Il derby è di Milano travolta Cantù

L'Olimpia Milano ha superato Cantù 83 a 64 nel derby lombardo. La squadra allenata da Luca Banchi ha vinto convincendo, soprattutto grazie alla prestazione di un ritrovato Linas Kleiza, autore di 18 punti.

Il derby è di Milano travolta Cantù
EA7 Olimpia Milano
83 64
Acqua Vitasnella Cantù
EA7 Olimpia Milano: L. Kleiza 18, J. Ragland 17, M. Brooks 14. Rim (39): S. Samuels 10. Ass (18): J. Ragland 7.
Acqua Vitasnella Cantù : D. Johnson-Odom 17, J. Feldeine e D. Jones 12. Rim (30): E. Williams 14. Ass (13): J. Feldeine 4.
SCORE: 83-64 (18-15, 19-21, 27-9, 19-19)

 Il derby è di Milano: in un Forum gremito nonostante la contemporanea partita della nazionale di calcio a San Siro i campioni d'Italia demoliscono 83-64 Cantù e agganciano Cremona e Sassari a quota 8 in classifica. Soprattutto perché, al di là del risultato in sé, la squadra di Banchi ha dimostrato quello che potenzialmente è in grado di diventare, con il momento dei nuovi arrivi: sono infatti Linas Kleiza (18 punti), Marshon Brooks (14) e Joe Ragland (17) a scavare il solco decisivo in favore dell'EA7, alla squadra di Sacripanti non basta un Johnson-Odom da 17 a referto.

Sfida tutto sommato equilibrata per due quarti, con l'Olimpia che prova più volte a scappare senza però riuscire a seminare gli ospiti: Milano da un lato che soffre la pressione difensiva degli avversari ma trova comunque punti dalla lunetta o da uno contro uno di Alessandro Gentile, mentre Cantù vive di sporadiche iniziative di Johnson-Odom e dei rimbalzi in attacco di Eric Williams. L’EA7 poi ingrana e prova una paio di volte ad allungare,  firmato dalla coppia Gentile-Brooks (28-17 al 13’), ma la formazione di Sacripanti reagisce due volte, prima con un 9-0 e poi con un successivo 8-0, con Jones e Williams a firmare il -1 dell’intervallo lungo.

La squadra di Banchi rientra dagli spogliatoi con una carica decisamente superiore: prima si sblocca Samuels, a secco nel primo tempo, e poi si sveglia Kleiza, che segna praticamente qualsiasi cosa gli passi per le mani. Milano lavora bene soprattutto a livello difensivo: solo 9 punti segnati dagli ospiti in un terzo quarto decisivo, in poco tempo il vantaggio supera la doppia cifra, con Cantù che non riesce ad arginare lo straripante attacco milanes. ;Così arriva l’allungo pesante dei campioni d’Italia, che trovano il massimo vantaggio in avvio di ultimo periodo con il canestro da sotto di Samuels (66-45 al 31’).L’Acqua Vitasnella prova un timido tentativo di rientro con Feldeine, ma non va oltre il -16, mentre Milano dilaga con Brooks e Kleiza, toccando anche il +25, in un quarto periodo che è pura accademia.Milano vince l’atteso derby con Cantù e torna al successo, dopo due sconfitte consecutive