Eurolega - Anadolou Efes travolgente a Istanbul, cade la Stella Rossa

Vince e convince la squadra di Perasovic tra le mura amiche dell'Abdi Ipekci Arena, con i serbi che dopo due vittorie di fila arrestano la loro corsa ad Istanbul sotto i colpi di Heurtel, Cotton e Brown.

Eurolega - Anadolou Efes travolgente a Istanbul, cade la Stella Rossa
Anadolou Efes
100 79
Stella Rossa
Anadolou Efes : Thomas 6, Honeycutt 12, Balbay, Brown 20, Osman 12, Cotton 19, Geyik, Korkmaz, Granger 5, Omic 2, Heurtel 17, Dunston 7. All Perasovic
Stella Rossa: Wolters 8, Dangubic 2, Lazic 2, Simanic 2, Dobric, Simonovic 9, Rakicevic, Jenkins 20, Guduric 14, Jovic 7, Kuzmic 6, Bjelica 9. All Radonjic.
SCORE: 1Q: 21-21; 2Q: 26-19; 27-24; 26-15.
ARBITRO: PEREZ PIZARRO, EMILIO (ESP), FOUFIS, IOANNIS (GRE), REITER, MORITZ (GER)
NOTE: Incontro valevole per la nona giornata della fase a gironi dell'Eurolega 2016/17. Si gioca all'Abdi Ipekci Arena di Istanbul. Inizio ore 18.

Quarta vittoria stagionale per l'Anadolou Efes Istanbul di coach Velimir Perasovic che davanti al pubblico amico dell'Abdi Ipekci Arena batte con pieno merito la Stella Rossa di Belgrado. La squadra serba, reduce da due vittorie di fila, si arrende alle giocate di Cotton, Brown ed Heurtel. Non basta il ventello di Jenkins per frenare l'impeto dei padroni di casa nella ripresa, con i turchi che grazie a questo successo raggiungono proprio gli ospiti in classifica a otto punti.

Gara sostanzialmente equilibrata nel primo tempo, con i serbi che partono meglio e provano a fare gara di testa nel parziale di avvio. Jenkins e Bjelica firmano il primo allungo sul 4-10 con i turchi che stentano a macinare gioco e trovare la giusta circolazione di palla e di conseguenza punti facili. E' Cotton a rompere il ghiaccio dopo quattro minuti di impasse, ma Simonovic ed ancora Jenkins rispondono dalla parte opposta, prima dell'ingresso di Honeycutt ed Heurtel che cambia volto alla squadra di casa. E' la loro intensità, unita al talento del playmaker francese, che rilancia le ambizioni dei padroni di casa, maggiormente fluidi fronte a canestro ed aggressivi nella metà campo difensiva. L'alta percentuale nel tiro da oltre l'arco fa il resto: Heurtel non sbaglia un colpo, Honeycutt non tradisce dalla distanza e Brown - in collaborazione con Cotton - confeziona l'allungo fino al più 10 sul 43-33. Non riesce il solo Jenkins a tenere a galla i suoi, che all'intervallo inseguono di sette. 

Al ritorno in campo la Stella Rossa prova a rimettersi in carreggiata, ma è l'Efes a scappare grazie alle triple di Cotton e Granger. La fiducia e l'entusiasmo consentono ai padroni di casa di alzare ulteriormente il ritmo in difesa e di allungare ulteriormente fino al 58-45. Altre due triple di Jenkins riavvicinano i serbi, che però fanno oltremodo fatica nel tenere il passo dei padroni di casa. Osman - due volte - e Thomas, rispondono pan per focaccia alle conclusioni dalla distanza dell'americano ospite e piazzano il 9-0 di parziale che spacca in due la gara. Di Simonovic e Volters l'ultimo tentativo di rimonta ospite, che si ferma sull'80-75 quando la gara sembrava potersi riaprire. Negli ultimi sei minuti è un assolo dei turchi, che infilano triple su triple con Cotton, Honeycutt ed Heurtel fino al 100-79 finale.