Eurolega - Heurtel ispira, Paul finalizza: il derby turco è dell'Anadolu Efes

La formazione di coach Perasovic sfodera tutto il suo potenziale offensivo, con l'ispirazione del playmaker francese. Dall'altra parte non basta Wanamaker.

Eurolega - Heurtel ispira, Paul finalizza: il derby turco è dell'Anadolu Efes
Eurolega - Heurtel ispira, Paul finalizza: il derby turco è dell'Anadolu Efes
Anadolu Efes Istanbul
93 81
Darussafaka
Anadolu Efes Istanbul: Thomas 5, Honeycutt 8, Balbay ne, Brown 12, Osman 4, Geyik ne, Granger 9, Heurtel 17, Mutaf, Paul 21, Dunston 14, Kirk 3.
Darussafaka: Wilbekin 1, Yagmur, Batuk 10, Wanamaker 24, Clyburn 8, Moerman 11, Aldemir 1, Savas ne, Anderson, Zizic 16, Bertans 10, Harangody.

Una splendida prova di Thomas Heurtel, affiancato dalla straripante e ritrovata fisicità di Bryant Dunston e dalla precisione al tiro pesante di Brandon Paul, consentono all'Anadolu Efes Istanbul di aggiudicarsi il derby turco della diciannovesima giornata della regular season di Eurolega. Ancora una volta, il Darussafaka cade lontano dal proprio parquet, e ora vede avvicinare proprio i rivali cittadini in classifica, con la formazione di coach Perasovic che si avvicina proprio alla soglia della qualificazione ai quarti di finale.

Inizio complicato per entrambi gli attacchi, come si confa ai derby. Apre il conto Paul con la tripla, poi a Zizic risponde Granger dalla lunetta, prima della bomba di Osman. Darussafaka in chiare difficoltà offensive e punito anche da Dunston per il 10-4 di metà quarto: ci pensa Wanamaker a sbloccarsi con due canestri in fila, Granger risponde da distanza siderale ma Zizic torna ad alzare i toni sotto canestro finchè non trova Honeycutt a intralciargli il cammino: stoppata, tripla e assist per la bomba di Paul per il +10. Moerman entra e segna cinque punti, è 25-19 alla prima pausa. Segnano Wanamaker e Clyburn in avvio di secondo quarto, dopo il canestro di Kirk ci pensa Bertans a pareggiare con i piedi dietro l'arco. Efes un po' in difficoltà, ci si aggrappa a Osman e Thomas per rompere il ghiaccio, ma Zizic pareggia ancora a metà quarto prima del sorpasso firmato Wanamaker. Il Darussafaka alza la pressione difensiva, l'Efes tira male e viene punito da Bertans, poi Honeycutt pesca il jolly e Paul firma il -1. Poi Blatt prende un tecnico e l'Efes torna avanti con Dunston: Heurtel firma il 42-38 di metà gara.

Anche il secondo tempo è aperto da una tripla di Paul, al quale risponde Wanamaker in un festival delle triple prolungato da Brown e da Bertans per il -2 Darussafaka: il solito Zizic riprende da dove aveva lasciato, poi il parziale diventa di 10-0 con Moerman. Dunston prova a risolvere i problemi offensivi dell'Efes, poi Granger prende una grande linea di fondo prima del sorpasso firmato Heurtel con cinque punti in fila. La fisicità di Dunston replica a Clyburn, i padroni di casa provano a scappare con la tripla di Thomas e il layup di Granger per il 64-56. Batuk infila due triple che rinverdiscono le speranze del Darussafaka in avvio di quarto periodo, quattro i punti di distanza tra le squadre prima del facile layup di Brown. Il numero 8 è la guida offensiva degli ospiti, poi è Wanamaker a firmare tre canestri in fila, salendo in cattedra ma senza il giusto seguito dei compagni in difesa. Dall'altra parte è sempre Heurtel a scandire il ritmo dell'attacco dell'Efes, con Paul che torna a sparare da tre punti e Dunston che firma il +7. Il Darussafaka non segna più, Brown inchioda la schiacciata che chiude i conti mentre il sigillo finale lo mettono Heurtel e Paul con l'ennesima tripla.