La Lokomotiv torna a vincere in Europa, asfaltata Malaga

Con un secondo tempo da applausi i russi portano a casa una vittoria che li rilancia verso le posizioni che valgono le Final Eight. Per Malaga invece è la terza sconfitta consecutiva. MVP del match, Delaney, con 21 punti.

La Lokomotiv torna a vincere in Europa, asfaltata Malaga
Unicaja Malaga
64 82
Lokomotiv Kuban Krasnodar
Unicaja Malaga: Jackson 11 (1/2;3/6) Diaz 3 (1/1 3P) Thomas 6 (0/4;1/2;3/3) Diez 7 (2/2;1/2) Suarez (0/3 3P) Karahodzic Smith 2 (1/7;0/2) Nedovic 5 (1/5 3P;2/2 TL) Vazquez (0/2) Kuzminskas 16 (4/7;1/3;5/5) Nelson 5 (1/1;1/1) Cooley 9 (2/5;5/8 TL)
Lokomotiv Kuban Krasnodar: Delaney 21 (0/1;6/10;3/3) Singleton 11 (1/3;3/5) Randolph 18 (8/10;0/3;2/2) Draper 11 (1/2;3/6) Claver 8 (1/2;2/5) Bykov (0/1;0/1;0/2) Kolyushkin Balashov Voronov 2 (1/2) Zubkov 3 (1/1;1/1 TL) Broekhoff 8 (1/3;2/4)
SCORE: 16-16; 32-34; 47-60. Tiri da 2p: Malaga (11/30) Lokomotiv (14/25). Tiri da 3p: Malaga (9/25) Lokomotiv (16/34). Tiri liberi: Malaga (15/18) Lokomotiv (6/8). Rimbalzi: Malaga 30 Lokomotiv 33

La Lokomotiv Kuban Krasnodar sconfigge in maniera netta l'Unicaja Malaga, tornando al successo dopo la sconfitta rimediata nella giornata precedente contro la Stella Rossa. La vittoria raggiunta dagli uomini di Bartzokas è assolutamente meritata considerando solamente i secondi 20 minuti. Infatti nel primo tempo si è registrato un sostanziale equilibrio, con tentativi di fuga reciprocamente stoppati da entrambe le squadre. In uscita dagli spogliatoi i russi cominciano a segnare da oltre l'arco e per gli andalusi la rimonta si fa sempre più complicata. Dopodichè le possibilità di riaprire la sfida da parte degli andalusi si azzerano quando la Lokomotiv chiude anche le linee di difesa. Quella della squadra russa è una vittoria importante, non solo in vista delle Final Eight, ma anche per il prosieguo del girone. Invece per l'Unicaja è un clamoroso passo indietro su cui Plaza dovrà lavorare per tornare al successo già dalla prossima giornata. In particolare si dovranno capire le cause che hanno portato a quel divario tecnico e di punteggio nel secondo tempo. I top scorer dell'incontro sono stati: Kuzminskas (16) e Jackson (11) per i padroni di casa; Delaney (21), Randolph (18), Singleton e Draper (11) per gli ospiti.

La partita si apre con la stoppata di Randolph su Kuzminskas, poi Nelson realizza i primi due punti del match. L'ala lituana dell'Unicaja segna ancora portando i suoi sul 4-0, poi Broekhoff da tre punti realizza il primo canestro della Lokomotiv. L'ala ospite, insieme a Delaney ( tripla ), ribalta il risultato 4-8. Nelson con un tiro da oltre l'arco accorcia le distanze (9-10). Plaza chiama il time-out per far tornare in vantaggio la sua squadra, ed infatti così accade con il piazzato di Smith. Kuzminskas allunga con con una tripla ed un'ottima penetrazione a canestro, ma Delaney riporta a contatto i russi con un tiro da oltre l'arco. L'ultima realizzazione del quarto è di Claver che segna con un canestro da tre punti. Primi 10 minuti assolutamente equilibrati, come infatti dice anche il risultato (16-16).

Claver si rende ancora protagonista segnando il primo canestro del secondo quarto, poi Diaz e Singleton si superano a suon di triple. L'Unicaja segna cinque punti consecutivi con la segnatura da oltre l'arco di Jackson ed il tiro dall'area di Diez, ma ad interrompere questo buon momento ci pensa Voronov con un piazzato. Gli andalusi provano ad allungare con i canestri da oltre l'arco di Jackson e per questo Bartzokas ferma il gioco. In uscita dal minuto di sospensione la Lokomotiv firma un break di 5-0, interrotto dai tiri dalla lunetta di Kuzminskas. Nel finale le due triple di Delaney siglano il vantaggio, consolidato dalla stoppata di Singleton su Smith. La seconda frazione finisce sul punteggio di 32-34 per la squadra russa, che è stata brava nel reagire ai tentativi di fuga della compagine di casa.

Randolph e Delaney aprono un parziale di 5-0 in favore dei russi all'inizio del terzo quarto. Kuzminskas con un'azione da tre punti accorcia le distanze per gli spagnoli. Il momento negativo della squadra di casa viene certificato dal fallo tecnico fischiato a Suarez. La Lokomotiv ne approfitta subito e allunga sul 35-42. Si scaldano gli animi ed anche a Randolph viene fischiato un tecnico, Thomas si presenta dalla lunetta e non sbaglia. L'ala piccola spagnola e Singleton realizzano due triple mantenendo il risultato invariato e per questo Plaza chiama il time-out. In uscita dal minuto di sospensione la situazione non cambia, anzi peggiora, infatti Draper e Broekhoff realizzano da oltre l'arco. Inoltre la Lokomotiv serra le linee di difesa con la stoppata di Claver su Thomas. Il coach di casa si vede costretto a fermare nuovamente il gioco. I russi sanno segnare solamente da oltre l'arco con Delaney che fa 6/8. Dopo il time-out chiamato da Bartzokas, Draper e Singleton realizzano due triple consecutive fissando il punteggio sul 47-60. Dieci minuti che hanno visto la Lokomotiv prendere il sopravvento segnando soprattutto da oltre l'arco. L'Unicaja non è stato capace di prendere le dovute contromisure.

Draper segna i primi due punti dell'ultimo quarto con un piazzato. Gli andalusi reagiscono con le triple di Jackson e Diez. Sul nuovo canestro da oltre l'arco segnato da Draper, Plaza chiama il time-out. La Lokomotiv continua la sua fuga verso la vittoria con la tripla di Claver e i 4 punti consecutivi di Randolph. Il coach andaluso per non incorrere in una sconfitta troppo pesante ferma nuovamente il gioco. Cooley e Nedovic segnano 4 liberi di fila, interrompe il buon momento Singleton con una penetrazione a canestro. Chiudono la partita il tiro dall'area di Randolph e la tripla di Nedovic. Finisce 64-82 per la Lokomotiv che così sale al 3° posto, terza sconfitta consecutiva invece per l'Unicaja.