Eurolega - Milano lotta e reagisce, ma non basta: Schilb e Tyus regalano la vittoria al Galatasaray

L'Olimpia di Repesa recupera anche quindici lunghezze di distacco, ma cede nell'ultimo minuto alle giocate di Alex Tyus, che da una parte stoppa Raduljica e dall'altra schiaccia in tap-in sull'errore di Micov. Milano dimostra di essere però viva, riscoprendosi tale grazie alla ritrovata intensità in difesa ed ai canestri di Hickman, Sanders e Simon.

Eurolega - Milano lotta e reagisce, ma non basta: Schilb e Tyus regalano la vittoria al Galatasaray
Eurolega - Gala Mil
Galatasaray
83 80
Olimpia Milano
Galatasaray : Smith, Preldzic 2, Micov 23, Tyus 14, Korkmaz, Thompson, Schilb 17, Haciyeva, Pleiss, Guler 13, Diebler 11, Koksal 3. All: Ataman
Olimpia Milano : McLean 8, Fontecchio, Hickman 13, Kalnietis 7, Raduljica 12, Dragic 7, PAscolo, Cinciarini, Sanders 18, Abass, Cerella, Simon 15. All: Repesa.
SCORE: 1Q: 21-15; 2Q: 22-17; 3Q: 19-27; 4Q: 21-21.
ARBITRO: PUKL,SASA [SLO], GARCIA GONZALEZ, JUAN CARLOS [ESP], PANTHER, ANNE [GER]
NOTE: Incontro valevole per la dodicesima giornata dell'Eurolega 2016/17. Si gioca all'Abdi Ipekci Arena di Istanbul, inizio ore 18.

Quinta sconfitta consecutiva in Eurolega per l'Olimpia Milano di Jasmin Repesa che cade dopo aver coronato una clamorosa rimonta all'Abdi Ipekci Arena di Istanbul. Vince il Galatasaray di Ergin Ataman e di Blake Schilb e Alex Tyus, protagonisti nel concitatissimo finale che ha visto i turchi prevalere grazie alle giocate dell'ex centro canturino. La stoppata a Raduljica e la schiacciata in attacco sull'errore al tiro di Micov sono fondamentali per far esultare il catino di Istanbul, che festeggia il successo e mette alle spalle - per un attimo - i problemi del proprio paese. Non bastano ai meneghini le ottime prestazioni di Hickman, Sanders e Simon nella seconda metà della sfida.    

Repesa deve rinunciare sia a Macvan che a Cinciarini e rispolvera Kalnietis in quintetto con Simon e Dragic in guardia ed ala. Sanders con Raduljica sotto le plance. Risponde Ataman con i soliti cinque: Guler e Diebler in cabina di regia, Micov e Schilb in ala e Pleiss sotto canestro.   

Primo quarto sostanzialmente equilibrato, con le due squadre che faticano ad entrare in ritmo e punire le lacune difensive dei rispettivi avversari. Schilb per il primo mini allungo dei turchi, ma l'Olimpia resta aggrappata nel punteggio grazie ai quattro di Raduljica ed alle numerosissime palle perse della squadra di Ataman. Cinque di Micov dopo il time out del tecnico turco lanciano il Galatasaray sul 16-10, con Milano che prova invano ad alzare l'intensità difensiva. Repesa inizia a ruotare gli uomini a sua disposizione, pescando un positivo approccio al match di Hickman, che con Kalnietis cuce parzialmente lo strappo propiziato dalla tripla di Guler (21-15 alla prima sirena). 

Nonostante i tanti errori di esecuzione e di lettura in difesa, il Galatasaray mantiene il vantaggio grazie alle giocate di un Vladimir Micov particolarmente ispirato da oltre l'arco. Milano conferma di non essere particolarmente lucida nelle due metà campo e le palle perse di Dragic e Kalnietis testimoniano la mancanza di fiducia nei propri mezzi e lo stato confusionario della squadra di Repesa. Il Galatasaray non ammazza la gara e la prima fiammata di Sanders riporta i meneghini sotto di 5 e nuovamente in partita. McLean accorcia ulteriormente dalla lunetta, ma nel momento migliore degli ospiti la difesa di Milano si perde Schilb e Diebler che firmano il +11 all'intervallo lungo (43-32). 

Un ottimo Blake Schilb in azione contro Rakim Sanders - Foto Euroleague.
Un ottimo Blake Schilb in azione contro Rakim Sanders - Foto Euroleague.

Il 5-0 di parziale firmato completamente da Micov non lancia segnali confortanti per la rimonta di Milano, che si aggrappa alla fisicità di Raduljica che risponde con tre canestri di fila. Diebler acuisce però le difficoltà difensive di Milano, che rispetto al primo tempo però prova a reagire con carattere e voglia. La tripla di Dragic, come un fulmine a ciel sereno, ed il contropiede di Sanders forzano Ataman a chiamare il timeout per raffreddare la rimonta milanese. L'inerzia tuttavia non cambia, anzi: Simon e Hickman centrano il bersaglio grosso dalla distanza, mentre il Galatasaray soffre e non poco la crescente intensità difensiva della squadra di Repesa (58-55). I turchi si affidano a Tyus nel momento peggiore (6 punti di fila), ma è di Hickman in penetrazione l'ultima parola per il 62-59 dell'ultima pausa. 

L'Olimpia ha con Simon e Sanders l'occasione di impattare dopo pochi secondi, ma il croato e lo statunitense sprecano con metri di distacco. I turchi di Ataman perdono però progressivamente fiducia fronte a canestro ed è Hickman a coronare la rimonta con la tripla del 62 pari. Milano continua a tenere testa difensivamente a Micov e soci ed opera il sorpasso a sei minuti dal termine: Sanders si carica la squadra sulle spalle e la trascina avanti di uno. Tyus e Schilb sono le uniche bocche da fuoco per i turchi in partita e quest'ultimo firma il contro sorpasso. E' la difesa, però, che regala possessi e fiducia ai meneghini: Hickman è rovente e in transizione da tre riporta avanti i suoi. Guler impatta dalla lunetta prima ed in penetrazione successivamente a quota 72, dando il la ad un mini supplementare di tre minuti.

Il play turco riporta avanti i suoi approfittando del precoce bonus di falli sprecato dall'Olimpia, con gli ospiti che soffrono nel finale il rovente ambiente dell'Abdi Ipekci Arena. La pressione di Koksal su Hickman non consente a Milano di entrare facilmente nei giochi e, dopo il recupero, la guardia infila anche una tripla insensata che vale il più 5. Dalla parte opposta Raduljica si libera bene sotto canestro, ma la stoppata di Tyus sembra spegnere le velleità di rimonta della squadra di Repesa. Il Galatasaray spreca in due occasioni, regalando a Sanders ed alla tripla di Simon il pareggio insperato ai meneghini (77 pari). L'ultimo minuto è un crescendo di emozioni: Schilb sbaglia da tre, Micov pulisce a rimbalzo riportando avanti i suoi dalla lunetta, ma è ancora Simon dall'angolo a firmare il clamoroso sorpasso. Tyus è però stratosferico a rimbalzo d'attacco, schiacciando in tap-in sull'errore del compagno bulgaro per il nuovo vantaggio. Milano ha la palla della vittoria, ma il fade away di Sanders è corto e consegna la vittoria alla squadra di Ataman.