Turkish Airlines Euroleague - Il CSKA suona la ventiduesima, l'Olympiakos si arrende a Mosca

Seconda sconfitta consecutiva lontano da casa per i greci, ai quali non bastano i punti di Spanoulis. Gli uomini di Itoudis chiudono con un'altra vittoria prestigiosa la regular season europea.

Turkish Airlines Euroleague - Il CSKA suona la ventiduesima, l'Olympiakos si arrende a Mosca
De Colo, CSKA Mosca. Fonte foto: http://www.euroleague.net
CSKA Mosca
90 86
Olympiakos
CSKA Mosca: de colo 23, teodosic 23, augustine, fridzon 4, jackson, antonov, freeland, vorontsevich 11, higgins 12, khryapa 2, kurbanov 5, hines 10. all: itoudis.
Olympiakos: birch 2, young 4, toliopoulos, papapetrou 16, spanoulis 16, waters, agravanis 7, milutinov 4, printezis 12, papanikolaou 13, mantzaris 12, athinaou. all: sfairopoulos.
SCORE: 1Q: 25-15; 2Q: 22-22; 3Q: 24-26; 4Q: 19-23;
ARBITRO: BELOSEVIC, ILIJA (SER), PATERNICO, CARMELO (ITA), JIMENEZ, BENJAMIN (ESP).
NOTE: INCONTRO VALEVOLE PER LA FASE A GIRONI DELL'EUROLEGA 2016/17. SI GIOCA ALLA MEGASPORT ARENA di MOSCA. INIZIO ORE 19.00.

Dopo lo stop esterno di Atene contro il Panathinaikos, ritrova la vittoria in Turkish Airlines Euroleague il CSKA di Mosca, infilando il ventiduesimo ed ultimo successo stagionale nella regular season della massima competizione europea. I russi, nel palazzetto di casa, sconfiggono un’Olympiakos a tratti bella, respingendo ogni tentativo di rientro dei greci. Ottima la prestazione di De Colo, autore in totale di ventitre punti, due rimbalzi catturati e sei assist. Gli ospiti, nonostante una prova ottima di Spanoulis, autore di sedici punti, subiscono la terza sconfitta consecutiva in Europa e cadono per la seconda volta in stagione contro la corazzata di Itoudis. Tra le fila dei padroni di casa degna di nota anche la prestazione di Teodosic che mette a referto ventitre punti e quattro assist.

Coach Itoudis propone Teodosic play con Kurbanov e Hines ad agire sotto le plance. Esternamente si muovono De Colo e Vorontsevich. Sfairopoulos risponde schierando Mantzaris in regia con Spanoulis e Papapetrou sul perimetro; Printezis e Birch completano il quintetto titolare.

Partenza a mille della squadra di casa, gli uomini di Itoudis impongono subito un gran ritmo e infilano tre canestri consecutivi in poco più di un minuto. I greci non ci stanno, la reazione immediata di Spanoulis e Printezis riporta sotto gli ospiti. La fiammata degli ellenici dura pochissimo, Vorontsevich guida i russi nel nuovo 6-0 casalingo, Mantzaris trova finalmente la via del canestro ma la bomba dall’arco di Teodosic costringe Sfairopoulos al time-out. Dopo il break, Printezis e compagni cercano più volte un accorcio con canestri dal campo ma le triple firmate Teodosic-Vorontsevich allargano ulteriormente lo scarto portando il CSKA sul +10 (25-15).

Dopo il primo intervallo, difese attente e qualche errore di troppo sotto canestro, fanno sì che nei primi tre minuti si segni pochissimo: per l’Olympiakos mette due canestri Young, Higgins e Fridzon replicano nelle file dei padroni di casa. Milutinov e Printezis refertano un mini parziale ospite, Itoudis richiama i suoi in panchina per riordinare le idee. Al rientro avviene una sfida nella sfida tra De Colo e Spanoulis, il francese segna dieci punti con due triple, il greco risponde con sei punti. Con i canestri di Papanikolaou e Mantzaris l’Olympiakos si rifà sotto nel punteggio, i punti messi a segno da Teodosic e Hines a fine quarto lasciano lo scarto tra le squadre invariato (47-37).

Vorontsevich, CSKA Mosca. Fonte foto: http://www.euroleague.net
Vorontsevich, CSKA Mosca. Fonte foto: http://www.euroleague.net

Higgins apre il secondo tempo con due canestri ravvicinati ma i greci dimostrano immediatamente di essere rientrati in campo con un’energia differente: l’Olympiakos, con Printezis sugli scudi, infila un parziale di 0-8 e riduce le distanze. Teodosic ferma, segnando in drive, la serie degli ospiti, Birch e Mantzaris trovano ancora due canestri. Spanoulis è ancora la principale minaccia per la difesa russa, le triple di Kurbanov e De Colo, intervallate dal canestro di Milutinov riportano i padroni di casa sul +9. L’Olympiakos prova un ulteriore rientro con Papapetrou e Papanikolaou, la stella De Colo è inarrestabile e ribatte colpo su colpo, prima dell’ultimo intervallo il risultato è di 71-63.

L’ultima frazione di gioco inizia a senso unico, per più di due minuti De Colo e compagni non segnano, Agravanis e Papanikolaou refertano sei punti e portano i greci a -2. Teodosic sblocca l’attacco di casa, prima segna, subisce fallo e trasforma il libero aggiuntivo, poi fornisce un assist al bacio per Khryapa. Mantzaris e Spanoulis provano ancora a trovare il break decisivo per l’accorcio, è ancora il genio serbo dei padroni di casa a respingere ogni tentativo, prima con una tripla e poi in transizione. Ad un minuto e mezzo dal termine della gara, Printezis trova l’aggancio nel punteggio, Teodosic e Higgins cercano una nuova fuga con un parziale di 5-0 ma la bomba dall’arco di Papapetrou dà ancora una speranza ai greci. Hines e Higgins non sbagliano gli ultimi liberi e a nulla serve l’ulteriore canestro di Papapetrou, il match si conclude 90-86.