Legabasket Serie A - Orlandina infinita in casa, Venezia cade all'overtime

Partita stupenda al PalaFantozzi tra Betaland e Umana Reyer: continui capovolgimenti e grande giocate. Alla fine la spuntano i siciliani, all'ottavo successo interno consecutivo.

Legabasket Serie A - Orlandina infinita in casa, Venezia cade all'overtime
Legabasket Serie A - Orlandina infinita in casa, Venezia cade all'overtime
Betaland Capo d'Orlando
90 82
Umana Reyer Venezia
Betaland Capo d'Orlando: Ivanovic 18, Laquintana 1, Diener 17, Perl 7, Stojanovic 7, Tepic 10, Delas 19, Iannuzzi 4, Archie 7, Nicevic ne, Galipò ne, Edwoh ne.
Umana Reyer Venezia: Hagins 6, McGee 5, Bramos 11, Haynes 15, Peric 20, Viggiano 4, Ress, Maschi ne, Ejim 11, Filloy 6, Visconti, Ortner 4.

Una partita bellissima al PalaFantozzi tra Betaland Capo d'Orlando e Umana Reyer Venezia. Talmente bella che si è andati oltre i quaranta minuti regolamentari, è stato necessario un overtime e al termine di una gara davvero intensa ad avere la meglio sono stati gli uomini di coach Di Carlo, che ottengono così l'ottava vittoria consecutiva tra le mura amiche, la nona complessiva in questo campionato che continua ad essere favoloso per marca siciliana. Ai lagunari non è bastato aver trascinato gli avversari all'overtime, giocato in maniera celestiale in entrambi i lati del campo dai paladini, che si sono appoggiati soprattutto sulle spalle di un Mario Delas che si è espresso ai massimi livelli.

Bramos apre le danze con due triple, in mezzo Delas e Iannuzzi con i giochi a due con Ivanovic. Venezia caldissima da fuori anche con Haynes, Capo più efficace nel pitturato come dimostra il nuovo play paladino, che poi spara da fuori e pareggia. Vantaggio casalingo con la bomba di Diener, ancora Ivanovic firma l'allungo ma la terza tripla di Bramos è mortifera ed è seguita dall'appoggio di Peric per il sorpasso. Tepic entra e spara da tre, Archie entra e corre in contropiede, poi Haynes segna cinque punti in fila e ribalta ancora il punteggio. Una gran palla di Filloy innesca Ortner, il quarto si chiude con il canestro di Tepic e la Betaland avanti 26-25. Botta e risposta Viggiano-Iannuzzi in avvio di secondo quarto, poi Perl spara la bomba del +4. Capo pasticcia un po' in attacco con lo stesso Iannuzzi, Ejim punisce e pareggia poi l'ungherese dalla lunetta punisce a sua volta un paio di erroracci di Hagins. Si viaggia sui binari dell'equilibrio, Peric con tre punti pesanti imitato da Diener con cinque punti in fila prima del contropiede vincente di Ivanovic e Delas. Il tecnico a Ejim fa perdere ancora ritmo offensivo a Venezia, ma Bramos trova due punti da campione. Capo d'Orlando non perde mai il vantaggio, Archie allunga ancora dalla lunetta e si va negli spogliatoi sul 44-40.

Orlandina che esce dagli spogliatoi con la tripla di Stojanovic e con l'energia di Delas, Venezia risponde con Hagins prima di un erroraccio del pivot paladino, punito dalla bomba di Haynes. Dall'altra parte spara anche Ivanovic, imitato proprio da Delas, mentre l'Umana risponde con Peric: due canestri in fila e assist per Hagins, poi ancora un layup per il -2 lagunare. Poi Filloy rafforza la difesa prima di sparare la bomba del sorpasso. Tanta energia sul parquet, Perl torna a segnare prima del canestro un po' pasticciato di Ejim: la confusione nel finale salva Capo, è 60-60 all'ultimo intervallo. Ortner riporta Venezia in vantaggio in avvio di quarto periodo, poi il mini-parziale della Betaland tra i viaggi in lunetta e il canestro di Diener riporta Capo sul +4. Haynes risponde, poi Ivanovic torna a sparare ma l'Umana ha sette vite e si riporta sotto con il solito Peric e pareggia. Betaland che reagisce con Diener, Iannuzzi viene però cancellato due volte e ci vuole la consueta difesa paladina prima dell'appoggio di Delas. Ivanovic è tarantolato, Filloy si risveglia e Ejim sorpassa ai liberi prima di un altro miracolo firmato Diener. Ancora Ejim, stavolta da tre punti con Delas che dall'altra parte appoggia e pareggia. Ultimo possesso Orlandina con Diener che cerca ma non trova il miracolo, poi palla a Venezia con Ejim che sbaglia. È overtime.

Delas inaugura i supplementari con un gran canestro dopo un recupero difensivo, poi rimbalzo offensivo che consente l'extra-possesso concretizzato da Archie. McGee trova il momento giusto per sbloccarsi dal campo, Stojanovic trova tre punti pesanti prima di un erroraccio di Ejim e della lacrima di Diener per il +7. Venezia sbaglia ancora in attacco e inizia a commettere falli per mandare Capo in lunetta