Basket, serie A: Capo d'Orlando - Torino, stesse motivazioni per vincere

I paladini vogliono sbloccarsi dopo i due ko iniziali, mentre i piemontesi vogliono dare seguito al successo di domenica scorsa contro Pesaro.

Basket, serie A: Capo d'Orlando - Torino, stesse motivazioni per vincere
Basket, serie A: Capo d'Orlando - Torino, stesse motivazioni per vincere

Si chiuderà questa sera la terza giornata del campionato di basket di serie A. E a chiudere ci penseranno la Betaland Capo d'Orlando e la Fiat Torino, due formazioni dalle ambizioni leggermente diverse, ma che non si discostano più di tanto nell'andamento dopo i primi ottanta minuti di gioco. Se i piemontesi, infatti, hanno vinto soffrendo in casa contro Pesaro dopo la sconfitta all'esordio, i siciliani hanno invece perso entrambe le partite fin qui giocate, lottando fino alla fine contro Milano e perdendo sul parquet di Venezia soprattutto a causa delle numerose assenze. Sarà comunque un match interessante, anche perchè entrambi i roster si presenteranno sul parquet del PalaFantozzi a ranghi quasi completi.

Qui Orlandina. I biancoblu di coach Di Carlo vogliono cancellare lo zero dalla classifica, e per farlo si affidano a gran parte dei giocatori a propria disposizione. Ancora fuori, con ogni probabilità, capitan Sandro Nicevic, il cui infortunio muscolare patito nella settimana che ha avvicinato la Betaland alla trasferta veneziana non si è ancora rimarginato. Il lungo paladino, dunque, assisterà quasi certamente alla partita dalla panchina, così come ha fatto otto giorni fa contro la Reyer. A tornare sul parquet, con condizioni fisiche diverse tra loro, ci saranno invece gli altri tre titolari che hanno saltato - o che comunque non hanno lasciato il segno - al Taliercio. Drake Diener si è pienamente ristabilito dal problema che lo ha costretto a uscite di scena dopo tre minuti dal match contro Milano, e sarà puntualmente in campo alla palla a due, così come Bruno Fitipaldo, il quale ha saltato l'ultima gara ma tornerà in cabina di regia. Allo stesso modo, Mario Delas tornerà sotto le plance, dopo aver giocato solo una manciata di minuti a Venezia. Per il resto, tutti a disposizione del coach campano.

Qui Torino. Nessun grosso problema, invece, per una Fiat rigenerata dal successo casalingo contro Pesaro, e intenzionata a sbloccare il proprio score esterno. Per il momento sta girando a meraviglia l'asse composto da Chris Wright e DJ White: il primo sta servendo tanti assist e ha dimostrato di non aver paura di prendersi delle responsabilità importanti, mentre il pivot americano è uno dei migliori realizzatori della lega e sa far valere il proprio peso sul pitturato. Coach Vitucci, in ogni caso, può disporre di un roster che sa plasmarsi e dare tante soluzioni a seconda dell'avversario e dei singoli momenti della partita. L'atletismo di Deron Washington, in tal senso, può risultare determinante, anche se di fronte ci sarà una squadra molto giovane e dinamica. Così come può portare dei dividendi importanti la gioventù e la sfacciataggine di due giocatori con sempre maggiore spazio, come Mirza Alibegovic e Abdel Fall. Insomma, l'Auxilium verrà a Capo d'Orlando per prendersi dei punti che potrebbero rivelarsi determinanti soprattutto sul piano mentale.

Probabili quintetti:

Capo d'Orlando: Fitipaldo, Diener, Stojanovic, Archie, Delas.
Torino: Wright, Harvey, Washington, Wilson, White.