Eurolega - Il CSKA piega di misura l'Efes: decide il solito De Colo nel finale (87-93)

Terza vittorie su tre partite in Eurolega per i russi, che nel terzo quarto si fanno rimontare dai turchi, piegandoli però nel finale grazie alla precisione ai liberi di De Colo.

Eurolega - Il CSKA piega di misura l'Efes: decide il solito De Colo nel finale (87-93)
Anadolu Efes Istanbul
87 93
CSKA Mosca
Anadolu Efes Istanbul: ANADOLU EFES ISTANBUL: GRANGER 7, COTTON 12 , OSMAN 7, BROWN 14, OMIC 7, THOMAS 16, HONEYCUTT 3, BALBAY 5, HEURTEL 7, DUNSTON 9. ALL: PERASOVIC
CSKA Mosca: JACKSON 2, DE COLO 26, FRIDZON 6, AYRES 10, VORONTSEVICH 8, TEODOSIC 15, ANTONOV 0, HIGGINS 13, KHRYAPA 6, KURBANOV 1, HINES 6. ALL: ITOUDIS
SCORE: 1Q: 23-26; 2Q: 23-14; 3Q: 26-20; 4Q: 24-24. TIRO DA 2P: ANADOLU: 27/51, CSKA: 23/43. TIRO DA 3P: ANADOLU: 10/24, CSKA: 7/18. TIRI LIBERI: ANADOLU: 3/12, CSKA: 26/29. RIMBALZI: ANADOLU:
ARBITRO: LAMONICA, LUIGI (ITA), PEREZ PEREZ MIGUEL (SPA), SHEMMESH, SEFFI (ISR)
NOTE: ABDI IPEKCI ARENA: 3531 SPETTATORI

Vittoria in trasferta per il CSKA Mosca, che espugna il campo dell'Anadolu Efes e si conferma così l'unico team imbattuto in questo inizio di Eurolega. Grande prestazione di De Colo (26 punti con 12/13 ai liberi) e Teodosic (15 punti e 8 assist), mentre per i padroni di casa sugli scudi Deshaun Thomas, autore di 16 punti uscendo dalla panchina. ​Entrambe le squadre hanno il 100% di vittorie nei loro rispettivi campionati nazionali - 3 su 3 l'Anadolu, 2 su 2 i russi.

​Gli uomini di Itoudis, come detto, venivano da un percorso netto anche a livello europeo, mentre i padroni di casa erano ancora a secco di gioie in questa nuova Eurolega, avendo perso all'ultimo respiro contro il Baskonia e molto nettamente contro l'Olympiakos. Il CSKA parte con Jackson, De Colo, Fridzon, Jackson, Ayres e Vorontsevich. I turchi, invece, per la palla a due schierano in quintetto Granger, Cotton, Osman, Brown e Omic.

1° QUARTO - La partita inizia con una tripla dall'angolo sinistro di Vorontsevich, con De Colo che in post basso mette due punti per il 5-0 CSKA. Granger prova a scuotere i suoi, con il tiro dai 6 metri di Cotton che vale il 7-4. Due liberi di Ayres rimettono 5 punti di distanza tra gli ospiti ed i padroni di casa, ma Omic mette a segno un canestro buttandosi dentro e subendo anche il fallo (fallendo però il libero supplementare). Una tripla di Cotton e due punti di Omic ristabiliscono la parità a quota 11 con 6'10" da giocare nel primo periodo. De Colo fa 1/2  ai liberi, mentre Omic - dopo aver preso il rimbalzo in attacco - firma il sorpasso per i turchi: 13-12. Entra in campo Teodosic a metà quarto ed un suo assist al volo porta due punti ai russi per mano di Fridzon. Due liberi del play serbo portano i suoi sul +3. Perasovic fa entrare Honeycutt e Dunston per Osman e Omic, ma Ayres mette a segno altri due punti. Due liberi di De Colo valgono il 20-15 CSKA. Il francese allunga per il +6, ma 4 punti di Brown riportano l'Anadolu sotto di 2, salvo tornare subito dopo sotto di 4 grazie a due punti di Kyle Hines. Una bomba di Granger porta l'Efes sotto di un punto a meno di un minuto dal termine, ma Vorontsevich - dopo aver preso il rimbalzo in difesa - mette a segno 2 punti che valgono il 26-23 CSKA alla fine del primo quarto.

