Turkish Airlines EuroLeague - Un Baskonia da oltre cento punti demolisce il Real Madrid (105-75)

Gli uomini di Martinez giocano una partita impeccabile e tornano alla vittoria in Eurolega dopo la caduta di Mosca. Doncic e compagni, tramortiti nel primo quarto dai trentasei punti del Baskonia, inseguono per l'intero match senza mai riuscire a rientrare.

Turkish Airlines EuroLeague - Un Baskonia da oltre cento punti demolisce il Real Madrid (105-75)
Granger e Beaubois, Baskonia. Fonte foto: http://www.euroleague.net
Baskonia Vitoria
105 75
Real Madrid
Baskonia Vitoria: vildoza 3, timma 10, voigtmann 2, malmanis 8, huertas 13, beaubois 15, janning 11, diop 8, granger 12, poirier 8, shengelia 7, mcrae 8. all: martinez.
Real Madrid: causeur 3, randle 2, randolph 4, fernandez 9, doncic 18, maciulis 4, reyes 3, campazzo 3, carroll 7, tavares 10, thompkins 6, taylor 6. all: laso.
SCORE: 1Q: 36-17; 2Q: 28-27; 3Q: 24-19; 4Q: 17-12;
ARBITRO: ROCHA, FERNANDO (POR), GKONTAS, SPIROS (GRE), RADOJKOVIC, JOSIP (CRO).
NOTE: INCONTRO VALEVOLE PER LA FASE A GIRONI DELLA TURKISH AIRLINES EUROLEAGUE 2017/18. SI GIOCA ALLA FERNANDO BUESA ARENA di VITORIA. INIZIO ORE 20.30.

Il Baskonia di Vitoria batte, con un’ottima prestazione collettiva e ben centocinque punti segnati, il Real Madrid e si aggiudica la propria seconda gara nella regular season di Turkish Airlines Euroleague 2017/18. Partita ottima del brasiliano Huertas, autore in totale di tredici punti, tre rimbalzi catturati e sei assist. I ragazzi di Laso, nonostante le buone prove di Doncic e Tavares, subiscono un maxi-parziale in apertura di gara, non riescono più a trovare il break per un rientro e perdono così la terza gara consecutiva tra campionato e coppa. Tra le file dei padroni di casa degne di nota anche le prestazioni di Granger, Janning e Poirier, con valutazioni complessive di quindici.

Coach Pedro Martinez propone Granger playmaker con Malmanis e Poirier ad agire sotto le plance. Esternamente si muovono Janning e Timma. Laso risponde schierando Campazzo in regia con Causeur e Taylor sul perimetro; Felipe Reyes e Randolph completano il quintetto titolare.

Parte fortissimo la squadra di casa, Reyes e Taylor replicano alle prime due triple di Timma e Granger, gli uomini di Martinez chiudono le maglie nel pitturato e non sbagliano dall’altro lato del campo, dopo soli tre minuti il Baskonia è già sopra di dieci e Laso è costretto al time-out. In uscita dalle panchine il copione non cambia di una virgola, l’attacco del Real non produce nulla, Janning e Huertas firmano gran parte del nuovo parzialone di dodici a zero. A fine periodo, con l’ingresso di Doncic, gli spagnoli trovano finalmente con più continuità la via del canestro ma Shengelia e compagni rispondono colpo su colpo e chiudono sul 36-17.

Ancora ritmo infernale dopo la prima pausa, il Real cerca di dare uno strappo per un rientro ma Beaubois segna a ripetizione e spegne sul nascere ogni tentativo. Il primo break è ancora del Baskonia, con la tripla di McRae sono sette i punti consecutivi dei padroni di casa. Da questo momento, per minuti, si segna da ambo le parti solo da tre punti, Granger e Janning refertano ancora canestri, rispondono Doncic e Campazzo. A fine primo tempo si rivede il Real, Doncic, Maciulis e Tavares firmano il primo vero break ospite, con il canestro di Huertas, ad un secondo dal termine, i punti di distacco sono venti (64-44).

Dopo l’intervallo l’intensità in campo non si abbassa, continui botta e risposta con Randolph e Taylor a canestro ad alternarsi con Malmanis e Timma. Reyes e Causeur provano ancora una volta a dare il via ad un break ospite ma la risposta di Diop e compagni è sempre dietro l’angolo, sei punti consecutivi dei padroni di casa chiudono ancora la porta in faccia agli uomini di Laso. Dopo i due canestri di Doncic e Maciulis, i soliti Timma e Beaubois infilano l’ennesimo strappo e tagliano definitivamente le gambe ai giocatori del Real. A fine frazione di gioco, esauriti i bonus per falli per entrambe le squadre, si gira molto in lunetta e il Baskonia rimane saldamente avanti (88-63).

Spazio alle seconde linee nell’ultimo periodo di gioco, Thompkins e Tavares aggiungono punti al proprio score, replicano Huertas e McRae. Gli ospiti attendono solo la fine della gara e Malmanis e Granger dilagano ulteriormente, con i cinque punti di Vildoza e Voigtmann i ragazzi di Martinez sfondano quota cento punti. I due canestri di Tavares e Carroll a fine gara arrotondano a trenta i punti di distacco con cui il Baskonia vince la gara (105-75).