Lega Basket, Brindisi torna alla vittoria contro Cantù (90-82)

La squadra di Sacchetti conduce l'incontro dall'inizio alla fine con relativa tranquillità. Moore, M'baye e Goss trascinano i padroni di casa realizzando 64 punti in tre. Dall'altra parte non basta un monumentale Johnson da 32 punti, 12 rimbalzi e tre stoppate.

Lega Basket, Brindisi torna alla vittoria contro Cantù (90-82)
Enel Brindisi
90 82
Red October Cantù
Enel Brindisi: Joseph 10 (2/2;2/4) M'baye 20 (7/14;1/5;3/3) Moore 24 (3/3;4/8;6/6) Goss 20 (4/5;2/4;6/7) Carter Robert 8 (3/7;2/2 TL) Cardillo Scott Spanghero 4 (0/1 3P; 4/4 TL) Pacifico Agbelese 4 (2/5) Sgobba Donzelli (0/2 3P)
Red October Cantù: Johnson 32 (11/17;10/12 TL) Kariniauskas 2 (2/2 TL) Parrillo 3 (1/2 3P) Waters 9 (3/7;1/3;0/1) Darden 13 (4/8;1/3;2/3) Baparapè Pilepic 13 (1/4;3/5;2/2) Laganà Quaglia Acker Callahan 5 (1/1;1/3) Lawal 5 (2/6;1/2 TL)
SCORE: 22-14; 45-31; 67-61. Tiro da 2p: Brindisi (21/36) Cantù (22/43). Tiro da 3p: Brindisi (9/24) Cantù (7/16). Tiri liberi: Brindisi (21/22) Cantù (17/22). Rimbalzi: Brindisi 31 Cantù 27

L'Enel Brindisi chiude l'ottava giornata con una vittoria nel posticipo contro Cantù. In questo modo il roster di Sacchetti riscatta la sconfitta patita nel turno precedente contro Brescia, mentre per gli uomini di Kurtinaitis è la quarta partita consecutiva senza vittorie. L'ex coach di Sassari per questa partita si affida ad un quintetto composto da Moore e Goss in cabina di regia, Joseph e M'baye come ali, Carter Robert a fare densità nel pitturato avversario. L'allenatore rivale invece sceglie Waters, Pilepic ed Acker per sfruttare maggiormente il tiro dalla lunga distanza, con Darden ad aiutare Johnson sotto le plance. La partita vede fin da subito Brindisi condurre il gioco, con Cantù che prova a rimanere agganciata grazie alle giocate all'interno dell'area avversaria da parte di Johnson. Il gioco canturino però risulta ben presto troppo prevedibile e Brindisi riesce così a trovare le dovute contromisure, che le garantiscono il vantaggio di 14 punti all'intervallo. In uscita dagli spogliatoi Cantù riesce a difendere un pò meglio, ma in attacco continua a palesare molti problemi. Kurtinaitis prova a cambiar qualcosa ed infatti alla fine del terzo quarto il roster lombardo è sotto solamente di sei lunghezze. Nell'ultima frazione Cantù prova il forcing per ribaltare il risultato, ma Brindisi contiene alla perfezione le giocate canturine e riesce alla fine a portare a casa la vittoria. Brindisi potrà dar seguito a questo successo vincendo ad Avellino nel prossimo turno, mentre Cantù avrà l'opportunità di mettere alle spalle questo momento negativo battendo tra le mura amiche Torino nella prossima giornata.

