Venezia torna a vincere sbancando Caserta

La squadra di De Raffaele conduce il gioco per tutto il primo tempo, poi subisce il rientro di Caserta ma riesce a portarsi a casa la vittoria nei 90 secondi finale. Per la Pasta Reggia è la quinta sconfitta consecutiva.

Venezia torna a vincere sbancando Caserta
Pasta Reggia Caserta
73 80
Umana Venezia
Pasta Reggia Caserta: Downs 21 (2/9;5/7;2/2) Giuri 6 (1/3;1/1;1/1) Siva 2 (1/6;0/4) Cinciarini 16 (4/4;2/7;2/2) Slokar 10 (4/5;0/2;2/2) Gennarelli Ventrone Ghiacci (0/1) Johnson 4 (1/2;2/2 TL) Hunt 14 (6/10;2/8 TL) Ingrosso
Umana Venezia: Tonut Savovic 2 (0/2;0/2;2/2) Ress 3 (0/1;0/2;3/4) Viggiano 6 (2/4 3P) Green 9 (1/8;1/6;4/4) Jackson 6 (1/4;1/3;1/2) Goss 16 (1/4;4/6;2/2) Ruzzier 2 (1/1) Cantoni Owens 8 (4/10;0/3 TL) Ortner 7 (3/5;1/2 TL) Bramos 21 (1/4;5/7;4/4)
SCORE: 12-23; 35-45; 62-61. Tiro da 2p: Caserta (19/40) Venezia (12/39). Tiro da 3p: Caserta (8/21) Venezia (13/30). Tiri liberi: Caserta (11/17) Venezia (17/23). Rimbalzi: Caserta 33 Venezia 40

La 24ma giornata del campionato di Serie A Beko va in archivio con il posticipo che ha visto Venezia espugnare Caserta. I veneti meritano la vittoria dato che per un lungo tratto del match hanno avuto un vantaggio che poi Caserta è stata brava ad annullare.

Infatti la squadra di De Raffaele parte fortissimo nel 1° quarto, approfittando di un approccio sbagliato dei padroni di casa, per realizzare un break di 9-0, che porta poi gli ospiti a chiudere la prima frazione avanti per 23-12. Nel secondo quarto le distanze rimangono inalterate nonostante il team di Dell'Agnello dimostri un ritmo diverso rispetto ai primi dieci minuti. Merito di questo vantaggio sta nella costanza di rendimento della squadra avversaria. Nel secondo tempo i casertani escono trasformati e nel giro di pochi minuti riducono lo svantaggio fino a passare avanti. Venezia però non si fa sorprendere e rimane attaccata al match. Gli ultimi 90 secondi decidono il match con l'Umana che si dimostra più brillante nel rush finale. MVP della partita, sicuramente Bramos che realizza ben 21 punti, ma il giocatore veneto è ben seguito da Goss con 16. Dall'altra parte non bastano i 21 punti di Downs, i 16 di Cinciarini, i 14 di Hunt e i 10 di Slokar.

Venezia inizia subito su ritmi altissimi con le triple messe a segno da Goss e Bramos, i quali firmano il break di 9-0 in favore degli amaranto. Caserta si fa viva con la stoppata di Slokar su Savovic e il canestro da oltre l'arco segnato da Cinciarini. Owens schiaccia il +10 (3-13) portando Dell'Agnello a chiamare il time-out. Goss e Bramos provano ad allungare con due tiri da oltre la linea dei tre punti, ma Downs tenta di accorciare con una tripla. Hunt schiaccia il canestro che vale il 10-23 e De Raffaele ferma il gioco. L'ultima realizzazione del quarto vede nuovamente Hunt portare le distanze ad undici lunghezze di svantaggio. Primi dieci minuti che hanno certificato un avvio pessimo di Caserta che ha favorito l'allungo di Venezia.

Downs e Viggiano aprono la seconda frazione con due triple. Goss con un canestro da oltre l'arco riporta il vantaggio degli ospiti sulla doppia cifra. Green schiaccia il +14, poi Bramos dalla linea dei tre punti costringe Dell'Agnello a chiamare il time-out. La guardia veneta ( Bramos ) e Giuri mantengono le distanze inalterate con due triple consecutive, poi Cinciarini con un piazzato porta De Raffaele ad optare per il minuto di sospensione. Savovic stoppa Downs, poi la stessa guardia e Slokar chiudono il quarto sigillando il risultato sul 35-45. Seconda frazione che ha viaggiato sugli stessi ritmi della prima frazione, con Caserta che non riesce a recuperare lo svantaggio.

Downs dall'arco ed Owens dall'arco segnano i primi canestri del secondo tempo. La guardia di Caserta ( con una schiacciata ), insieme ad Hunt e Cinciarini con una tripla, firmano il break di 8-0, che riporta i padroni di casa in partita. Viggiano realizza da oltre i 6.75 metri, poi Cinciarini impedisce una nuova fuga dell'Umana con una stoppata su Green. Ortner restituisce il favore stoppando Siva, poi Downs con una tripla accorcia le distanze (51-54). Cinciarini dalla lunetta firma il vantaggio, costringendo De Raffaele al time-out. Ortner con un libero sigilla la parità a quota 55. Il centro dei veneti e Cinciarini mantengono la partita sui binari dell'equilibrio e Dell'Agnello decide di fermare il gioco. In uscita dal minuto di sospensione Green dalla lunetta riporta avanti l'Umana, ma Downs con una tripla rifirma il sorpasso dei padroni di casa. Goss ai liberi chiude il quarto sul punteggio di 62-61. Terza frazione che ha certificato la rimonta di Caserta, ma l'Umana rimane a contatto mantenendo costante la pressione offensiva e difensiva vista nel primo tempo.

Cinciarini e Slokar smuovono subito la situazione, poi Goss dall'arco riaccorcia subito le distanze. Sulla schiacciata di Owens che vale il -1, Dell'Agnello ferma il gioco. Hunt porta il vantaggio di Caserta sul +7 (73-66) e De Raffaele è costretto a chiamare il time-out. Il centro casertano mantiene inalterate le distanze con la stoppata su Goss. Green con una tripla firma la parità, poi la guardia dell'Umana ( Goss ) segna il sorpasso con una penetrazione a canestro. Jackson realizza dalla linea dei tre punti ed il coach di casa opta per il minuto di sospensione. Chiudono la partita i tiri dalla lunetta di Bramos che fissano il punteggio finale sul 73-80.