Eurolega: Shved fa volare il Khimki, Unicaja d'autorità sul Darussafaka

Il buzzer beater del giocatore russo decide il derby moscovita contro il CSKA, a lungo in vantaggio in doppia cifra. Gli spagnoli sconfiggono i turchi, i quali a lungo hanno sognato l'impresa.

Eurolega: Shved fa volare il Khimki, Unicaja d'autorità sul Darussafaka
Eurolega: Shved fa volare il Khimki, Unicaja d'autorità sul Darussafaka

Si apre con il botto la prima giornata delle Top 16 di questa edizione dell'Eurolega. Solo tre partite disputate nella serata appena trascorsa, con il match-clou di Atene che ha visto l'affermazione con autorità dell'Olympiacos contro il Barcellona. Oltre a questo incontro, che rappresentava l'appuntamento di punta di questa ultima due giorni di basket europeo nel 2015, si sono giocate altre due gare, una per girone.

Nel gruppo E abbiamo assistito alla vittoria dell'Unicaja Malaga contro il Darussafaka Dogus Istanbul, con gli ospiti che sono rimasti in gara fino agli ultimi minuti, dovendo poi arrendersi nel finale alla maggiore esperienza. I turchi sono anche stati in vantaggio a lungo nei primi due quarti, ottenendo anche un divario di 6-8 punti che inizialmente ha sorpreso la compagine spagnola. Al rientro dagli spogliatoi, però, i padroni di casa hanno innestato le marce alte e hanno iniziato a menare le danze, con tanti punti arrivati da diversi giocatori. Il Darussafaka non ha mollato fino alla fine, riuscendo anche a ridurre un gap di nove punti venutosi a creare in avvio di quarto periodo, ma ormai c'era poco da fare.

UNICAJA MALAGA-DARUSSAFAKA 70-62

Unicaja Malaga - Punti: Jackson 20, Kuzminskas 15, Hendrix 13. Rimbalzi: Hendrix 8, Thomas 6. Assist: Smith 4, Nelson e Nedovic 3.

Darussafaka - Punti: Erden 15, Wilbekin e Harangody 9. Rimbalzi: Erden 11, Harangody 5. Assist: Gordon e Preldzic 3.

Nel gruppo F c'era grande attesa anche per il derby tra Khimki e CSKA Mosca, con i padroni di casa che sono riusciti a cogliere di sorpresa una delle corazzate di questa Eurolega. Successo importante per il "fratello minore" del basket moscovita, che non si è lasciato intimorire e ha sfruttato l'onda lunga del pubblico per condurre la gara. Eppure era stata la compagine di coach Itoudis a piazzare il primo parziale nel quarto di apertura, portandosi anche sul +12 e imponendo la propria legge sul parquet. Il CSKA mantiene il  comando delle operazioni, estendendo anche il proprio vantaggio, ma nel finale di secondo periodo si iniziano a vedere segni di risveglio in casa Khimki, fino al ricongiungimento che avviene a metà del terzo quarto. L'ultimo periodo è rovente, la tripla di Dragic consente ai padroni di casa di passare in vantaggio, in una fase della gara in cui le bombe del Khimki fanno la differenza. Il CSKA si riporta a contatto e riesce anche a sorpassare grazie a De Colo, ma il buzzer-beater di Shved fa esplodere il pubblico del Krylatskoye Sports Palace.

KHIMKI MOSCA-CSKA MOSCA 91-89

Khimki Mosca - Punti: Shved 28, Rice 22, Augustine 12. Rimbalzi: Rice, Augustine, Sokolov e Monia 4. Assist: Rice e Shved 5.

CSKA Mosca - Punti: De Colo 20, Teodosic 18, Higgins 16. Rimbalzi: Kurbanov 5. Assist: Teodosic 7, De Colo 6.