                                                        LA GARA

1° QUARTO

Johnson parte subito realizzando 4 punti consecutivi, ma Joseph e M'baye pareggiano immediatamente i conti con due canestri da dentro l'area. Carter Robert prova ad attaccare il canestro, ma viene stoppato al momento della conclusione da Pilepic. M'baye porta i suoi sul +2 grazie ad un piazzato, poi Carter Robert allunga dal pitturato. Cantù reagisce con la stoppata di Johnson su M'baye, ma Kurtinaitis per migliorare la fase offensiva dei suoi chiama il time-out. Dopo il minuto di sospensione l'ala francese di Brindisi (M'baye) va a segno con una tripla, ma gli risponde subito Darden dal perimetro. L'ala americana di Cantù e Lawal accorciano le distanze con due schiacciate, e Sacchetti per evitare la parità ferma il gioco. Alla ripresa Agbelese firma l'allungo con una schiacciata, poi Moore chiude il quarto facendo 2/2 dalla lunetta, che vale il 22-14 in favore di Brindisi al termine della prima frazione.

2° QUARTO

Darden apre il secondo parziale con un "jump shot" da dentro l'area, ma Goss con una tripla sigilla il +9 in favore dei padroni di casa. Johnson accorcia le distanze con una schiacciata, e Sacchetti chiama subito il time-out per correggere gli errori dei suoi. Alla ripresa Moore firma l'allungo con una tripla, ma subito dopo Johnson si rende protagonista di una nuova stoppata su M'baye. Moore realizza da oltre l'arco e Kurtinaitis per evitare la fuga dei padroni di casa chiama il time-out. Dopo il minuto di sospensione Joseph va a segno dal perimetro, ma Lawal con una schiacciata tiene vive le speranze di rimonta di Cantù. Waters da oltre l'arco firma il -6 (36-30), ma Moore con la tripla riporta la squadra brindisina sulla doppia cifra di vantaggio. Nell'ultimo minuto di frazione il play americano di Brindisi (Moore) si vede fischiare un tecnico, di cui però non approfitta Waters che sbaglia il libero dalla lunetta. Il punteggio all'intervallo vede quindi la squadra di casa avanti per 45-31. 

3° QUARTO

Il terzo quarto si apre con le realizzazioni dalla lunetta di Carter Robert e Johnson, poi M'baye esegue la schiacciata che vale il 49-33 in favore di Brindisi. Pilepic e Moore si rispondono dal perimetro mantenendo inalterate le distanze. Johnson e Darden attaccano il canestro eseguendo due schiacciate che portano Cantù sul -9 (54-45), poi Parrillo con la tripla riporta i lombardi definitivamente in partita. Sacchetti, notando le difficoltà dei suoi, chiama il time-out. Dopo il minuto di sospensione torna a segnare Joseph da oltre l'arco, ma dall'altra parte prima Waters con la schiacciata e poi Callahan con una tripla riportano Cantù sul -6 (63-57). Moore dalla lunetta e Pilepic col piazzato chiudono il quarto sul punteggio di 67-61 in favore dei padroni di casa.

4° QUARTO

M'baye schiaccia subito il +8, ma Johnson con un canestro da dentro l'area mantiene a contatto Cantù. Brindisi, nonostante i tentativi di rientro dei canturini, riesce a mantenere il vantaggio e sul punteggio di 76-67, Kurtinaitis si vede costretto a chiamare il time-out. M'baye ruba palla a Pilepic e fugge via in contropiede ma viene stoppato all'interno del pitturato da Johnson, poi la guardia croata di Cantù (Pilepic) va a segno con una tripla (76-72). Sacchetti per fermare la rimonta della squadra avversaria chiama il time-out. Dopo il minuto di sospensione Goss realizza da oltre l'arco e Kurtinaitis si vede costretto a fermare il gioco. Ancora la guardia americana di Brindisi allunga con un 3/4 dalla lunetta, ma Pilepic con la tripla prova a riaccorciare le distanze. Kurtinaitis chiama il time-out per organizzare al meglio le ultime azioni d'attacco dei suoi. Nel finale Carter Robert stoppa Pilepic, poi Johnson e M'baye vanno a segno con i liberi, ma a chiudere la partita sono Waters, col piazzato, e Goss che dalla lunetta fissa il risultato finale sul 90-82 per Brindisi.