Eurolega: Barcellona con tanto cuore, Darussafaka al tappeto

Catalani che risalgono alla grande in avvio di terzo quarto e tengono a bada i turchi, trascinati da uno splendido Anderson.

Eurolega: Barcellona con tanto cuore, Darussafaka al tappeto
Eurolega: Barcellona con tanto cuore, Darussafaka al tappeto
Barcellona
81 77
Darussafaka
Barcellona: Rice 13, Holmes ne, Doellman 11, Dorsey 2, Claver 4, Navarro 6, Vezenkov 12, Eriksson ne, Oleson 2, Koponen 9, Renfroe 6, Tomic 16.
Darussafaka: Wilbekin 19, Yagmur ne, Batuk, Erden 4, Wanamaker 9, Clyburn 4, Moerman 11, Aldemir ne, Anderson 21, Zizic 4, Bertans 5, Harangody.

Partita bellissima e dall'esito sempre incerto, quella del Palau Blaugrana tra il Barcellona e il Darussafaka. Continui capovolgimenti nel punteggio e tante giocate d'alta scuola. Ma al termine di quaranta minuti al cardiopalma, a spuntarla sono stati gli uomini guidati da Bartzokas, i quali sfruttano alla grande la maggiore solidità nel finale di gara, oltre ad un parziale clamoroso in avvio di terzo quarto che ribalta la partita. Dall'altra parte, agli uomini guidati da David Blatt non basta un superbo Anderson.

Darussafaka che parte forte con Erden e Anderson, Barça che si aggrappa soprattutto a Tomic. Poi torna a segnare l'americano in forza agli ospiti, affiancato da Bertans, ed è +7 per la formazione turca. Catalani che provano a farsi sotto con la tripla di Navarro e con i primi punti di serata di Doellman, ma riescono mai a ribaltare il ritardo nel punteggio. Anche perchè, subito dopo il canestro di Vezenkov per la parità, arriva la tripla di Moerman per il 22-19 di fine quarto. Zizic apre il secondo periodo, imitato dal solito Anderson e dalla bomba di Rice per il -4. I catalani si affidano a Dorsey per riavvicinarsi ancora, ma risponde subito Erden in inchiodata prima della bomba di Renfroe, imitato poco dopo da Vezenkov. Poi è ancora l'americano del Barcellona a sparare da fuori e a regalare il primo vantaggio di serata ai suoi, ma nell'ultimo minuto prima del riposo lungo si scatena Wilbekin: prima tripla per il controsorpasso, poi recupero di Zizic e seconda bomba dell'americano, che vale il 35-40 di metà gara.

La bomba di Doellman apre il terzo quarto, in un inizio di ottima fattura del Barça, Navarro allunga il parziale con la tripla che vale il +5. Darussafaka in crisi offensiva, segna Wanamaker dopo oltre tre minuti, prima della bomba di Moerman. Poi torna a farsi sentire Anderson e i turchi mantengono il contatto: il suo settimo punto consecutivo vale il -1, poi Moerman sorpassa da fuori. Ospiti nuovamente in gran ritmo offensivo, Rice rompe il parziale dalla lunetta, il dominante Tomic segna i punti del 59-57 di fine quarto. A Zizic risponde Doellman in avvio di quarto periodo, poi Dorsey torna a dominare a rimbalzo d'attacco, ma il Barcellona non ne approfitta. Punteggio che resta fermo per un paio di minuti, poi Wanamaker sorpassa ancora e Oleson risponde in una gara divenuta punto a punto. Si gioca una specie di overtime negli ultimi 5 minuti, sbloccato dalla tripla di Vezenkov e con uno strappo ricucito da Wanamaker ai liberi. Poi Wilbekin torna a bombardare e rintuzza ancora una fuga riaperta da Rice: ultimo minuto che si apre con l'errore di Anderson, poi Koponen dalla lunetta per il +3. Wilbekin trova due punti veloci, poi sbaglia un libero dopo il 2/2 del finnico. Barça con le mani sulla partita, Rice fa 1/2 ma lo fa anche Wanamaker e il suo è un errore pesante. Ciliegina sulla torta firmata Vezenkov