2° QUARTO - 0 su 2 ai liberi per Dunston in avvio (il quale aveva fatto la stessa cosa anche nel periodo precedente), mentre Higgins non trema dalla linea della carità per il 28-23. Quest'ultimo porta i russi avanti di 7, mettendo poi una bomba che vale il massimo vantaggio: 35-25 a 6'30" dall'intervallo lungo. Entra anche Victor Khryapa, il quale però perde balalmente la palla sbagliando un passaggio sopra la testa in fase di impostazione. Balbay mette a segno una tripla per il -9 (poco prima il solito Higgins aveva firmato il +12), In questa fase entrambe le squadre sbagliano molto in attacco, avendo molta fretta e perdendo lucidità e precisione. Balbay riporta l'Efes a -7, ma una tripla di Teodosic riporta la squadra di Mosca con un vantaggio in doppia cifra a 2'30" dalla fine della seconda frazione di gioco. Ayres finalizza alla grande un pick and roll con De Colo (42-31), mentre Omic fa 1/4 in occasione di due viaggi in lunetta nel giro di poco più di 30 secondi. De Colo, dopo l'ultimo libero sbagliato dallo sloveno, prende il rimbalzo e mette a segno altri due punti: 44-31 ma Thomas cerca di tenere in vita i suoi con un bel canestro in post alto. Teodosic con una bomba dall'angolo destro porta il CSKA avanti di 14 lunghezze, ma un canestro "di rapina" di Osman ed un altro di Thomas riportano l'Anadolu a -10, Teodosic regala un assist per la linea di fondo di De Colo che sigla il 49-37 alla fine del primo tempo.

3° QUARTO - Tripla di Vorontsevich in apertura per il Cska, ma un palleggio, arresto e tiro di Granger, una tripla dall'angolo destro di Osman su assist di Cotton ed un altro canestro da parte del giovane turco riportano i suoi sotto di 8 (52-44). Hines rimette subito 10 punti di distanza tra le due squadre. Il ferro respinge un tiro dalla distanza di Granger, mentre Dunston porta i turchi nuovamente a -8 dopo aver conquistato un rimbalzo offensivo. I padroni di casa avrebbero la chance di portarsi a due possessi di distanza, ma Granger pesta la riga laterale. Ciò nonostante, Cotton appoggia al tabellone il -6 dopo un contropiede iniziato grazie ad un errore dall'arco da parte di Vorontsevich. Granger ha la possibilità di far avvicinare ulteriormente l'Efes, ma commette nuovamente una sciocchezza muovendo il piede perno spalle a canestro. Perasovic decide così di spedirlo in panchina per far entrare Heurtel. Higgins fa 1/2 ai liberi, mentre Fridzon li mette a segno entrambi, ma una tripla di Cotton ed altri due di Dunston riportano l'Anadolu sotto di 6 a 3'20" dall'ultimo riposo. Quest'ultimo mette a segno altri due punti, ma De Colo si guadagna altrettanti viaggi in lunetta e, con un 4/4, porta lo score sul 63-56 a 2'15" dalla fine del terzo quarto. Anche Hines si dimostra infallibile ai liberi, mentre un layup di Brown dopo un rimbalzo in attacco portano l'Efes sotto di 7; quest'ultimo mette a segno una tripla dopo un ottimo scarico di Heurtel: 67-63 a 50" dal termine della frazione di gioco. Khryapa ne mette due, ponendo fine al terzo quarto, che finisce così 69-63.

4° QUARTO - L'ultimo periodo inizia con una tripla di Thomas che vale il -3 Efes, ma Fridzon riporta il CSKA avanti di 5 lunghezze. Heurtel riporta i suoi sotto di 3 punti, ma nell'azione successiva commette fallo in attacco. Itoudis cerca di scuotere i suoi con un triplo cambio, mentre la tripla per il pareggio di Thomas dall'angolo sinistro viene rifiutata dagli Dèi del basket. Quest'ultimo, però, nell'azione successiva porta ottimamente un blocco, favorendo la bomba di Heurtel che firma il pareggio: 71 pari a 7 minuti dalla fine. Teodosic comprende il momento di difficoltà e si prende la squadra sulle spalle, mettendo a segno il canestro del sorpasso ed assistendo quello di De Colo che induce Perasovic a chiamare time-out. Alla ripresa Heurtel regala una splendida palla schiacciata a terra per l'appoggio al tabellone di Dunston, ma Hayres risponde prontamente.

Due punti di Honeycutt ed altrettanti liberi di Teodosic portano lo score sul 79-75. Brown mette una tripla in uscita dai blocchi per il -1, ma De Colo regala ad Higgins la bomba del nuovo +4. Tuttavia, i russi perdono due palle consecutivamente e Thomas inchioda in contropiede la schiacciata del -2: 82-80 a 4 dalla fine, con Heurtel - il quale adesso non esce più dal campo, mentre Granger paga le sciocchezze di metà terzo quarto rimanendo in panchina - che sigla il pareggio: 81 pari a 3'30" dall'ultima sirena. Nonostante il francese rimanga in campo, rientra sul parquet proprio Granger, che ruba una palla a De Colo - al secondo turnover nel giro di un minuto -  sbagliando però l'appoggio al tabellone dall'altra parte. Kurbanov fa 1 su 2 ai liberi, mentre Honeycutt sbaglia un comodo tap-in. De Colo si guadagna l'ennesimo viaggio in lunetta, fallendone uno, ma Teodosic mette la tripla del +7 a 1'35" dalla fine. Thomas mette un altro canestro dalla lunga distanza per il -4, costringendo Itoudis a chiamare time-out. Al rientro la grande pressione dell'Efes induce Kurbanov a perdere palla, ma Granger sbaglia il canestro del -2, mentre De Colo mette a segno altri due liberi. Brown cerca di far rimanere in partita i suoi, ma la guardia francese è infallibile dalla lunetta, sancendo il 93-87 finale.