Eurolega, Top 16: colpi esterni di Olympiacos e Cedevita

I greci si confermano in vetta al gruppo F dopo l'affermazione sul parquet del Laboral Kutxa. Prima vittoria nella seconda fase per i croati, i quali spezzano il sogno del Darussafaka.

Eurolega, Top 16: colpi esterni di Olympiacos e Cedevita
Eurolega, Top 16: colpi esterni di Olympiacos e Cedevita

Il Darussafaka Dogus Istanbul non riesce a scrivere la storia, cadendo al cospetto del Cedevita Zagabria nella seconda giornata di Top 16 in Eurolega: ancora un ko per i turchi, i quali ancora sognano il primo successo in una seconda fase della competizione continentale, mentre i croati riscattano la sconfitta all'esordio. Nell'altro incontro che andremo a raccontare, l'Olympiacos espugna il parquet del Laboral Kutxa e conferma la leadership nel gruppo F, anche a causa delle sconfitte patite da Khimki Mosca e Real Madrid, le squadre con cui condivideva il primato dopo i primi 40 minuti di gioco.

LABORAL KUTXA-OLYMPIACOS 76-82

Bella affermazione della compagine ellenica, che davanti ai diecimila della Fernando Buesa Arena riesce ad avere la meglio sui baschi e vede ora una strada con meno insidie verso la qualificazione ai quarti di finale. D'altro canto, la compagine di casa conosce per la prima volta la sconfitta, dopo il buon esordio in queste Top 16. Neanche a dirlo, sono stati Vassilis Spanoulis e Georgios Printezis a trascinare l'Olympiacos alla vittoria: 19 i punti della guardia ellenica, mentre l'esterno ne realizza 14, con le tre bombe che rappresentano il momento cruciale della partita. 4 punti e 3 assist in 16 minuti di gioco per Daniel Hackett. Per quanto riguarda il Laboral Kutxa, la cui rimonta al rientro dagli spogliatoi non è bastata, ci sono 16 punti per Mike James e 12 punti per il grande ex Ioannis Bourousis (dieci dei quali arrivano però dalla lunetta).

Laboral Kutxa - Punti: James 16, Bourousis 12. Rimbalzi: Hanga 8, Bourousis 7. Assist: Adams e Causeur 3.

Olympiacos - Punti: Spanoulis 19, Hunter 17, Printezis 15. Rimbalzi: Athinaiou 4, tre giocatori con 3. Assist: Hackett e Mantzaris 3.

DARUSSAFAKA-CEDEVITA ZAGABRIA 72-79

I croati riescono a ottenere una vittoria che va a riscattare l'amaro debutto in queste Top 16, mentre è ancora ritardato l'appuntamento con il successo per i turchi. Grande rimonta da parte della formazione di coach Mrsic, che dopo dieci minuti di gioco era sotto di sette punti, ma ha poi effettuato un grande ultimo periodo, trascinata da uno Jacob Pullen strepitoso. 25 i punti del playmaker americano, con ben cinque triple che fanno la differenza nel momento decisivo della partita. Doppia cifra anche per Henry Walker e Miro Bilan, con quest'ultimo che domina sotto canestro. Tra le fila della formazione turca, ottime percentuali dal campo ma pessime quelle da tre punti, con un 3/21 che rappresenta lo snodo della partita. 13 punti e 6 rimbalzi per Semih Erden non bastano, specialmente se giocatori molto attesi come Jaon Gordon e Marcus Slaughter deludono.

Darussafaka - Punti: Erden 13, Wilbekin 12, Markoishvili 11. Rimbalzi: Erden e Preldzic 6, Gordon 4. Assist: Gordon 5, Arslan 4.

Cedevita - Punti: Pullen 25, Walker 13, Bilan 11. Rimbalzi: Bilan 9, Babic 7, White 6. Assist: Pullen 5, Babic 3.