Legabasket Serie A - Milano attende Torino, Orlandina-Brescia con vista sul terzo posto

Olimpia contro Fiat per la diciottesima meraviglia, supersfida Betaland-Germani a mezzogiorno. Avellino attende Varese per scacciare la crisi, in coda occhio a Cremona e Cantù.

Legabasket Serie A - Milano attende Torino, Orlandina-Brescia con vista sul terzo posto
Legabasket Serie A - Milano attende Torino, Orlandina-Brescia con vista sul terzo posto

Giornata numero 21 per il massimo campionato di basket, che vede avvicinarsi sempre di più il traguardo della fine della stagione regolare. Con una squadra che sta facendo un campionato a parte, ovvero quella EA7 Emporio Armani Milano che non sembra conoscere ostacolo a dispetto di un cammino europeo che invece è deficitario. Per riscattare l'ennesima batosta in Eurolega, dunque, bisogna vincere in campo, nella sfida del Forum contro la Fiat Torino. Con un pregara che servirà per celebrare al meglio la conquista della coppa Italia, i ragazzi di coach Repesa (senza Dragic e Simon) daranno la caccia al diciottesimo sigillo stagionale quello che potrebbe già regalare - matematica alla mano - la qualificazione ai playoff. Dall'altra parte, invece, c'è chi l'accesso alla post-season dovrà sudarselo, anche se difficilmente il piazzamento tra le prime otto potrà passare dal match meneghino per gli uomini di coach Vitucci. Ad aprire il turno questa sera, sarà un match molto interessante proprio in tal senso. Il Banco di Sardegna Sassari torna davanti al pubblico amico per ospitare la The Flexx Pistoia. Compito non facilissimo per la truppa di coach Pasquini, che ha aggiunto David Lighty dopo le fatiche di coppa Italia e Champions League. Debutto casalingo importante per l'ex Trento, che proverà a guidare la sua squadra per una vittoria contro una vera e propria rivale diretta per l'accesso ai playoff. I toscani, infatti, cercano il successo per restare a contatto.

Anche perchè domenica all'ora di pranzo si gioca una sfida molto interessante, quella tra Betaland Capo d'Orlando e Germani Basket Brescia. I siciliani e i lombardi sono le due rivelazioni dopo le prime venti giornate, essendo rispettivamente al quarto e all'ottavo posto. All'andata venne fuori una gara incredibile, con coach Di Carlo che potè ruotare solo sei giocatori (oltre al classe '99 Galipò) ma riuscì comunque a spuntarla all'overtime. Da allora molte cose sono cambiate, visto che i paladini hanno cambiato a livello di roster e sono rimasti in alto in classifica, mentre la truppa di coach Diana ha scalato la graduatoria, sfiorando anche la finale di coppa. Si tratta comunque di una partita da non perdere (anche con l'ausilio delle telecamere di Sky), anche perchè le due squadre giocano veramente una bella pallacanestro. Capo che insidia il terzo posto occupato dalla Umana Reyer Venezia, attesa a propria volta da una sfida interna contro la Consultinvest Pesaro. L'innesto di Batista e il ritorno di Stone garantiranno a coach De Raffaele due ulteriori frecce al suo arco, in vista di un finale di stagione che vede i lagunari protagonisti anche oltre i confini nazionali. Sarà una gara fondamentale anche per i marchigiani, i quali partecipano a questo mini-torneo a quattro squadre per mantenere la categoria. Vietato sbagliare, dunque, per entrambe le squadre, forse più per i padroni di casa che non possono perdere se vogliono togliersi il fiato di ben quattro squadre dal collo.

L'esultanza dell'Orlandina a Brescia all'andata: domani come finirà?
L'esultanza dell'Orlandina a Brescia all'andata: domani come finirà?

Tornando agli anticipi del sabato, Dolomiti Energia Trentino e Pasta Reggia Caserta si sfidano per ottenere due punti importanti per rilanciare le proprie ambizioni. Decisamente aumentate quelle della squadra di coach Buscaglia, che dopo un girone di andata in sordina ha trovato finalmente il ritmo e ora si trova nel pacchetto di mischia al quarto posto, grazie anche all'esplosione definitiva di gente come Baldi Rossi e Flaccadori. Opposto, invece, il cammino fin qui effettuato dai campani di coach Dell'Agnello, i quali sono partiti fortissimo e hanno dato l'impressione per qualche settimana di tenere anche il ritmo di Milano, salvo poi calare alla distanza e stazionare nelle posizioni ai margini della zona playoff. Vincere a Trento potrebbe significare il ritorno in corsa, ma se avessero la meglio i padroni di casa potrebbero complicarsi ulteriormente le cose. Tornando in vetta, cerca il riscatto la Sidigas Avellino, che non sta vivendo il momento più felice di una stagione comunque positiva fino ad ora. La compagine di coach Sacripanti torna tra le mura amiche del PalaDelMauro per affrontare la Openjobmetis Varese, squadra alla disperata ricerca di punti per garantirsi un altro anno tra i grandi. Irpini che vogliono ritrovare la vittoria che manca da quasi un mese (Pesaro battuta in casa), lombardi che invece sperano di ottenere un successo di prestigio per continuare a crescere.

Per Logan arriva il debutto ad Avellino
Per Logan arriva il debutto ad Avellino

Di tenore decisamente basso - e non lo avremmo mai detto dopo la scorsa stagione - il duello tra Enel Brindisi e Vanoli Cremona. Di fronte due squadre che un anno fa si potevano fregiare del titolo di rivelazione del campionato, ma che ora combattono nella parte destra della classifica. I pugliesi di coach Sacchetti vogliono vincere per cercare di non perdere troppo terreno da quell'ottavo posto che salverebbe, seppur in parte, la stagione. La formazione guidata da coach Lepore, che nelle ultime settimane ha ottenuto dei risultati importanti che l'hanno riaggregata al gruppone, cerca quel blitz esterno che darebbe ulteriore linfa alle speranze di salvezza dei lombardi. Chiudiamo il nostro giro d'Italia con la sfida in programma lunedì sera. Di fronte la Grissin Bon Reggio Emilia e la Mia Cantù, entrambe nel bel mezzo di un periodo complicato della stagione. Non riesce a spiccare ancora il volo la compagine di coach Menetti, che sembra aver vissuto un breve momento felice nella Final Eight di coppa Italia, salvo poi tornare sulla terra. Una vittoria davanti al proprio pubblico restituirebbe smalto e fiducia a Della Valle e compagni, mentre perdere potrebbe complicare anche i piani playoff. Anche perchè dall'altra squadra c'è rinnovata fiducia in casa canturina, con l'arrivo in panchina di Recalcati e l'arrivo sempre più probabile di Pullen che potrebbero fare da spinta per evitare una retrocessione a dir poco clamorosa in base agli investimenti fatti, ma che non sarebbe immeritata per certe scelte di inizio stagione.