Capo d'Orlando vince nettamente contro Bologna

Partita senza storia, Capo d'Orlando con una prestazione pressochè perfetta vince lo scontro diretto per la salvezza con la Virtus Bologna. In grande spolvero Bowers e Boatright con 19 e 17 punti.

Capo d'Orlando vince nettamente contro Bologna
Betaland Capo D'Orlando
89 62
Obiettivo Lavoro Bologna
Betaland Capo D'Orlando: Stojanovic 11 (4/5;1/1;0/2) Ilievski 4 (1/2 3P;1/2 TL) Jasaitis 7 (2/3;1/2) Bowers 19 (6/7;2/2;1/1) Oriakhi 6 (3/4;0/1 TL) Galipò Basile 9 (1/2;2/3;1/1) Laquintana 7 (0/2;2/4;1/3) Nicevic 2 (1/3) Boatright 17 (3/5;2/6;5/6) Munastra Nankivil 7 (2/3;1/3)
Obiettivo Lavoro Bologna: Fells 7 (2/6;1/6) Hasbrouck 8 (1/3;1/4;3/3) Vitali 7 (3/8;1/2 TL) Pittman 11 (5/8;1/4 TL) Odom 14 (4/8;1/4;3/3) Fabiani Cuccarolo Gaddy 8 (2/3;1/4;1/1) Mazzola 5 (1/1;0/3;3/3) Fontecchio 2 (0/1;0/2;2/2)
SCORE: 29-16; 47-29; 59-46. Tiri da 2p: Capo d'Orlando (22/34) Bologna (18/38). Tiri da 3p: Capo d'Orlando (12/23) Bologna (4/23). Tiri liberi: Capo d'Orlando (9/16) Bologna (14/18). Rimbalzi: Capo d'Orlando 30 Bologna 34

Doveva essere uno scontro diretto per la salvezza, si è rivelato un match a senso unico che ha visto la Betaland Capo d'Orlando dominare il parquet dal primo all'ultimo minuto, controllando i timidi tentativi di rimonta della squadra avversaria. Il team di coach Valli non è mai entrato veramente in partita, frutto di un atteggiamento sbagliato fin dal primo secondo. La squadra si è dimostrata poco concentrata in entrambi le fasi di gioco e questo ha reso la vita ancora più facile agli uomini di Di Carlo, che hanno potuto costruire il successo già con il parziale di 11-0 firmato a metà del primo quarto. Da lì in poi non c'è stata più storia. Soltanto nel terzo quarto Bologna ha provato a serrare le linee di difesa per non rendere il passivo troppo ampio, ma in compenso la capacità offensiva della squadra felsinea è stata poco incisiva. Con questa vittoria i siciliani raggiungono proprio la Virtus nel quartetto di squadre a 12 punti. Tra l'altro per Capo d'Orlando è il secondo successo consecutivo, mentre per la Virtus è un brutto passo indietro e per questo Valli deve analizzare tutti gli errori commessi in questa partita per ripartire dalla prossima giornata con più intensità e tornare quindi alla vittoria. I top scorer dell'incontro sono: Bowers (19), Boatright (17) e Stojanovic (11) per i padroni di casa; Odom (14) e Pittman (11) per gli ospiti.

Pittman dall'area e Bowers dall'arco aprono la sfida. L'ala orlandina, Stojanovic e Jasaitis aprono un parziale di 11-0 in favore dei padroni di casa, ma dopo 3 minuti la Virtus torna a segnare con Pittman. Hasbrouck prova ad accorciare con una tripla fissando il punteggio sul 18-9. Odom schiaccia il -7 e Di Carlo chiama il time-out. In uscita dal minuto di sospensione, prima Laquintana e poi Boatright allungano sul +10 con due canestri da oltre l'arco. Odom stoppa Nankivil e realizza il 26-16. Chiude il primo quarto la tripla di Basile. Primi 10 minuti segnati dal parziale realizzato da Capo d'Orlando. Bologna non è stata in grado di reagire maturando così uno svantaggio di 13 punti.

Boatright con due liberi ed Odom con un appoggio a canestro aggiornano il parziale ad inizio secondo quarto. L'ala bolognese viene poi stoppata da Oriakhi, il quale riesce a difendere la doppia cifra di vantaggio. Ancora Odom protagonista in questa seconda frazione e trascinatore dei suoi con una tripla che riporta lo svantaggio a -10. Sul +15 segnato da Bowers, Valli chiama il time-out. Stojanovic e Pittman segnano da dentro l'area mantenendo il distacco invariato. Bowers stoppa Hasbrouck, poi Vitali segna dal pitturato e Di Carlo opta per il minuto di sospensione. Boatright chiude il quarto con un piazzato fissando il punteggio sul 47-29. Capo d'Orlando conferma quanto di buono fatto vedere nel primo quarto, invece la Virtus continua a non trovare le contromisure adatte.

Il terzo quarto si apre con un Oriakhi in grande spolvero infatti stoppa prima Pittman e poi Gaddy. Per vedere il primo canestro bisogna aspettare 4 minuti quando Mazzola realizza 5 punti consecutivi, interrotti dal piazzato di Bowers. Di Carlo vede un rallentamento da parte dei suoi uomini e quindi chiama un time-out. In uscita dal minuto di sospensione Fells realizza la tripla del -9. Jasaitis e Nankivil riallungano immediatamente con una penetrazione a canestro e un tiro da oltre l'arco. Valli ferma il gioco per provare a recuperare la partita, ma quello che ottiene è una tripla di Ilievski che riporta i padroni di casa sul +13. Chiudono il quarto Nicevic ed Odom. Dieci minuti decisamente poco spettacolari, dove hanno prevalso le difese, ma nonostante ciò Capo d'Orlando mantiene un ampio vantaggio sulla Virtus Bologna che continua a giocar male in attacco. 

Oriakhi schiaccia subito il +15, Basile prova ad allungare ma Odom con una schiacciata firma il 64-48. Laquintana da tre punti da inizio al garbage-time. La Virtus non segna più e Valli ferma il gioco in modo da non finire la partita con uno svantaggio eccessivo. Fells schiaccia ma Bowers e Basile con due triple firmano il +23. Boatright e Stojanovic segnano ancora da oltre l'arco, ma a chiudere la partita è Gaddy con un tiro da oltre i 6.75 metri. La Betaland Capo d'Orlando vince con ampio margine il posticipo della 18ma giornata della Serie A con il risultato di 89-62.