Eurolega - Uno sguardo alla seconda giornata

Tanta carne al fuoco per la seconda giornata di Eurolega, dalla trasferta turca di Milano ai big match Maccabi-Real e Barcellona-Fenerbahce. In mezzo, Olimpiakos, CSKA, Bamberg, Baskonia e tanti altri spunti interessanti.

Eurolega - Uno sguardo alla seconda giornata
Eurolega - Uno sguardo alla seconda giornata

Appena una settimana dopo l'esordio, è gia tempo di tornare in campo per le squadre dell'Eurolega: otto partite in due giorni nel super-girone che qualificherà otto tra le sedici migliori d'europa alla fase successiva. Tante partite interessanti tra la serata di giovedì e quella di venerdì, con uno sguardo particolare alla trasferta turca di Milano contro il Darussafaka. Andiamo ad analizzarle nel dettaglio.

Giovedì 20/10

Olympiakos - Anadolu Efes, 18.45, Peace and Friendship Stadium, Atene.
Al Pireo c'è bisogno di entusiasmo, e l'occasione migliore è l'arrivo dei turchi dell'Anadolu Efes: dopo la sconfitta alla prima giornata contro il Real Madrid (83-65 coi 22 del sontuoso Sergio Llull), i ragazzi di coach Sfairopulos hanno ritrovato la vittoria in campionato, nell'accesissimo derby con il Panathinaikos. Un 88-63 che potrebbe spianare la strada ad una buona serie positiva. A pensarla diversamente, però, sono Brown e compagni che, dopo due vittorie nettissime all'inizio del campionato turco contro Ankara e Istanbul e la sconfitta di misura sul parquet spagnolo del Baskonia, vogliono ritagliarsi uno spazio di rilievo anche sul palcoscenico europeo.

Bamberg - Unics Kazan, 20.00, Brose Arena, Bamberg.
Un'altra squadra che ha da reclamare dopo la prima giornata è il Bamberg, reduce dalla beffa del 67-66 incassato dal Fenerbahce di Gigi Datome. In campionato, invece, tutt'altra musica per i tedeschi: sei vittorie in sei giornate, molte delle quali con distacchi imbarazzanti. Il passo successivo è cercare di spostare in discesa il cammino europeo. Di fronte, arriveranno i russi dell'Unics Kazan, anch'essi sconfitti, in patria, ma dal Barcellona. Anche per coach Pashutin, però, in campionato le cose vanno meglio. Nella VTB United League, la “superlega” dei paesi dell'est, anche i bianco-verdi sono imbattuti: quattro W su quattro.

Maccabi Tel Aviv - Real Madrid, 20.05, Menora Mivtachim Arena, Tel Aviv
Uno dei match più attesi è quello che andrà in onda alla Menora Mivtachim Arena di Tel Aviv, coi padroni di casa del Maccabi che puntano a battere un colpo dopo la rocambolesca trasferta del Forum di Milano, finita 99-97 e quasi rimessa in piedi dopo la doppia cifra di svantaggio. In Israele arriverà però una delle armate di questa Eurolega: quel Real Madrid guidato dal veterano Llull e dal baby-fenomeno Luka Doncic, prototipo perfetto del giocatore moderno e autore di undici punti in diciassette minuti nella prima uscita europea, contro l'Olimpiakos.

Darussafaka Dogus - Olimpia Milano, 20.45, Volkswagen Arena, Istanbul
Seconda uscita stagionale in Europa per l'Olimpia, che ha come obiettivo dichiarato quello di arrivare in fondo. Dopo la vittoria con quasi-Harakiri finale sul Maccabi Tel Aviv, Repesa ed i suoi affrontano la prima trasferta. L'ostacolo non è invalicabile, ma può presentare insidie: i turchi del Darussafaka possono contare su un palazzetto caldissimo e sulla voglia di rivincita dopo la sconfitta all'overtime sul campo del Banvit. Per Milano potrebbe essere la settima vittoria stagionale consecutiva, e dati i tanti scontri diretti, potrebbe servire a sgranare già il girone in ottica qualificazione.

Venerdì 21/10

CSKA Mosca – Panathinaikos, 19.00, Universal Sports Hall, Mosca.
Tornano in campo Russia e Grecia a Mosca: da una parte c'è il CSKA di Milos Teodosic e Nando De Colo che va alla ricerca della quinta finale consecutiva nella massima competizione europea. Vincere la seconda partita su due, dopo aver espugnato l'Ipekci Arena del Galatasaray, e centrare la sesta vittoria consecutiva in stagione, contribuirebbe a mettere solide basi. L'insidia però si chiama Panathinaikos, con gli ellenici sotto la lente d'ingrandimento di stampa e pubblico dopo la batosta patita dall'Olimpiakos nel focosissimo derby (88-63). Serve una scossa, ed uno scherzetto ai campioni in carica rimetterebbe in moto tutto l'ambiente.

Galatasaray - Crvena Zvezda, 19.00, Ipekci Arena, Istanbul.
Ad Istanbul si affrontano due squadre ferite: i turchi sono reduci dalla batosta patita dal CSKA, mentre i serbi hanno subito Clyburn ed il suo Darussafaka. Entrambe volano sulle ali della vittoria nei rispettivi campionati, la Superligi turca e l'ABA League, la cosiddetta Lega Adriatica. Chi perde venerdì, però, vede il suo percorso inerpicarsi un po'. Ovviamente è solo la seconda giornata, ma avversarie abbordabili in una competizione simile non esistono.

Zalgiris Kaunas – Baskonia, 19.00, Zalgiris Arena, Kaunas.
Lo Zalgiris Kaunas, invece, ospiterà il Baskonia di Andrea Bargnani, grande protagonista con 26 punti nella vittoria in rimonta sull'Efes. I lettoni si sono fatti sorprendere solo alla prima giornata di campionato, dopodiché, solo vittorie fino all'84-76 subito dal Panathinaikos una settimana fa. C'è bisogno di una reazione, anche se gli spagnoli sembrano un'armata con tutte le carte a posto.

Barcellona – Fenerbahce, 21.00, Palau Blaugrana, Barcellona.
Altra sfida stellare, quella del Palau Blaugrana di Barcellona. Di nuovo una spagnola ed una turca in campo, coi catalani tutti sulle spalle (e nelle mani) del capitano Juan Carlos Navarro, mentre i campioni di Turchia in carica punteranno sulla coppia di esterni Bogdanovic-Datome. Entrambe sono in testa al girone dopo aver vinto due partite combattute: ma oltre agli interessi di classifica, il risultato di stasera potrebbe definire tanti equilibri di potere in questa Eurolega.