Eurobasket 2017 - Italia terza, le pagelle della sfida alla Georgia: Datome stoico, Aradori in grande spolvero

Ottimi Datome e Aradori, bene anche Belinelli. Ecco le pagelle complete dell'Italbasket nella vittoria contro la Georgia.

Eurobasket 2017 - Italia terza, le pagelle della sfida alla Georgia: Datome stoico, Aradori in grande spolvero
Luigi Datome - Fonte immagine: www.twitter.com/italbasket

L'Italia gioca bene per 30 minuti contro la Georgia, ma cala tremendamente nell'ultimo periodo rischiando di compromettere una vittoria che arriva nei secondi conclusivi grazie alla stoppata decisiva di Datome. Proprio il capitano e Aradori migliori in campo, bene anche Belinelli; in calo Nicolò Melli.

DATOME - VOTO 8. Molto bene capitan Gigi che trascina l'Italia nei momenti di difficoltà: quando la Georgia si avvicina è sempre lui il primo a rispondere. Fondamentale anche in fase difensiva, oltre ai 14 punti messi a referto. Mezzo voto in più per la stoppata decisiva su Shermadini che ha evitato un overtime piuttosto scomodo.

ARADORI - VOTO 7.5. Probabilmente la sua miglior partita dell'europeo. Messina gli concede 20 minuti e lui lo ripaga con 12 punti e 7 rimbalzi "silenziosi". Lucidissimo nel fare sempre la scelta migliore, peccato per il 2/4 dalla lunetta nel finale che ci ha fatto rischiare molto, ma la sua prestazione rimane altissima.

BELINELLI - VOTO 7. Perfetto nei primi minuti, sparisce lentamente alla distanza. Qualche decisione sbagliata in attacco e la solita difesa approssimativa ma la sua partita rimane comunque positiva; 15 punti il suo bottino.

FILLOY - VOTO 7. Non ci sorprende più ormai la prestazione di Filloy che si alterna alla perfezione con Hackett, prendendo fiducia con diversi canestri da due. La sua grinta è il simbolo di questa Italia; esce stremato nel finale.

HACKETT - VOTO 7-. Enigmatica la partita di Daniel Hackett, che dopo aver iniziato bene perde lo smalto risultando poco incisivo in attacco. Torna in campo nell'ultimo minuto dopo aver riposato molto e salva l'Italia riportandola sul +1.

CUSIN - VOTO 6. Così così il "Cuso", a volte aiuta con i tempi giusti, tante altre è in ritardo o si fa battere. Blocca piuttosto bene in attacco ma non trova quasi mai la via del canestro. Pessimo a farsi rubare il rimbalzo offensivo da Pachulia sull'ultimo possesso; la sufficienza arriva perché, in un modo o nell'altro, con lui in campo l'Italia gioca meglio e lo dimostrano i plus/minus sempre positivi.

MELLI - VOTO 6+. Non il miglior Melli dell'Europeo, soprattutto per la poca efficienza in attacco. Sta perdendo fiducia nel suo tiro dalla lunga distanza, inoltre sbaglia tanto anche dalla lunetta (25% ai liberi contro la Georgia). Casca spesso nelle giocate della coppia Pachulia - Shermadini, ma esce sempre con i tempi giusti quando c'è da aiutare.

BILIGHA - VOTO 7. Molto bene anche Paul che mette in campo tutto ciò che ha e dà energia alla squadra quando è in evidente carenza. Vederlo tenere in difesa contro un piccolo o recuperare palla contro Dixon è sempre un piacere; se avesse qualche opzione in più in attacco starebbe in campo 40 minuti.

BALDI ROSSI VOTO 6. Cinque minuti meno anonimi del solito per Filippo, che riesce anche a trovare un canestro. A Istanbul lo vedremo sempre meno in campo, ma è da tenere d'occhio per il futuro.

CINCIARINI, ABASS E BURNS S.V. Messina non concede minutaggio a questi tre giocatori, vista la rimonta georgiana nel finale.

ALLENATORE MESSINA VOTO 7.5: Coach Messina dà la giusta carica ai suoi in avvio di partita e organizza la difesa perfettamente. Ottimo anche nei cambi, azzeccando i cambi anche nell'ultimo quarto, dando fiducia ad Hackett e a Melli in difesa, quando erano in leggera difficoltà.