Eurolega - Torna Teodosic ed è di nuovo magia, il CSKA Mosca asfalta la Stella Rossa

Il playmaker serbo torna proprio per la sfida contro i connazionali ed è subito decisivo, con un De Colo clamoroso in attacco.

Eurolega - Torna Teodosic ed è di nuovo magia, il CSKA Mosca asfalta la Stella Rossa
Eurolega - Torna Teodosic ed è di nuovo magia, il CSKA Mosca asfalta la Stella Rossa
CSKA Mosca
102 80
Stella Rossa Belgrado
CSKA Mosca: DE Colo 25, Kulagin, Teodosic 16, Augustine 2, Fridzon 7, Jackson 4, Antonov 9, Vorontsevick 6, Higgins 7, Khryapa 4, Kurbanov 18, Hines 4.
Stella Rossa Belgrado: Wolter 7, Thompson 4, Dangubic ne, Mitrovic 16, Lazic 7, Dobric 5, Simonovic 10, Rakicevic ne, Jenkins 12, Guduric 3, Kuzmic 10, Bjelica 6.

Torna a vincere il CSKA Mosca, e lo fa in maniera netta contro una delle squadre più compatte dall'inizio di questa Eurolega. La Stella Rossa Belgrado si arrende alla forza d'urto dei ragazzi di coach Itoudis, che avvantaggiati anche dalla pesante assenza in casa serba di Jovic riesce a prendere il largo fin dalle prime fasi della partita, chiudendo con un netto 102-80 e tenendo testa al tentativo di fuga da parte del Real Madrid, anch'esso vincente contro un'altra formazione russa, l'Unics Kazan.

Kuzmic apre subito il fuoco, imitato da Kurbanov, ma l'inizio sembra favorire la Stella Rossa, che si porta sull'8-3 con Wolters e Mitrovic. Pian piano, però, la formazione di casa si riporta su grazie alle giocate di Antonov e De Colo, che firma il canestro del vantaggio. La guardia francese si mette il CSKA sulle spalle, mentre dall'altra parte è Guduric a provare a fare da collante nel punteggio, prima che Hines e Vorontsevich scaldino i motori nel pitturato. Entra in scena anche Teodosic, con i punti che valgono il 33-26 di fine primo quarto. Nel secondo periodo è proprio il playmaker serbo a far ancora male ai suoi connazionali, portando il vantaggio in doppia cifra. Poi provano a risvegliarsi gli ospiti, con Dobric che porta i suoi fino al -5, ma questa striscia scuote ulteriormente il CSKA: è ancora De Colo a fare la voce grossa con un parziale che restituisce un folto vantaggio ai suoi. Mitrovic prova a riportare sotto i suoi, ma Teodosic e Kurbanov fissano il punteggio a metà gara sul 58-46.

Sfida tra Higgins e Thompson - Fonte Euroleague.net
Sfida tra Higgins e Thompson - Fonte Euroleague.net

Dopo un primo tempo clamoroso sul piano offensivo le due squadre continuano a macinare punti anche in uscita dagli spogliatoi. È una fase di break, il primo lo firma Simonovic al quale risponde De Colo, il quale riporta il CSKA sul +11 prima di un botta e risposta tra Kurbanov (a dir poco un fattore in questa partita) e Bjelica. La fase della partita che precede la fine del terzo quarto sembra essere quella decisiva, visto che i russi creano i presupposti per la fuga definitiva: triple di Antonov e di un Teodosic che appare e scompare per il 77-64 che porta all'ultimo intervallo, poi è ancora il serbo del CSKA insieme a De Colo a concretizzare il nuovo +16 casalingo. La Stella Rossa sparisce gradualmente dal campo, i campioni in carica iniziano a ragionare anche sul doppio confronto e allungano in maniera pesante. Ci pensa allora Khryapa a tirare fuori l'esperienza giusta per portare ulteriori punti, quelli che valgono il +22 della sirena finale.