Legabasket - Che Filloy! La Reyer stende Pistoia a domicilio (71-78)

Prestazione stellare del playmaker, ex Pistoia, che fa il bello e il cattivo tempo nell'ultimo quarto, vincendola quasi da solo. Venezia al secondo posto in classifica

Legabasket - Che Filloy! La Reyer stende Pistoia a domicilio (71-78)
PISTOIA
71 78
VENEZIA

Un superbo Ariel Filloy regala la vittoria esterna alla Reyer Venezia, sul parquet di Pistoia. Prestazione sontuosa dell’italoargentino nell’ultimo quarto, che vale successo e secondo posto in classifica per i veneti. Venti punti a referto per Filloy, mentre Peric chiude a 19. 

La Reyer rinuncia all’ultimo a Batista, che va ad aggiungersi all’infortunato Hagins ai box, per un problema muscolare, Ortner al suo posto. Gli orogranata aprono con Peric e Haynes, portandosi sul 3-5, ma gli ospiti, trascinati da un ottimo Petteway, riprendono il comando e guidano all’intervallo con lo score di 10-9. L’ingresso di Filloy ridà carica ai veneti, che lottano in difesa e passano in vantaggio, ma non riescono ad allungare, per via delle basse percentuali al tiro da tre, chiudendo il primo parziale sul 17-19 con un alley-oop finalizzato da Ejim sulla sirena.

Venezia va in difficoltà in apertura del secondo periodo: Roberts, con una tripla, apre il break di 9-2 e Crosariol porta Pistoia sul 26-21 dopo tre minuti e mezzo, costringendo De Raffaele a chiamare il timeout. Il minuto di sospensione non ribalta l’inerzia, tant’è che la The Flexx va sul +8 con la tripla del solito Roberts (29-21) a metà quarto. Gli ospiti ci credono con la tripla di Haynes, ma vanno alla ricerca compulsiva del tiro dalla lunga distanza, con risultati mediocri e i padroni di casa ne approfittano per ristabilire il +8, con Petteway e Lombardi (34-26). Peric trova il fondo della retina in un paio di occasioni e riavvicina Venezia sul -3, ma Roberts ridà linfa e ossigeno ai suoi con una bomba e Lombardi dalla lunetta sigla il +8 toscano (39-31) ad un minuto dall’intervallo. A ridosso dalla sirena, Peric accorcia con un’altra bomba, chiudendo il primo tempo sul 41-36, pro Pistoia.

Di ritorno sul parquet, Ress apre la gara con la tripla del -2, mentre Peric impatta a quota 41, con una bella giocata su Boothe, dopo due minuti di ripresa. Viggiano commette una leggerezza, con un antisportivo su Okeareafor e Pistoia si porta sul +4, prima del 6-0 ospite, con le firme di Ress e Filloy. A metà quarto, grande azione corale dei veneti, culminata dalla quarta tripla di giornata di Ress, che vale il +3 orogranta (47-50). Filloy ci mette una pezza con due bombe consecutive, portando i suoi sul +7 (51-58) a due minuti e mezzo dalla terza sirena. Antonutti è l’unico che riesce ad andare a referto e a ricucire il gap, ma McGee è scatenato e entra di prepotenza nel party delle triple, chiudendo il quarto con lo score di 58-64.

Subito quattro punti per i toscani in avvio del quarto periodo, con Antonutti e Roberts, che valgono il -2 pistoiese, tuttavia le due squadre, specialmente Venezia, sparacchiano a salve. Nel momento di maggiore difficoltà dei suoi, Filloy piazza una tripla pesante a quattro minuti dalla fine, che ridà linfa e ossigeno ai suoi (65-69), replicando con altri quattro punti e Venezia vola sul 66-73, con meno di due minuti da giocare. Nell’ultimo minuto, i padroni di casa ci credono, ma Filloy serve un assist per Bramos, che chiude i conti con la tripla del 71-78, con cui termina la gara.