Lega Basket Serie A - Milano soffre più del previsto ma passa anche a Cremona (72-76)

L'Olimpia, giocando molto sottotono, espugna il campo della Vanoli. 76-72 il risultato finale.

Lega Basket Serie A - Milano soffre più del previsto ma passa anche a Cremona (72-76)
Foto olimpiamilano.com
Vanoli Cremona
72 76
EA7 Milano
Vanoli Cremona: Harris 15, Biligha Paul 14, Turner 4, Thomas 10, Holloway 14, Jovanovic, Amato 2, Mian 6, Gaspardo 6, Boccasavia, Wojciechowski
EA7 Milano: MCLEAN 11, FONTECCHIO, GENTILE 6, KALNIETIS, DRAGIC 4, PASCOLO 10, CINCIARINI 2, SANDERS 12, ABASS 2. SIMON 6.

Milano soffre sette camicie, anzi forse un po di più, ma riesce ad espugnare Cremona, 72-76 il risultato finale. L'EA7, senza Jasmine Repesa (indisposto e rimasto a casa, squadra affidata al vice Cancellieri ndr), reduce anche dai due impegni europei, riesce comunque a vincere contro la Vanoli e a rimanere imbattuta in questo campionato. Complimenti ai padroni di casa che tengono testa per 40 minuti alla corazzata biancorossa, non bastano Harris, Biligha Paul e Holloway. 

I quintetti

 Vanoli Cremona: Holloway, Biligha Paul, Harris,Thomas e Turner. 
 EA7 Milano: Pascolo, Gentile, Hickman, Abass e Macvan

1° Quarto

Milano, senza Raduljica e Cerella, inizia meglio della Vanoli con 4 punti di Dada Pascolo (0-4), ma i padroni di casa non mollano e rimangono aggrappati al match grazie al trio Harris, Turner e Holloway (9-10 a metà primo quarto). I biancorossi provano a scappare, ma ogni volta Cremona è attenta a non far allungare la corazzata milanese (17-18 a 3 minuti dalla fine della prima frazione di gioco). Sul finire, Macvan e Sanders provano a dare uno strappo al match, con il primo tempo che si chiude 24-17 a favore dei biancorossi. 

2° Quarto

In apertura mini parziale di Cremona firmato da Gaspardo (21-24), ma dall'altra parte Sanders ferma l'inerzia dei padroni di casa con una tripla (21-27). Ma sono sempre gli uomini di Pancotto ad avere le redini del match. Con un altro mini parziale costringono Cancellieri a chiamare time out (25-27 a 7 minuti dal termine del primo tempo). Milano esce bene, prima McLean e poi Sanders con un gioco da tre punti, allunga su Cremona e questa volta è Pancotto a chiamare il minuto di sospensione (25-32). 

I biancorossi soffrono a rimbalzo, la Vanoli no e con un altro mini parziale si riavvicinano a Milano (30-32). Cinciarini e Sanders ridanno un po' di sprint al punteggio milanese (30-35). Quattro punti consecutivi di Biligha ricostringono il coach dell'EA7 a chiamare minuto (34-35 a 3 minuti dalla fine del secondo quarto). Qualche problemino ai liberi per Milano questa sera (2/7 fino a questo momento), e Cremona va avanti per la prima volta (36-35 a due minuti) ma il vantaggio dura ben poco perchè dall'altra parte va a segno Milano con Macvan e poi Sanders (36-39). Turner firma il meno uno e si chiude così il primo tempo con l'Olimpia Milano in vantaggio di una sola lunghezza 38-39. Male i biancorossi a rimbalzo.

3° Quarto

Il secondo tempo si apre con il tiro libero realizzato di Holloway per un fallo precedentemente fischiato a Cancellieri. Dall'altra parte bel semigancio di Pascolo (39-41). Milano quando parte in contropiede fa male (39-43). Ma Cremona c'è e si fa sentire con una strepitosa tripla di Turner (42-43). Per un paio di minuti non si segna ne da una parte ne dall'altra, con Macvan che sbaglia un paio di volte sotto canestro. Cambia il coach di Milano inserendo McLean al posto del serbo. Simon con un canestro dei suoi risponde a Harris (44-45 a metà terzo quarto). Ma Cremona rimette subito la testa avanti con Mian in contropiede. McLean sotto canestro risponde presente e riporta Milano avanti (46-47), male dalla lunetta gli uomini di Cancellieri, e Turner firma nuovamente la parità (47-47 a tre minuti dal termine). Simon risponde nuovamente, ma Mian in contropiede firma il vantaggio Vanoli che chiude il terzo quarto avanti di due punti con il canestro di Biligha Paul, 53-51. Bene i padroni di casa, male Milano che accusa la stanchezza del doppio impegno europeo di questa settimana. (13 punti di Harris).

4° Quarto

Due punti di Gaspardo aprono l'ultima frazione di gioco. L'Olimpia Milano è poco lucida in attacco, ma soprattutto in difesa, Cremona ringrazia e prova a scappare via ad inizio 4° quarto con Cancellieri costretto a chiamare minuto (57-51 a 9 minuti dal termine). I biancorossi faticano a trovare la via del canestro e si accontentano di soluzioni lontano dall'arco, Cremona dal canto suo non riesce ad allungare. Thomas risponde a McLean (59-53).

Milano si ricorda di essere la capolista, alza il ritmo e piazza un parziale di 10 a 0 e ritorna così avanti nel risultato (61-64). 1/2 per Biligha Paul da una parte, ma dall'altra Macvan ne fa 2/2 dalla lunetta. (62-66). Ancora il vicecampione olimpico in lunetta porta i suoi avanti sei punti (62-68 con due minuti scarsi da giocare). Cremona non molla e dalla lunetta firma di nuovo la parità, 70-70 ad un minuto scarso dal termine. Cancellieri chiama time out a 40 secondi dal termine, Milano esce meglio e in un amen piazza un mini parziale di 4-0 (70-74). Dragic a 13 secondi dal termine commette fallo su Harris mentre sta tirando da tre punti, 2/3 per il giocatore della Vanoli. Simon dalla lunetta è una sentenza e rifirma il più 4, 72-76 a 10 secondi dal termine. Cremona sbaglia dalla lunga distanza e finisce così, con Milano che vince 76-72 contro una buonissima Vanoli.