Turkish Airlines EuroLeague - Il Galatasaray passa a Bamberg (84-79) e chiude col sorriso

Nella lotta tra "esclusi" per il dodicesimo posto in classifica, è il Galatasaray a passare alla Brose Arena: Guler, Schilb e Daye guidano la mattanza dall'arco, ai tedeschi non bastano i 17 (con soli 3 rimbalzi) di Nicolò Melli.

Turkish Airlines EuroLeague - Il Galatasaray passa a Bamberg (84-79) e chiude col sorriso
Turkish Airlines EuroLeague - Il Galatasaray passa a Bamberg (84-79) e chiude col sorriso
Brose Bamberg
79 84
Galatasaray Istanbul

Piccola consolazione per il Galatasaray, che vince a domicilio lo "spareggio" tra escluse, valido per il dodicesimo posto nell'ultima giornata di Turkish Airlines EuroLeague, contro il Brose Bamberg. Ottima prestazione di Austin Daye (15 punti) nel primo tempo, e di Guler (17) e Schilb (16) nel secondo. In doppia cifra anche Micov (13), mentre a Trinchieri non bastano i 17 del top scorer Nicolò Melli. Andiamo a rivivere insieme le fasi salienti del match.



Inizio di fuoco del Bamberg: pronti, via, parziale di 7-0 aperto da Miller e chiuso da Veeremenko e dalla schiacciata di Melli. Dall'altra parte, però, Daye si fa sentire subito e con cinque punti consecutivi guida i suoi al -2. Una leggerezza di Melli permette a Koksal di involarsi verso il pareggio in campo aperto, ma il rientro dell'azzurro - con annessa stoppata - riconquistano subito il pubblico della Brose Arena. I turchi, comunque, tengono la testa nella partita e riescono ad operare il controsorpasso grazie alle mani di Micov e Guler, autore di quattro punti filati. A questo punto però è il Brose a scuotersi, supportato dal suo pubblico, con le due bombe consecutive di Nikos Zisis e Darius Miller. Causeur (17-15) riporta avanti i suoi, collaborando poi con Heckmann per l'allungo; Micov, nell'ultimo possesso, riesce a ridurre i danni con una gran tripla fuori equilibrio per il 23-20 che chiude il quarto.

In apertura di secondo quarto, però, il Bamberg traccia subito il solco: si presentano al tabellino Maodo Lo e Daniel Theis, che collaborano per otto punti nei primi due minuti. A fronte del solo jumper dalla media di Daye. 
La fase centrale è piuttosto spezzettata tra falli, palle perse e timeout, ma a tirare fuori il Gala dalla doppia cifra di svantaggio sono i cinque punti con tripla direttamente su rimessa di Schilb, a cui segue subito quella di Preldzic per il -4. I tamburi tedeschi continuano a suonare, e per interrompere una siccità offensiva di due minuti ci vuole Heckmann, bravissimo nell'attaccare la linea di fondo. Fitipaldo risponde col 2/2 in lunetta, è -2. Preldzic segna ancora dall'arco dopo la realizzazione di Melli, propiziando il pareggio, ma a far esplodere il pubblico di casa è ancora Patrick Heckmann, lasciato tutto solo nell'angolo, che punisce coi tre punti. Nel finale si segna con più continuità, e una grande transizione turca porta Tyus ad alzarsi per il secondo canestro consecutivo che vale il 43-41. I due liberi a testa per Melli e Daye (11 punti all'intervallo lungo), chiudono il primo tempo.

La terza frazione si apre con un paio di palle perse tedesche, prima dello scambio di favori tra Daye e Zisis. Situazione che rimane in pieno equilibrio, tra l'attacco lavorato del Galatasaray e quello più istintivo del Bamberg, entrambi a cercare di risolvere con i tiratori dall'arco. Il primo mini-gap (51-47) lo apre NicMelli girando alla grande sul piede perno per il fadeaway, prima di uno splendido dentro-fuori che permette a Radosevic di imbeccare altri tre punti di Zisis. Micov, solito cecchino, risponde inventandosi la seconda tripla della partita, ma la penetrazione mancina di Fabien Causeur costringe gli ospiti al timeout. In uscita, il Gala  si appende alla sua stella: Austin Daye, partendo da destra, incanta avversari e compagni prendendo la linea di fondo con un super-movimento di piedi. La penetrazione con schiacciata di peso di Niccolò Melli, sotto l'altro canestro, ristabilisce i +6. La confusione continua a regnare sovrana sul parquet tedesco, con tanti fischi arbitrali, non sfruttati né da Melli né da Micov e Guler. Il 2+1 del turco, abilissimo nel pitturato, è però l'ultimo acuto di un quarto che si chiude sul 63-58.

La circolazione del Galatasaray infiamma subito il quarto decisivo mandando a bersaglio, due volte in due minuti, Blake Schilb dall'arco. Si segna poco o niente per diversi minuti, ma furia turca riesce ad avanzare con la tripla di Pleiss, lasciato tutto solo al centro del pitturato, che costringe Trinchieri al timeout sul 64-66. In uscita arriva l'ennesima tripla di Schilb, ma anche cinque punti consecutivi di Darius Miller che aprono la strada alla bomba da tre del sorpasso firmata da Maodo Lo. Pleiss fa en plein ai liberi, la partita si scalda ed il tabellino torna ad aggiornarsi con continuità: Radosevic schiaccia e riporta avanti i suoi, prima che la solita coppia Guler-Micov faccia letteralmente balzare in piedi il settore ospite con sei punti in un minuto. Il crollo definitivo del Bamberg, che sostanzialmente ha smesso di difendere negli ultimi minuti, è sancito dal +8, ancora firmato da Micov dall'arco. Alla sirena finale, è 84-79 e favore degli ospiti, che chiudono la propria stagione europea con un (piccolo) sorriso.

Gli highlights della contesa.