Eurolega, il Barcellona batte in rimonta l'Unics Kazan (63-69)

Bella vittoria dei blaugrana, che nel quarto periodo rimontano 14 punti di svantaggio grazie al solito Navarro e ad un ottimo Doelmann. Per i padroni di casa grande prestazione di Williams, male Langford nel finale

Eurolega, il Barcellona batte in rimonta l'Unics Kazan (63-69)
Unics Kazan
63 69
Barcellona
Unics Kazan: ANTIPOV 9, CLARKE 7, LANGFORD 14, PONKRASHOV 10, PARAKOHUSKI 4, COLOM 2, VORONOV 2, KAIMAKOGLU 3, WILLIAMS 12 ALL: PASHUTIN
Barcellona: RICE 5, DOELMANN 23, CLAVER 3, OLESON 4, TOMIC 13, DORSEY 3, NAVARRO 13, VEZENKOV 3, PENO 2, ERIKSON, PERPEROGLU ALL: BARZTOKAS
SCORE: 1Q: 21-23; 2Q: 15-11; 3Q: 15-9; 4Q: 12-26
ARBITRO: PUKL SASA (SLO), PASTUSIAK PIOTR (POL), VYKLYCKY (CZE)
NOTE: NOTE: 6000 spettatori, BASKET HALL KAZAN, INIZIO ORE 18

Vittoria in trasferta per il Barcellona che, dopo 34 minuti decisamente sottotono, rimonta l'Unics Kazan dopo essere stato sotto di 14 punti (58-44) a 6 minuti dalla fine. Grande Navarro nel finale, autore di 13 punti, oltre ai 23 del solito Doelmann. Per i russi straordinaria prestazione di Latavious Williams, il quale ha messo a referto 12 punti e 15 rimbalzi uscendo dalla panchina. 14 punti per Langford, colpevole di una pessima gestione degli ultimi minuti di gara con diversi errori al tiro e nelle letture - 5 su 15 dal campo alla fine per lui.

C'era grande attesa nel vedere l'esordio in Eurolega del Barcellona, chiamato alla scomoda trasferta a Kazan contro l'Unics. Entrambe le squadre sono imbattute nei loro rispettivi campionati nazionali (2 su 2 per i catalani, 3 su 3 per i padroni di casa). ​Coach Barztokas - viste anche le assenze, tra gli altri, di Koponen e Ribas - schiera in quintetto Rice, Oleson, Doellman, Claver e Tomic come centro. I padroni di casa, invece, partono con Langford, Ponkrashov, Clarke, Antipov e Parakhouski.

                                                                                                                               LA GARA

1° QUARTO

La partita inizia con il Barcellona piuttosto impreciso nei passaggi e disattento nelle letture di gioco, mentre Langford sembra caldo come ai bei tempi e firma il 5-0 con una delle sue triple dal palleggio semi-impossibili. Claver risponde con la stessa moneta per il 5-3, ma Antipov allunga di nuovo con un altro canestro dall'arco. Gli iberici sembrano avere difficoltà nella gestione del pick and roll dei rivali, che cercano di tenere Tomic il più lontano possibile dal canestro. Una tripla di Doelmann - autore di un primo quarto eccellente con 11 punti e 4 rimbalzi con 2 su 3 dalla lunga distanza - ed un'altra di Rice firmano il sorpasso blaugrana, che adesso sfrutta la rotazione difensiva lenta dell'Unics, trovando così molti spazi in attacco. Il timeout di Pashutin scuote i suoi, che adesso sembrano più ordinati sia in attacco che in fase difensiva. Langford continua a trovare la via del canestro con facilità e, con un 2 su 2 ai liberi, firma il -2 sul 14-16. Tomic adesso sembra entrato in partita e, sfruttando i suoi 217 centimentri e le sue mani estremamente sensibili, trova 6 punti nel giro di pochi possessi. Intanto per il Kazan entra Latavious Williams, che firma 6 punti che tengono in scia i suoi sul finire della prima frazione di gioco, che termina 23-21 per il Barcellona.

