Eurolega - Doppia vittoria Real: Fenerbahce matato (61-56) e primo posto sigillato

Llull e Fernandez trascinano gli spagnoli in una gara fisica e scorbutica, e il ko del Cska consegna la testa di serie numero 1 ai Blancos. Fenerbahce in crisi profonda.

Eurolega - Doppia vittoria Real: Fenerbahce matato (61-56) e primo posto sigillato
Real Madrid
61 56
Fenerbahce
Real Madrid : Randolph 6 Fernandez 11 Nocioni ne Doncic 5 Maciulis 7 Reyes 3 Ayon 6 Carroll Hunter 2 Llull 16 Thompkins 3 Taylor 2
Fenerbahce : Hersek ne Udoh 7 Mahmutoglu 2 Antic 5 Bogdanovic 15 Arna ne Nunnally Ugurlu ne Vesely 11 Kalinic 5 Dixon 11 Duverioglu ne

Il Real Madrid batte il Fenerbahce, privo di Datome, Sloukas e Bennett, col punteggio di 61-56. Per i padroni di casa ennesima grandissima prova di Sergio Llull autore di 16 punti, mentre Rudy Fernandez chiude con 11 punti, con 3/3 al tiro pesante. Per la squadra di Obradovic non bastano i 15 punti di Bogdanovic  e gli 11 a testa di Vesely e Dixon per evitare l’ottava sconfitta lontano dalle mura amiche. Con questa vittoria, e la conseguente sconfitta del Cska in quel di Atene (sponda Panathinaikos) gli spagnoli saranno testa di serie numero 1 ai playoff.

Bogdanovic inaugura la gara con un tiro dalla lunga distanza ma Llull vuole mettere subito le cose in chiaro (8-3). Kalinic, Vesely e Dixon rimettono il Fenerbahce col naso avanti, ma il Real va a segno con tutto il quintetto iniziale portandosi sul 18-12. Vesely mette a bersaglio dalla media distanza, Fernandez con una recuperata e i liberi di Dixon chiudono la prima frazione sul 20-16. Doncic corregge un errore di Fernandez, Antic e Kalinic vanno a segno dai 6.75 impattando sul 22-22. Non si segna per diversi possessi, fin quando Dixon non mette a segno un’altra tripla, mentre Bogdanovic e Mahmutoglu portano la squadra di Obradovic sul 26-29. Reyes fa 1/2 dalla lunetta, mentre l’asse Dixon-Vesely trova impreparata la difesa del Real, Randolph è preciso dalla lunetta (29-32).

Vesely fa +5 ad inizio secondo tempo, Maciulis sblocca il Real dalla lunga distanza ma Dixon risponde per le rime e con una schiacciata di Vesely (32-29) Pablo Laso è costretto al time out. Rudy Fernandez prova a suonare la carica con due bombe (40-41). Udoh con fatica cattura un rimbalzo e mette a segno il primo canestro dal campo della sua gara. Llull con una giocata-magia da 3 punti e una bomba in transizione fa 46-43, complice un lay-up di Maciulis.

Fernandez è inarrestabile da oltre l’arco, ma Bogdanovic tiene a galla i turchi. Vesely e Udoh rispondono a Randolph (53-49). Il Fenerbahce sbaglia diversi liberi e spreca diversi possessi, Doncic da 3 punisce e Thompkins con un gioco da 3 prova a mettere i titoli di coda alla partita, nonostante un tecnico fischiato a Llull (59-51). Udoh non vuole alzare bandiera bianca e Bogdanovic fa tremare il pubblico di casa (59-56). Ma un recupero di Doncic su Bogdanovic e Llull dalla lunetta chiudono una volta per tutte la questione. Ora per il Fenerbahce si complica l'assalto al quarto posto.