Eurolega, Barcellona torna alla vittoria contro l'Efes (89-78)

La squadra catalana, dopo le due sconfitte consecutive con Olympiacos e Bamberg, torna al successo grazie alla grande prestazione di Koponen che inanella ben 20 punti. Per l'Efes non basta un superlativo Paul che realizza ben 25 punti, tirando con il 50% dalla linea dei tre punti.

FC Barcelona Lassa
89 78
Anadolu Efes Istanbul
FC Barcelona Lassa: Rice 6 (0/4;1/4;3/4) Doellman 9 (3/5;1/1) Claver 15 (2/4;3/3;2/3) Navarro 9 (1/3;1/3;4/4) Faverani 18 (7/9;1/3;1/2) Vezenkov (0/1) Oleson 3 (0/1;1/1) Koponen 20 (0/1;6/8;2/3) Renfroe 7 (1/1;1/2;2/2) Tomic 2 (1/3)
Anadolu Efes Istanbul: Thomas 8 (1/3;2/6) Honeycutt 11 (3/5;1/4;2/3) Brown (0/4;0/2 TL) Osman (0/3) Granger 6 (2/5;0/3;2/2) Heurtel 18 (5/9;2/2;2/2) Mutaf 3 (0/1;1/3) Paul 25 (3/5;6/12;1/1) Dunston 5 (1/4;3/4 TL) Kirk 2 (0/1;2/2 TL)
SCORE: 16-15; 33-34; 63-53. Tiro da 2p: Barcellona (15/32) Efes (15/40). Tiro da 3p: Barcellona (15/25) Efes (12/30). Tiri liberi: Barcellona (14/18) Efes (12/16). Rimbalzi: Barcellona 35 Efes 29

Per entrambe le squadre questa sfida rappresentava il crocevia delle rispettive avventure in questa competizione, a spuntarla è stata Barcellona grazie ad una buona prestazione di squadra, mentre per l'Efes non è bastato un Paul formidabile su entrambi i lati del campo. I quintetti di partenza vedono da una parte Rice, coadiuvato da Oleson e Navarro in cabina di regia, con Doellman in aiuto a Tomic nel pitturato, mentre dall'altra parte Perasovic si avvale di Granger e Paul per il gioco dal perimetro, con Brown ed Osman sulle ali e Dunston sotto il canestro. 

Navarro apre la partita andando a segno dalla lunetta, poi sul possesso successivo Paul firma subito il sorpasso in favore dei turchi con una tripla. L'Efes sfrutta il buon approccio per scappare sul 7-2 ed allora Bartzokas decide di fermare immediatamente il gioco. Alla ripresa i catalani tornano in partita grazie alla tripla di Faverani che riporta Barcellona ad un solo possesso di distanza. Il centro spagnolo dei padroni di casa si rende poi protagonista di un canestro da dentro l'area che vale la parità a quota 11. Koponen realizza dal perimetro firmando il +3 per i blaugrana, poi nel finale Doellman ed Heurtel fissano il risultato sul 16-15 in favore dei padroni di casa.

Il secondo quarto vede Heurtel andare subito a segno con un piazzato, seguito da Mutaf che allunga in favore della squadra turca con un canestro da oltre l'arco. Barcellona continua a palesare le sue difficoltà nel rendere fluida la manovra d'attacco, infatti Vezenkov si fa stoppare da Dunston, poi Thomas dal perimetro firma il +7 in favore dell'Efes (16-23). Dopo ben 5 minuti i padroni di casa tornano a muovere la retina avversaria con due triple di Koponen, ma dall'altra parte c'è ancora Thomas che non sbaglia da oltre i 6.75 metri. Renfroe accorcia le distanze con un nuovo canestro da oltre l'arco, ma Bartzokas decide ugualmente di chiamare il time-out per correggere alcuni errori difensivi commessi dai suoi.

Dopo la pausa il punteggio rimane invariato ed allora è Perasovic a fermare il gioco. Alla ripresa Oleson riporta il match in equilibrio con la tripla che vale il 30-30, ma Honeycutt si rende protagonista prima di un canestro da oltre l'arco con il quale porta in vantaggio i turchi, poi stoppa Tomic difendendo il +3 in favore dell'Efes. Rice dal perimetro riaccorcia nuovamente le distanze portando Perasovic a chiamare ancora il time-out. Dopo il minuto di sospensione non accade nulla ed allora le  due squadre vanno all'intervallo sul punteggio di 34-33 in favore della compagine turca.

