Serie A Beko - Caserta-Avellino, gli irpini vendicano la sconfitta dell'andata

Partita dalle due facce: dopo un primo tempo dominato dalla Sidigas, nella ripresa la Pasta Reggia ha trovato le forze per reagire a tornare in partita. Nel finale, però, la squadra bianco-verde è stata più lucida e ha portato a casa la vittoria.

Serie A Beko - Caserta-Avellino, gli irpini vendicano la sconfitta dell'andata
Pasta Reggia Caserta
87 92
Sidigas Avellino
Pasta Reggia Caserta: Siva 19, Cinciarini 10, Jones 27, Downs 4, Slokar 0, Hunt 17, Giuri 10, Ingrosso n.e., Gravina n.e., Formisano n.e.
Sidigas Avellino: Ragland 24, Acker 5, Nunnally 19, Leunen 13, Cervi 6, Green 13, Buva 10, Veikalas 2, Pini 0, Severini 0, Parlato n.e., Norcino n.e.

La forza individuale ma soprattutto delle rotazioni, quest'oggi, ha avuto la meglio. La Sidigas Avellino, nonostante un terzo quarto da incubo, ha avuto la meglio sfruttando tutti i suoi uomini: sono ben cinque, infatti, i giocatori in doppia cifra(Ragland, Nunnally, Leunen, Green, Buva) per la squadra di Pino Sacripanti. Alla Pasta Reggia Caserta non basta un grandissimo cuore che gli ha permesso di rientrare prepotentemente in partita dopo un primo tempo in cui stata messa a bada dagli avversari. Da segnalare le grandi prestazioni di Jones, autore di 27 punti e 10 rimblazi, e di Hunt che ha messo a referto ben 21 rimbalzi e 17 punti.

Avellino, nei primi minuti, prova a cavalcare il mis match che Cervi ha contro Slokar; tuttavia gli irpini riescono a trovare la via del canestro anche con gli esterni e a 5'21" dalla fine del quarto già sono a +9(4-13). Caserta attacca con pazienza e trova anche buoni canestri soprattutto grazie al subentrato Hunt che porta subito 6 punti a tabellino. I Verdi però sono bravi a tenere a distanza i padroni casa e chiudono il quarto a +6(20-26).


La Juve continua ad avere difficoltà nel contenere l'offensiva avversaria e così coach Dall'Agnello opta per una una zona 2-3. Il cambio tattico in difesa non ha gli esiti sperati e la Sidigas vola al massimo vantaggio sul 23-36 a 6'25" dal termine del periodo. Con orgoglio, però, la Pasta Reggia cerca di restare in partita e con un parziale di 10-3 rientra a -6 a 3'. Avellino non ci sta, e torna a mettere in chiaro le cose: Ragland, Buva e Nunnally firmano il controparziale che vale il 37-51 all'intervallo lungo.


In apertura di secondo tempo si accende Jones che sigla due triple consecutive per la sua Caserta. Al festival del tiro da tre si iscrive anche Siva e porta i padroni di casa nuovamente a -6(46-52): i bianconeri che nel primo tempo avevo tirato 1/7 dall'arco, in questa ripresa sono già a 3/5. Avellino non trova più il canestro come nel primo tempo e continua, impetuosa, la rimonta casertana che si concretizza a 1'15" sul 58 pari. Gli uomini di Dell'Agnello non sono domi e proprio sullo scoccare della sirena del terzo quarto, Jones firma il +3 con una tripla allo scadere(61-58).


I primi due minuti dell'ultima frazione sono, però, tutti di marca avellinese: un 8-0 di parziale sancisce il nuovo +5 irpino. Siva, che finora stava tirando a 2/8 dal campo, mette a segno due triple consecutive e riporta i suoi a contatto sul 67-68 a 6' dalla fine. Gli ultimi 5 minuti sono un continua botta e risposta in cui ci sono sorpassi e contro sorpassi tra le due squadre, entrambe volenterose di portare a casa i 2 punti in palio. Una botta decisiva alla gara la dà Ragland che con una bomba mette 6 punti di distanza tra le squadre(75-81) a 2'17". Com'infatti, dopo quel canestro, la Juve non riesce più a reagire in maniera concreta e si arrende alla Sidigas con il risultato di