Eurolega - Darussafaka rialza la testa, Fenerbahce battuto 72-65

Zizic e compagni ripartono all'inseguimento della zona playoff tornando alla vittoria europea davanti ai propri tifosi. La sconfitta, per i ragazzi di Obradovic, arriva solo nel finale, a far la differenza le triple dei padroni di casa.

Eurolega - Darussafaka rialza la testa, Fenerbahce battuto 72-65
Zizic, Darussafaka. Fonte foto: http://www.euroleague.net
Darussafaka
72 65
Fenerbahce
Darussafaka: arslan, yagmur, batuk, wanamaker 12, clyburn 20, moerman 8, aldemir 2, savas, anderson 8, zizic 14, bertans 8, harangody. all: blatt.
Fenerbahce: udoh 14, mahmutoglu, antic 3, bogdanovic 18, bennet, sloukas, nunnally 3, vesely 5, kalinic 6, dixon 14, duverioglu, datome 2. all: obradovic.
SCORE: 1Q: 10-20; 2Q: 24-11; 3Q: 13-16; 4Q: 25-18.
ARBITRO: RADOVIC, SRETEN (CRO), BOLTAUZER, MATEJ (SLO), PERUGA, CARLOS (SPA).
NOTE: INCONTRO VALEVOLE PER LA FASE A GIRONI DELL'EUROLEGA 2016/17. SI GIOCA ALLA VOLKSWAGEN ARENA. INIZIO ORE 18.00.

Il Darussafaka, dopo tre sconfitte consecutive, torna alla vittoria in Eurolega e rilancia le proprie ambizioni nella corsa playoff. I turchi, tra le mura amiche, si riprendono da un primo quarto giocato male e sconfiggono in volata il Fenerbahce di Obradovic, che incappa così nell’ottava sconfitta stagionale europea.

Ottima prestazione di Zizic, autore in totale di quattordici punti, dieci rimbalzi catturati e cinque falli ricevuti. Gli ospiti, nonostante le ottime prove di Bogdanovic e Dixon, autori rispettivamente di diciotto e quattordici punti, tornano a perdere dopo una scia positiva di quattro partite. Tra le file dei padroni di casa degne di nota anche le prestazioni di Clyburn e Wanamaker, con valutazioni complessive di diciotto e ventidue.

Blatt, ancora senza Erden e Wilbekin, sceglie Wanamaker playmaker con Bertans e Clyburn larghi. Nel pitturato si muovono Aldemir e Zizic. Coach Obradovic, in risposta, schiera Dixon in regia accompagnato da Datome e Bogdanovic sul perimetro. Kalinic e Vesely completano il quintetto titolare.

Ritmo basso e partita equilibrata in avvio, Zizic apre le marcature schiacciando su assist di Wanamaker, Vesely fa uno su due dalla lunetta, Dixon, in drive, porta avanti i suoi. Anderson, subentrante dalla panchina, infila una bomba dall’arco ma per i successivi quattro minuti è monologo Fenerbahce. Datome e compagni alzano l’intensità in difesa e non sbagliano davanti, il parziale di 0-12 con l’intero quintetto in marcatura vale il primo importante strappo. Ancora Anderson è l’unico a trovare una reazione, infila cinque punti con un’altra tripla ma i compagni non reagiscono, i canestri di Dixon e Udoh riallargano lo scarto. A fine primo quarto il punteggio è di 10-20.

Dopo il primo intervallo gli ospiti non segnano per più di due minuti, Wanamaker ne approfitta, mette quattro punti e accorcia le distanze, Obradovic è costretto al time out per riordinare i suoi. Udoh lotta a rimbalzo e trova due punti ma per il Darussafaka continua il momento favorevole, il 4-0, firmato Clyburn-Zizic, porta fiducia. Antic, da tre, prova a spegnere l’entusiasmo, ancora Zizic, due volte, e la bomba di Moerman riportano i padroni di casa in parità e infiammano il palazzetto. A due minuti dall’intervallo lungo Bogdanovic ritrova canestro, Bertans replica ma ancora il serbo e Nunnally tentano la fuga. Il finale di primo tempo è però ancora casalingo, Aldemir, Clyburn e Wanamaker firmano il 7-0 che dà il vantaggio (34-31).

Wanamaker, Darussafaka. Fonte foto: http://www.euroleague.net
Wanamaker, Darussafaka. Fonte foto: http://www.euroleague.net

Al rientro in campo il ritmo si alza e le difese sono attente, solo sei punti segnati nei primi tre minuti del secondo tempo. Zizic comanda nel pitturato e trova altri due canestri, Kalinic prova ad imitarlo e accorcia. Wanamaker segna due liberi e porta i suoi sul +7 ma la replica degli ospiti è immediata, Bogdanovic, Dixon e Kalinic, intervallati dal canestro di Clyburn, infilano il parziale di 2-9 che li riporta in parità. Clyburn e Moerman cercano per due volte un altro allungo Darussafaka ma i canestri di Udoh e Bogdanovic portano il risultato sul 47-47 prima dell’ultimo periodo.

I decibel si alzano nel palazzetto e Clyburn e compagni ripartono forte, in avvio di ultimo periodo arriva subito il break di 5-0. L’entusiasmo dura pochissimo, lo spengono Udoh e Dixon con cinque punti consecutivi, ancora una volta il risultato è in parità. Clyburn dà lo strappo decisivo alla partita, due triple consecutive dell’ala americana tagliano le gambe agli ospiti. Nunnally e Udoh provano a stare in scia ma Moerman, ancora da tre, li ricaccia indietro. Negli ultimi tre minuti non riesce un rientro ospite, i canestri dei soliti Udoh, Vesely e Bogdanovic sono sempre pareggiati dai padroni di casa, il Darussafaka si impone con il risultato finale di 72-65.