’ultimo riposo. Printezis e Papapetrou si tengono il vantaggio ma Prepelic e Doncic hanno altre idee. Pappas referta ancora punti a metà periodo ma il break sloveno è dietro l’angolo, Doncic e Muric spingono forte e arriva l’8-0 con conseguente vantaggio. Calathes e Sloukas segnano e cercano l’aggancio ma Dragic è incontenibile per la difesa greca e tiene ancora a distanza gli avversari. Gli ultimi assalti della Grecia si abbattono sul muro sloveno, Prepelic e Randolph segnano in lunetta e il match si conclude con il risultato di 78-72.