La terza frazione di gioco vede ancora l'Efes partire meglio con Paul che prima si rende autore di un'azione da tre punti e successivamente realizza la tripla del +7. Bartzokas, notando le difficoltà dei suoi, chiama immediatamente il time-out. Il minuto di sospensione non interrompe il buon momento attraversato dalla guardia dei turchi che infatti mostra tutte le sue abilità difensive con una stoppata su Navarro. Dopo ben 2 minuti Barcellona trova il canestro con il piazzato di Doellman, poi Claver con la tripla riporta i catalani in partita (38-40). Ancora Paul dall'altra parte allunga in favore dell'Efes andando a segno con un tiro da oltre l'arco, ma successivamente Faverani chiude la via del canestro a Granger, impedendo così alla squadra turca di scappare nel punteggio.

Doellman e Paul mantengono inalterate le distanze realizzando una tripla ciascuna, poi Rice firma la parità dalla lunetta (48-48). Navarro con un tiro da dentro l'area riporta in vantaggio i padroni di casa e per questo Perasovic decide di chiamare il time-out. Il minuto di sospensione non spegne la guardia catalana che firma un altro canestro con un tiro dal perimetro. Sul possesso successivo Claver si rende autore di un fallo antisportivo su Dunston, ma dalla lunetta il centro americano non ne approfitta facendo solamente 1/2. Faverani con 4 punti consecutivi porta i padroni di casa sulla doppia cifra di vantaggio (62-51), poi Heurtel e Rice chiudono il quarto sul punteggio di 63-53 in favore dei catalani.

Honeycutt e Claver vanno subito a segno all'inizio dell'ultima frazione di gioco con due tiri da dentro l'area, poi l'ala spagnola dei catalani firma il +15 (70-55) con la tripla ed allora Perasovic si vede costretto a fermare il gioco. Alla ripresa Koponen si rende protagonista di un fallo antisportivo su Heurtel, che dalla lunetta non sbaglia. Paul con la tripla riporta i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio, ed allora Bartzokas, per evitare che si completi la rimonta della squadra turca, decide di chiamare il time-out. Le indicazioni del tecnico greco non vengono seguite dai suoi che permettono ad Honeycutt di riporta gli avversari in partita grazie alla tripla del -4 (72-68).

L'ala americana guida la riscossa dell'Efes con una stoppata su Claver, ma Koponen con un tiro da oltre l'arco spegne subito l'entusiasmo della squadra turca. Heurtel prova a riaccenderlo con un canestro dal perimetro, ma è ancora Koponen a punire la difesa turca con la tripla del +7 (80-73). Paul riaccorcia le distanze andando a segno con un tiro da oltre i 6.75 metri, ma nel possesso successivo Honeycutt forza troppo la propria azione individuale andando incontro alla stoppata di Doellman. Koponen ristabilisce le sette lunghezze di vantaggio con una nuova tripla ed allora Perasovic per evitare il nuovo allungo dei padroni di casa decide di chiamare il time-out.

Dopo il minuto di sospensione Barcellona continua a segnare dal perimetro con Claver, che poi subisce un fallo antisportivo da Paul. Una chiamata arbitrale non condivisa dalla panchina turca che viene per questo punita con un tecnico dalla direzione di gara. Dalla lunetta sia Claver che Koponen falliscono ed allora Bartzokas decide di fermare il gioco. Nel finale nessuna delle due squadre va a segno ed allora la partita si conclude con la vittoria di Barcellona per 89-78. Un successo ottenuto grazie ai 20 punti messi a segno da Koponen, i 18 di Faverani e i 15 di Claver. Per l'Efes, oltre al già citato Paul (25 punti), ci sono da segnalare anche le buone prestazioni di Heurtel (18 punti) e Honeycutt (11 punti). Nel prossimo il turno Barcellona sarà impegnato in Grecia contro il Panathinaikos, mentre l'Efes se la vedrà nel derby turco contro il Darussafaka.