PosteMobile Final Eight 2017 - Milano campione d'Italia, svanisce il sogno di Sassari (84-74)

Hickman e compagni battono il Banco di Sardegna e riportano a Milano per la sesta volta la Coppa Italia. Gli uomini di Pasquini reggono solo un tempo, prestazioni incolori di Bell e Stipcevic.

PosteMobile Final Eight 2017 - Milano campione d'Italia, svanisce il sogno di Sassari (84-74)
Hickman, Milano. Fonte foto: http://web.legabasket.it
Milano
84 74
Sassari
Milano: kalnietis 9, hickman 25, cinciarini 6, macvan 11, sanders 15, abass, mclean 6, raduljica, cerella, fontecchio, dragic 7, pascolo 5. all: repesa.
Sassari: savanovic 7, bell 5, lacey 15, stipcevic 11, sacchetti 3, monaldi, lawal 13, lydeka 9, carter 8, devecchi 3, d'ercole, ebeling. all: pasquini.
SCORE: 1Q: 11-19; 2Q: 23-17; 3Q: 22-18; 4Q: 28-20.
ARBITRO: Roberto Begnis, Dino Seghetti, Massimiliano Filippini.
NOTE: INCONTRO VALEVOLE PER LA FINALE della POSTEMOBILE FINAL EIGHT 2017. SI GIOCA AL Centro fieristico di rimini. INIZIO ORE 18.00.

La finale delle Final Eight 2017 è dell’Olimpia Milano. Gli uomini di Repesa infilano la terza vittoria consecutiva nella competizione e festeggiano la vittoria della sesta coppa Italia nella loro storia. Per i meneghini prestazione superlativa di Ricky Hickman, che mette a referto venticinque punti, tre rimbalzi e due assist. Sassari, nonostante le buone prove di Lawal e Lydeka, non riesce nell’impresa di riportare la coppa in Sardegna e si inchina alla corazzata lombarda. Gli ospiti, dopo un buon primo tempo, subiscono rientro e allungo di Milano. Nelle file dell’Olimpia degne di nota anche le prestazioni di Sanders e Cinciarini autori di quindici e sei punti. Il capitano di Milano referta inotre sei rimbalzi catturati e quattro assist.

Repesa mischia ancora le carte e schiera Hickman in regia con Pascolo e Raduljica sotto canestro. Esternamente agiscono Kalnietis e Sanders. Per quanto riguarda Sassari, coach Pasquini sceglie il solito Bell al timone, Lacey da numero due e Sacchetti ala piccola. Devecchi e Lydeka, in posizioni di ala forte e centro, completano il quintetto titolare.

Inizio di partita favorevole agli uomini di Pasquini, Hickman e compagni sentono la pressione del match e sbagliano tutto sotto canestro, Lydeka, Devecchi e Lacey firmano subito il parziale di 0-7 che costringe Repesa al primo time-out. Macvan segna e prova a caricare i compagni ma le due bombe consecutive di Lacey e Bell spingono forte i sardi. Kalnietis e Hickman si sbloccano, Sacchetti segna un’altra tripla, Sanders subisce fallo e trasforma due liberi in lunetta. Chiudono il quarto i due canestri, dall’arco, di Lacey e Hickman, al primo riposo il risultato è di 11-19.

Al rientro in campo Dragic e Kalnietis sfruttano la propria rapidità e infilano due volte la difesa di Sassari, in ingresso dalla panchina, Carter risponde con due bombe e tiene a distanza i meneghini. Cinciarini e Mclean accorciano due volte ma Lacey e Lawal rispondono colpo su colpo, Milano non trova una reazione e Repesa richiama in panchina i suoi per ordinare le idee. La scossa arriva immediata, Lawal segna due volte ma Sanders e Macvan infilano due triple e lanciano il rientro, i successivi canestri di Dragic e Sanders portano l’Olimpia sul -2. Lacey reagisce e segna da tre punti, a tre secondi dall’intervallo lungo Hickman lo imita e accorcia ancora (34-36).

Sanders, Milano. Fonte foto: http://web.legabasket.it
Sanders, Milano. Fonte foto: http://web.legabasket.it

A inizio ripresa è la stessa Milano di fine primo tempo, Carter segna dal campo ma le tre triple consecutive di Sanders e Hickman spingono avanti i meneghini. Lydeka lotta nel pitturato e trova cinque punti, Pascolo entra in ritmo e segna due canestri, con i quattro punti di Hickman e Cinciarini l’Olimpia sale sul +9. Dal time-out di Pasquini rientra in campo un Lawal determinato, due falli subiti e quattro liberi a referto per il centro nigeriano. Mclean e Cinciarini replicano ma i sette punti di Savanovic, Stipcevic e Bell riportano sotto i sardi, a fine terzo periodo il risultato è di 56-54.

Nei primi minuti dell’ultimo quarto lo scarto rimane invariato, Sanders e Dragic segnano per Milano, di Stipcevic e Lawal le immediate repliche. Hickman mette una tripla e carica i compagni ma Stipcevic è l’ultimo a mollare, segna in drive, subisce fallo e trasforma il libero aggiuntivo. Hickman è “on fire”, prima serve un assist al bacio per Macvan, poi mette cinque punti con tripla annessa. Savanovic prova a risvegliare i compagni ma ancora Hickman e Macvan spingono l’Olimpia sul +11. Nel momento peggiore per il Banco di Sardegna arrivano le triple di Stipcevic e Savanovic, con il canestro di Lacey i sardi tornano sul -3 e riaprono la partita. La reazione decisiva è di Macvan e Kalnietis, i cinque punti dei meneghini spianano la strada verso la vittoria, Lydeka segna ancora ma, coi liberi segnati da Milano nel finale, la partita si chiude sul risultato di 84-74.