Eurolega - Il Real Madrid non sbaglia e batte il Darussafaka (101-83)

Una prestazione monstre di Llull permette ai blancos di ottenere la nona vittoria consecutiva in Eurolega, la quarta di fila a livello stagionale. Per il Darussafaka non bastano i 18 punti di Anderson.

Real Madrid
101 83
Darussafaka
Real Madrid: Randolph 13 (3/4;1/3;4/4) Draper 2 (1/1;0/1) Fernandez 6 (2/6 3P) Nocioni (0/1) Doncic 5 (1/5;1/3) Maciulis 9 (2/3;1/2;2/3) Ayon 2 (1/2) Carroll 8 (1/1;1/1;3/3) Hunter 14 (6/7;2/3 TL) Llull 26 (3/4;6/8;2/2) Thompkins 14 (1/2;4/6;0/2) Taylor 2 (1/1)
Darussafaka: Wilbekin 9 (1/3;2/6;1/2) Batuk 3 (1/2 3P;0/3 TL) Wanamaker 15 (3/9;1/3;6/6) Clyburn 2 (0/3;0/2;2/4) Moerman 9 (0/1;3/7) Aldemir (0/1) Anderson 18 (3/7;2/3;6/6) Zizic 11 (4/9;3/6 TL) Bertans 9 (4/5;0/2;1/1) Harangody 7 (1/1;1/2;2/2)
SCORE: 30-14; 53-37; 75-60. Tiro da 2p: Real Madrid (20/31) Darussafaka (16/39). Tiro da 3p: Real Madrid (16/30) Darussafaka (10/27). Tiri liberi: Real Madrid (13/17) Darussafaka (21/30). Rimbalzi: Real Madrid 31 Darussafaka 28

Il Real Madrid non sbaglia e vince anche contro il Darussafaka, conservando così la testa della classifica in Eurolega. La squadra di Laso viene trascinata al successo da uno strepitoso Llull che inanella ben 26 punti, ma non solo, perchè anche Thompkins ed Hunter vanno in doppia cifra con 14 punti a testa, poi Randolph completa il tabellino madrileno con 13 punti. Per i turchi invece non è sufficiente un Anderson da 18 punti, accompagnato da Wanamaker con 15 punti e Zizic con 11. Una vittoria, quella dei madrileni, costruita già a partire dallo starting five che ha visto partire dall'inizio Llull nel ruolo di play, con Taylor e Maciulis al suo fianco, e Randolph in appoggio ad Ayon nel pitturato. Dall'altra parte invece Blatt si è presentato con Bertans e Wanamaker nei ruoli di point-guard, Clyburn ed Harangody sulle ali con Zizic a far valere la propria fisicità al centro dell'area.

Maciulis apre la partita realizzando 4 punti consecutivi, poi Harangody segna il primo canestro in favore del Darussafaka con un'ottima penetrazione nel pitturato avversario. Llull con due triple consecutive allunga in favore dei padroni di casa, che consolidano il vantaggio con la stoppata di Ayon su Clyburn. Ancora Llull va a segno dal perimetro per due volte consecutive e Blatt si vede costretto per questo a chiamare il time-out. Il minuto di sospensione non agevola i turchi che subiscono la tripla di Thompkins, che vale il +13 in favore dei padroni di casa (23-10). L'ala americana dei Merengues si rende poi protagonista di un'ottima stoppata su Aldemir, ma nel finale Llull con 5 punti consecutivi e Wilbekin col piazzato chiudono il primo quarto sul punteggio di 30-14 in favore del Real.

Il Darussafaka inizia la seconda frazione di gioco con un parziale di 5-0 grazie alla tripla di Moerman ed ai liberi di Anderson, poi Hunter con l'appoggio a tabellone segna i primi due punti del quarto per i padroni di casa. Il Darussafaka riesce ad accorciare le distanze fino al 36-25 e Laso decide per questo di fermare il gioco. La pausa aiuta i madrileni ad allungare con la tripla di Fernandez, ed allora Blatt chiama il time-out. La pausa non cambia l'andamento dell'incontro, infatti Carroll prima e Fernandez poi vanno a segno dal perimetro sigillando il punteggio sul 51-32 in favore dei padroni di casa. Wilbekin con la tripla prova a riavvicinare la squadra turca e per questo Laso decide di fermare il gioco. Dopo la pausa nessuna delle due squadre va a segno ed allora si va al riposo con il Real che conduce per 53-37.

Il Real parte forte ad inizio terzo quarto firmando un 5-0 di parziale grazie alla tripla di Randolph ed al piazzato di Llull, poi Zizic sblocca la situazione in casa Darussafaka andando a segno con i liberi. Maciulis con la tripla torna ad allungare in favore dei padroni di casa, ma sul punteggio di 67-48 Laso decide di chiamare il time-out per non far avere ai suoi cali di concentrazione. Il timore del coach spagnolo si concretizza subito dopo la pausa, infatti Anderson accorcia le distanze con una tripla. Il Darussafaka sfrutta il buon momento per cercare di riportarsi a contatto con il canestro dal perimetro di Wilbekin, poi Anderson e Batuk con due tiri da oltre l'arco fissano il punteggio sul 69-60 in favore dei padroni di casa. Laso per evitare l'aggancio decide di fermare il gioco, ed infatti dopo la pausa Hunter con una stoppata su Wanamaker difende l'ampio vantaggio costruito dalle merengues. Blatt, per non veder scappare nuovamente i padroni di casa, decide di chiamare il time-out. Dopo il minuto di sospensione il punteggio non cambia ed allora il terzo quarto si chiude con il Real ancora avanti per 75-60.

L'ultima frazione di gioco vede Thompkins andare subito a segno con la tripla, ma dall'altra parte gli risponde Wilbekin con i liberi. Moerman ed Harangody con due triple consecutive provano a riportare in partita il Darussafaka, ma Thompkins con un canestro da oltre l'arco spegne le speranze di rimonta dei turchi. Wanamaker con un tiro dal perimetro firma il -14 (86-72), riaccendendo la voglia della squadra di Blatt di tornare in partita, ed infatti poco dopo Moerman accorcia ulteriormente le distanze con una nuova tripla. Sul punteggio di 90-77 in favore dei padroni di casa, il coach del Darussafaka decide di chiamare il time-out, che però non agevola gli ospiti, i quali subiscono prima la tripla di Thompkins e poi la stoppata di Ayon su Wilbekin. Llull rischia di riaprire la partita con un fallo antisportivo su Anderson, il quale si rivela impeccabile dalla lunetta, ma Doncic la richiude con la tripla del +15 (98-83). Blatt nonostante ciò decide comunque di fermare il gioco per chiedere ai suoi di rendere meno amara la sconfitta, ma nel finale Llull va a segno con un tiro da oltre l'arco che vale il 101-83 in favore del Real.

Nel prossimo turno i blancos andranno in Turchia ad affrontare il Galatasaray, mentre il Darussafaka ospiterà il Panathinaikos.