2° QUARTO

​All'inizio del secondo periodo entra per gli ospiti Juan Carlos Navarro, ma entrambe le formazioni giocano in maniera estremamente imprecisa e confusa, con una palla persa a testa nel primo minuto e diversi errori dal campo. Ciò nonostante, Doelmann continua a giocare in maniera fenomenale e con una penetrazione molto elegante firma il 25-21. Un tap-in di Williams - mai tagliato fuori dagli uomini di Bartzokas - fa tornare i russi nuovamente sotto di due lunghezze; un gioco a due tra Langford e lo stesso Williams - che fisicamente è davvero devastante - porta il punteggio in parità. Antipov firma la tripla del sorpasso, mentre gli spagnoli continuano a soffire moltissimo in fase di gestione della palla, non riuscendo a trovare spaziature - anche a causa del fatto che gli ospiti cercano sempre un extra pass di troppo - e faticando moltissimo a trovare la via del canestro. Due tiri liberi di Navarro regalano comunque il 29-28 per il Barcellona. Uno splendido layup del 19enne Peno dà il +3 agli iberici. Una tripla con finta di Langford segnata in faccia a quest'ultimo ristabilisce la parità. Vezenkov risponde con la stessa moneta, ma Ponkrashov sfrutta il raddoppio su Langford per firmare il 34 pari, firmando poi il sorpasso con un ottimo step back: 36-34.

3° QUARTO

La terza frazione di gioco inizia con un canestro ed una stoppata con recupero di Parakhouski, mentre un canestro da due punti di Ponkrashov firma il 40-36, seguito poco dopo da una tripla di Clarke che vale il +7, inchiodando poi il 45-36 che induce Bartzokas a chiamare un time-out. Gli ospiti fanno fatica a costruire buoni tiri, soffrendo anche molti nella transizione difensiva. Tomic utilizza il suo footwork favoloso per dare una scossa ai compagni, ma Parakohuski conferma il suo buon momento firmando nuovamente il +9. Un contropiede chiuso da Oleson riaccorcia le distanze, ma i blaugrana continuano ad essere molto imprecisi in fase di passaggio, soprattutto all'interno dell'area avversaria, anche a causa della buona pressione difensiva dei russi, i quali a loro volta in questa fase fanno fatica a far muovere la retina. Williams dà una palla visionaria a Langoford, che in penetrazione muove il punteggio: 49-40 per i padroni di casa a 2 minuti dall'ultimo riposo. Un gioco da 3 punti di Doelmann - il migliore tra gli spagnoli fin qui - riporta il Barcellona a 6 lunghezze di distanza. Una splendida azione dell'Unics, chiusa da un layup di Voronov, rimette 8 punti di distanza tra i padroni di casa e gli ospiti alla fine del terzo quarto.

4° QUARTO

Un'altra schiacciata impressionante di Williams (che intanto ha già collezionato 12 rimbalzi) porta i russi avanti di 10 lunghezze. Una stoppata spettacolare di quest'ultimo ed una tripla di Ponkrashov dall'angolo di destra ed un canestro di Colon portano l'Unics al massimo vantaggio a 6 minuti dalla fine: 58-44. Navarro prova a suonare la carica con la bomba del -11, con Tomic che con due liberi porta lo score sul 58-49. Un altro turnover del Kazan regalano un contropiede, chiuso da Doelmann, che riporta sotto i suoi fino al -7. Langford si rimette al lavoro e con una buona penetrazione porta la sua squadra avanti 60-53, ma Navarro ormai è "on fire": 60-56. Un'altra penetrazione del 36enne di Sant Feliu de Llobregat riporta i suoi sotto di un solo possesso, con Rice che firma il 60 pari a 2'40" dalla fine. L'attacco dei russi è sempre più sterile, con Langford che si intestardisce con isolamenti che non trovano mai il canestro. Un uno su due ai liberi di Tomic portano in testa i blaugrana. Un'altra tripla tanto forzata quanto irreale di Navarro vale il 64-60 per il Barca, ma Antipov mette a segno un tiro da 3 punti che riporta i suoi sotto di un solo punto. Doelmann riporta i suoi avanti di 3, chiudendo poco dopo un'azione da 3 punti che manda in archivio l'incontro: 69-63 Barcellona.