Basket, la Virtus Bologna riceve Capo d'Orlando per il bis

Dopo la bella vittoria al debutto contro Venezia, la Obiettivo Lavoro attende alla Unipol Arena i siciliani, che proprio contro la Umana Reyer hanno perso l'ultima partita e Bowers per infortunio.

Basket, la Virtus Bologna riceve Capo d'Orlando per il bis
Basket, la Virtus Bologna riceve Capo d'Orlando per il bis

La terza giornata del campionato di basket di serie A presenta una sfida molto interessante sul parquet della Unipol Arena di Casalecchio di Reno. La Obiettivo Lavoro-Virtus Bologna ospita la Betaland Capo d'Orlando in un match tra due compagini costruite, durante la scorsa estate, in maniera diametralmente opposta: il mix ttra la colonia americana e quella italiana da una parte, la saggezza di veterani europei mista a una banda di ragazzini terribili dall'altra. Ci si aspetta una bella partita, con l'Orlandina attesa dalla seconda trasferta consecutiva, dopo quella negativa di Venezia, e la Virtus che torna sul proprio parquet, dove ha vinto due settimane fa proprio contro la Umana Reyer.

Giorgio Valli, coach della Obiettivo Lavoro-Virtus Bologna, ha ammesso alla vigilia che non potrà contare sull'apporto di Allan Ray: la guardia americana è fuori per infortunio, pertanto potrebbe essere promossa nel ruolo di titolare una vecchia conoscenza del basket siciliano. Stiamo parlando di Pendarvis Williams, uno degli uomini decisivi per il miracolo della Fortitudo Agrigento, giunta fino alla finale-promozione per andare in serie A. La stella della Virtus, ovviamente, è Dexter Pittman: dalle Finals NBA con i Miami Heat all'avventura italiana, il passo è stato breve per lui, che sta subito provando a far sentire il proprio peso sotto canestro. Attorno a lui, tutto gira attorno alle mani veloci del playmaker Abdul Gaddy e di due grandi talenti, ovvero Rod Odom e soprattutto Simone Fontecchio: tocca all'azzurrino prendere in mano la Obiettivo Lavoro per poter fare grandi cose quest'anno. Dunque, il quintetto che coach Valli dovrebbe presentare oggi è il seguente: Gaddy-Williams-Fontecchio-Odom-Pittman.

Giulio Griccioli, coach della Betaland Capo d'Orlando, sa già di non poter contare sul talentino serbo Stojanovic, ma la trasferta di Venezia ha portato "in dote" anche l'infortunio di Laurence Bowers: l'ala americana dovrà restare ferma per circa un mese, per tanto dovrebbe tornare a metà novembre. D'altro canto, è abile e arruolabile Nika Metreveli, lungo georgiano che dovrebbe affiancare Alex Oriakhi nel quintetto di partenza, in posizione proprio di ala grande, con l'altro americano del roster siciliano chiamato al riscatto dopo la brutta serata veneziana. Poche modifiche, invece, per quel che riguarda il pacchetto degli esterni, con Vlado Ilievski pronto a prendere ancora in mano il gioco dell'Orlandina dopo gli 8 assist smazzati al Taliercio, mentre dalle mani di Zoltan Perl e soprattutto Simas Jasaitis dovrebbero passare punti pesanti per la sorte della formazione paladina alla Unipol Arena. Pertanto, non dovrebbero esserci dubbi sul fatto che il quintetto dovrebbe essere il seguente: Ilievski-Perl-Jasaitis-Metreveli-Oriakhi.